Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 6 dicembre 2012

Succede nella Tuscia, la zona dell’Alto Lazio che vede capoluogo Viterbo e che conta oltre 400mila persone
Succede nella Tuscia, la zona dell’Alto Lazio che vede capoluogo Viterbo e che conta oltre 400mila persone

Dal 1 gennaio 
128mila abitazioni resteranno senza acqua potabile. La colpa è di un semimetallo chiamatoarsenico, che "arricchisce" le acque di Viterbo città e di altri 27 comuni della zona: da sempre presente in grandi quantità 

L'arsenico è dannosissimo per la salute, uccide danneggiando in modo gravissimo il sistema digestivo ed il sistema nervoso, portando l'intossicato alla morte per shock; l'acqua contenente arsenico è cancerogena, essendo questo implicato nella patogenesi di carcinomi alla vescica ed alla mammella. 

Negli ultimi 11 anni non si è fatto altro che innalzare i limiti di arsenico nelle acque, in deroga alla normativa. Dal 1 gennaio 2013 ogni deroga sarà scaduta e il problema esploderà: 

Il sindaco di Viterbo Giulio Marini ha dichiarato: 

"Va detto che questa situazione, comunque, non riguarda solo la Tuscia, è un problema almeno regionale, in parte anche nazionale. L'ultima giunta alla Pisana ha fatto il possibile, mettendo in atto due interventi molto importanti: a Viterbo ha stanziato prima 1,5 milioni di euro per portare i valori dell'arsenico sotto i 20 microgrammi/litro e successivamente ben 7,5 milioni di euro per scendere sotto i 10 microgrammi/litro. Ora io mi chiedo, dove era la precedente giunta dal 2006 in poi? Il problema è presente da anni, cosa hanno fatto loro per sistemare questa situazione? Perché ci si lamenta solo adesso?

Il problema è effettivamente macroscopico e risolverlo entro un mese, dopo gli ultimi 11 anni, senza una giunta regionale e ad elezioni imminenti, è quantomeno impensabile. 



Fonte: cadoinpiedi.it

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi