M5S, Grillo inizia le epurazioni Fuori chi solidarizzò con la Salsi

grillo casaleggio AI
"Le indirizzo la presente in nome e per conto del sig. Giuseppe Grillo detto Beppe con riferimento al Suo ruolo di Consigliere Regionale per la Regione Piemonte, eletto nella lista contrassegnata dal marchio registrato 'Movimento 5 Stelle' di cui il mio cliente è proprietario in esclusiva” recita la missiva inviata al consigliere regionale Fabrizio Biolé dal legale di Grillo.
E poi spiega al consigliere che essendosi candidato in precedenza per altri due mandati non potrà più utilizzare il marchio del MoVimento.
Più volte negli anni, Grillo e Casaleggio sono stati sollecitati a prendere provvedimenti contro il consigliere regionale per la sua particolare condizione (anche un nostro articolo è stato pubblicato sul caso) ma dal Movimento hanno sempre risposto che i due non intervenivano perché avevano adottato una deroga particolare. Il Consigliere del M5S venne anche coinvolto in uno "scandalo": fu accusato di aver girato il suo vitalizio regionale alla moglie ma si giustificò sostenendo di non essere responsabile dell'atto.
Dalle elezioni del consiglio regionale piemontese (data in cui diversi militanti a livello nazionale sollevarono la questione due mandati) sono passati 2 anni e mezzo e 1 anno circa dalla vicenda vitalizio. In nessuno dei due casi gli è stato inibito l'uso del simbolo.

E così dopo l'aggressione verbale di Grillo sul punto G, che coinvolge Federica Salsi, Biolé critica il comico con queste parole: “Al netto dalle critiche che ognuno può porre in essere nel merito della stessa partecipazione alla trasmissione tv o del contenuto e dello stile degli interventi della stessa Federica, ritengo degradante e irrispettoso, l'aver traslato la critica dal piano di merito a quello di attacco machista”. Era ancora il 3 di novembre. Il 6 è partita la lettera di diffida del legale. Qualcuno sarà di sicuro pronto ad accusare di autoritarismo Grillo? Viste le tempistiche dell'azione sorge più di un sospetto.
E intanto al consiglio comunale di Bologna i due consiglieri del MoVimento Bugani e Piazza si risiedono di fianco a Federica Salsi.
Qui sotto la lettera del legale di Beppe Grillo
fotobiolè

Fonte: http://affaritaliani.libero.it/emilia-romagna/fuori-consigliere-del-m5s-biol-solidarizz-con-la-salsi121112.html

Secondo alcune fonti, Beppe Grillo avrebbe saputo che Biolè aveva alle spalle due precedenti mandati da Consigliere: APPROFONDIMENTI:



Commenti

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

Censura del web in arrivo?

Conoscete l’Aspen Institute Italia?