Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 24 dicembre 2012

Di Picco Enzo per nocensura.com

Nel corso del recente vertice del partito Popolare Europeo tenutosi a Bruxelles, il 13-12-2012, il nostro Presidente del Consiglio, Sua Eminenza MARIO MONTI, è stato invitato, da tutti i maggiori esponenti dello schieramento a candidarsi alle prossime elezioni politiche, in programma il 24 e 25 febbraio del 2013, come aspirante premier alla guida del nuovo Governo, in occasione del rinnovo dei due rami del Parlamento.
Per nostra parziale fortuna, nella conferenza stampa del 23/12/2012 ha comunicato che non intende scendere in campo direttamente con nessuno degli schieramenti che si confronteranno, ma è disposto a guidare quello che si aggiudicherà il consenso nella prossima consultazione elettorale, qualora volesse portare avanti il programma dettato dalla sua agenda 
Era scontato l’apprezzamento e il riconoscimento del lavoro svolto da Monti dai suoi datori di lavoro, BCE e del Fondo Monetario.
Meno giustificato è quello del primo ministro Tedesco Angela Merkel e dal Presidente della Repubblica Francese Francois Hollande.
Guarda caso, i due paesi all’interno dell’UE dove le banche di quelle Nazioni sono maggiormente esposte con i debiti sovrani e con quelli privati, della Grecia, Spagna, e Portogallo.
In una recente trasmissione di “Servizio Pubblico”, l’ex Ministro Giulio TREMONTI ha tardivamente portato a conoscenza i cittadini Italiani che le tasse imposte dal Governo Monti, non sono state chieste per salvare l’Italia, ma per risollevare i conti delle banche Tedesche e Francesi, che se fossero fallite avrebbero fatto saltare l’Euro. Tale circostanza è stata confermata dall’ex Presidente della Confindustria, ABETE, favorevole all’UE e alle politiche della BCE e del fondo monetario internazionale.
Le banche Italiane, a differenza di quelle Tedesche e Francesi, non si erano esposte, con i titoli sovrani dei paesi sopra citate e con alti titoli tossici.
In questo senso, purtroppo devo ammettere controvoglia, che aveva ragione Berlusconi, quando sosteneva che la situazione Italiana era migliore di quella degli altri paesi all’interno dell’UE.


In questa situazione era evidente che un Governo eletto dal popolo, non avrebbe mai fatto pagare ai suoi cittadini i debiti creati da banche d’altri paesi, (Germania, Francia).
Ecco allora l’entrata in campo la Sig.ra Angela Merkel, che nel Luglio 2011, ha ordinando a tutte le banche Tedesche di vendere tutti i titoli di Stato Italiani posseduti, in modo da far lievitare lo Spred (differenziale), tra i titoli di Stato Italiani e quelli Tedeschi, mettendo in difficoltà il Governo Italiano che ha dovuto dimettersi.
In una vera Democrazia, il Presidente della Repubblica, vista la situazione, doveva sciogliere le camere ed indire nuove elezioni.
Purtroppo, invece le Lobby finanziarie che controllano la BCE, hanno imposto il Governo Tecnico, guidato da un loro dipendente, Mario Monti, in modo che facesse gli interessi di quei gruppi finanziari e non quelli del popolo Italiano.
Da bravo dipendente ha svolto tutto il compito assegnatogli, ha svenduto l’Italia, ha tartassato la popolazione e i ceti sociali più deboli, favorendo unicamente i gruppi finanziari a discapito del mondo produttivo. 
Il loro obiettivo è uno solo salvare l’Euro ad ogni costo, in modo da salvare anche le banche Tedesche e quelle Francesi.
Poco male se per fare ciò sì dovrà massacrare milioni di cittadini in tutta l’Europa, l’importante è salvare le banche.
Di questo purtroppo non è colpa solo di Monti, ma le maggiori responsabilità appartengono al nostro Presidente della Repubblica e di quei partiti che hanno sostenuto il Governo Monti, abdicando alla nostra sovranità politica e monetaria, infrangendo la Costituzione.
Siamo un popolo, guidato da persone senza dignità, che permettono ad altri Capi di Stato o Primi Ministri d’altre Nazioni, di condizionare la vita politica del nostro paese.
In un paese civile e normale, si doveva immediatamente richiamare gli ambasciatori di quei paesi e protestare vigorosamente per queste interferenze in uno stato sovrano.
Purtroppo non vedremo nessuna reazione in questo senso perché e stata ceduta alla sig.ra Angela Merkel la nostra sovranità politica e alla BCE quella monetaria.
Nel prossimo futuro saremo chiamati a dare il nostro voto per il rinnovo del Parlamento e del nuovo Governo, se ascolteremo le indicazioni date dalla BCE o d’altri esponenti politici d’altre Nazioni, per noi non ci sarà più futuro.
Monti in un anno di Governo, ci ha aumentato l’età in cui andremo in pensione, le tasse dirette ed indirette, ha aumentato la disoccupazione, è diminuito il PIL e per il futuro non ci saranno previsioni rosee.
Tutto questo per rimanere all’interno di una moneta, l’Euro, che da quando è entrato in vigore ha solamente creato problemi ed impoverito i cittadini, mentre ha portato vantaggi unicamente ai gruppi finanziari.
Allora mi chiedo e vi chiedo, perché dobbiamo rimanere all’interno di questa moneta, se per le popolazioni dei vari Stati non c’è nessun vantaggio? 
Stanno creando l’UE con gli stessi difetti che 150 anni fa hanno imposto l’unità d’Italia, purtroppo la storia non insegna.
Vorrei richiamare la vostra attenzione sull’importanza della sovranità monetaria. Ora se il nostro Stato ha bisogno di nuova moneta, non può stamparla, ma deve farsela dare dalla BCE.
Com’esempio, se la BCE trasmette una banconota da 100 € al nostro Ministero del Tesoro, questo da in garanzia alla BCE titoli di Stato (quindi titoli a debito) per il valore nominale della banconota, in questo caso 100 €, più una quota pari al tasso di sconto, circa 3%.
Allora mi chiedo perché invece d’indebitarmi con le banche per stampare la mia moneta non me la stampo da solo, come Stato sovrano? Risposta: Perché in questo modo non regaleremo più alle banche, novanta miliardi d’interessi sul debito pubblico come questo anno, creato in gran parte col meccanismo sopra spiegato, che si chiama signoreggio bancario.
Con questo meccanismo, qualsiasi Stato non potrà mai eliminare il debito pubblico, anzi aumenterà continuamente e lo Stato sarà sempre soggiogato dai poteri finanziari.
Quindi l’unico rimedio a questa situazione è di riappropriarci della sovranità politica e monetaria.
Alle prossime consultazioni elettorali se darete il consenso al PD, PDL, UDC, ecc. voterete per il mantenimento di questa situazione, che ci porterà progressivamente alla morte della Democrazia e all’impoverimento delle popolazioni.
Hanno già annunciato l’aumento delle rendite catastali per il prossimo anno quindi l’IMU aumenterà ancora.
Il nostro cavallo di Troia “MONTI” ha già annunciato che nel prossimo futuro dovremo pagare una parte del servizio Sanitario Nazionale.
Per un cambio netto di questa situazione, si dovrà votate per quei partiti o movimenti che si batteranno per riappropriarsi della sovranità monetaria e politica.
Prendiamo esempio dell’Islanda.



IL LIBERO PENSATORE

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi