Manifestazioni anti-austerity, i migliori video sugli scontri in tutta Italia.


#14N Scontri in piazza e manganellate
Le manifestazioni di oggi proseguono in tutta Europa e in Italia cresce la tensione, tra scontri, arresti e manganellate. A Roma è guerriglia, ci sono feriti a Torino e a Padova.Qui la diretta Twitter della giornata.
Ecco i nostri video degli scontri.
Roma, i manifestanti marciano sul lungo Tevere con lo scopo di raggiungere piazza Montecitorio. Vengono però fermati dai poliziotti che non hanno nessuna intenzione di farli passare. Ecco i primi scontri:

I poliziotti caricano sulla folla e colpiscono a manganellate i giovani. Qui uno dei manifestanti viene preso a calci nonostante sia finito a terra:

In questa scena una signora urla perchè un poliziotto prende a manganellate uno dei ragazzi. La signora dice: “Basta prendersela con i nostri figli”. Uno dei poliziotti prova anche a dargli una manganellata.

I manifestanti impauriti scappano e inizia così la corsa disperata. I poliziotti sparano lacrimogeni contro la folla

Sulla strada ci sono anche le auto con la persone che si ritrovano nel bel mezzo degli scontri. I manifestanti provano a usarli come scudo e lasciano anche un motorino per strada per rallentare la corsa dei poliziotti:

Alla fine le forze dell’ordine riescono a raggiungere gli studenti. Qui minacciano una ragazza ferita che non riesce a camminare:

In quest’altro caso un poliziotto tenta di colpire con il manganello alcuni ragazzi che però gli sfuggono:

Poi i poliziotti riescono a prendere qualche ragazzo e infieriscono su di lui nonostante il giovane sia ormai inerme:

Alla fine la polizia circonda i giovani sul ponte di trastevere. Gli studenti ormai stanchi e impauriti non possono far altro che rimanere con le mani alzate sperando che non ci sia più violenza. Verranno poi trattenuti e identificati tutti.

Oggi il formattatore del Pdl Giorgio Silli, assessore al comune di Prato, commenta così su Twitter quello che sta accadendo in tutta Italia.
E il sindaco di Roma, Gianni Alemanno (follower di Silli su Twitter), commenta gli scontri di oggi invitando il governo a intervenire: «Mi chiedo cosa altro deve accadere per indurre il Governo e le autorità di pubblica sicurezza a dare una vera regolamentazione alle manifestazioni nella Capitale d’Italia. Non si può continuare su questa strada che rischia di travolgere la vita della nostra città».
Alemanno manifesta «solidarietà» alla comunità ebraica di Roma, «offesa dai partecipanti a una manifestazione di questa mattina. Solidarietà anche agli agenti di pubblica sicurezza, che ancora una volta hanno dovuto fronteggiare violenze e disordini provocati da chi voleva far degenerare la situazione. Solidarietà infine, ai cittadini che hanno avuto problemi più o meno gravi per il blocco del traffico e i danneggiamenti alle auto».
Episodi di questo genere, secondo Alemanno, «sono il frutto di una situazione ormai fuori controllo per il proliferare di cortei autorizzati e non autorizzati, che anche con poche migliaia di partecipanti paralizzano la città. Le forze dell’ordine sono state costrette, per la prima volta dopo tanti anni, a far passare manifestanti estremisti davanti la Sinagoga, con evidenti rischi per i bambini che stavano uscendo dalle scuole israelitiche».
Per il primo cittadino della Capitale è «inaccettabile, si sapeva che Roma andava incontro ad una emergenza legata al maltempo e alla piena del Tevere. E’ possibile che non si possa rinunciare o ridimensionare le manifestazioni in corso?».

Nella Capitale, manganellate in faccia a un manifestante.



Fonte: http://pubblicogiornale.it/attualita/scontri-in-piazza-e-manganellate/

Commenti

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

Censura del web in arrivo?

Conoscete l’Aspen Institute Italia?