Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 11 novembre 2012
Ne avevamo parlato nell'articolo "Turni massacranti e 320 euro al mese. Ecco la Fiat in Serbia"; ora i lavoratori si ribellano alle condizioni di lavoro imposte:
- - - - -
Gli operai serbi dello stabilimento Fiat di Kragujevac (Serbia centrale), dove si produce la nuova 500L, non sono soddisfatti ne’ del nuovo orario di lavoro – quattro giorni per turni di dieci ore – ne’ dell’ammontare del salario.
I rappresentanti del sindacato interno hanno avuto per questo un incontro con la direzione dell’impianto (Fas, Fiat Automobili Srbija), che avrebbe promesso aumenti delle paghe, che oscillano attualmente fra i 32 mila e i 34 mila dinari (283-300 euro) al mese.
Come hanno riferito i media a Belgrado, per ora sara’ aumentata del 25% la paga di novembre per tutti quegli operai che hanno fatto lavoro straordinario. Tale attivita’ aggiuntiva – quattro ore il venerdi’ – si e’ resa necessaroa a causa della richiesta sostenuta del nuovo modello di 500L sul mercato europeo – ha riferito l’agenzia FoNet. La settimana lavorativa di quattro giorni (lunedi’, martedi’, mercoledi’, giovedi’) per dieci ore di attivita’ e’ stata introdotta dalla direzione di Fiat Srbija per la prima volta in via sperimentale nella fabbrica di Kragujevac.

Il presidente del sindacato Zoran Mihajlovic ha detto che i lavoratori sono del tutto insoddisfatti di tale orario di lavoro, definito ‘insopportabile’. Attualmente alla Fas sono in attivita’ 2.500 lavoratori, e per la fine dell’anno e’ prevista l’assunzione di altri 150 operai. I salari, ha sottolineato, sono di cinque volte inferiori a quelli dei loro colleghi italiani e tre volte piu’ bassi degli operai Fiat in Polonia.
Per ora, ha detto Mihajlovic, non vi saranno azioni di protesta poiche’ si e’ voluto dare una chance al negoziato con la direzione della Fiat, alla quale ”chiediamo il ritorno all’orario di otto ore e un aumento del salario”. (ANSAmed)

fonte: http://www.imolaoggi.it/?p=32094#comment-5169

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi