Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 7 settembre 2012

Assoldato dal Pentagono il neurologo Michael Kubek concepisce un areosol a base di tyreostimolina, un ormone antidepressivo che lenirà i disturbi psichici dei marines.
I suicidi tra i soldati dell'esercito Usa sono un fenomeno tanto diffuso quanto inarrestabile (una settantina dall'inizio dell'anno, ma secondo fonti non ufficiali potrebbero essere 116).
Un fenomeno che colpisce in particolare chi è impegnato nei tanti fronti di guerra aperti da Washington nell'ultimo decennio.
Esaurimenti nervosi, depressioni, squilibri della personalità portano spesso al gesto estremo, anche tra gli addestratissimi marines, fiore all'occhiello dell'Us Army.
Così le teste d'uovo del Pentagono, non potendo comunque rinunciare alle proprie campagne, provano a tamponare la ferita: i vertici militari statunitensi hanno chiesto all'équipe del dottor Michael Kubek, neurologo alla facoltà di medicina dell'Università dell'indiana, di trovare una soluzione farmacologica, confidandogli un budget di tre milioni di dollari.

Lavorando sugli effetti antidepressivi della tyreostimolina, un ormone secreto dal cervello, il medico ha ideato uno spray nasale da far inalare d'urgenza a tutti i militi che danno segni di instabilità psicologica: "Conosciamo la tyreostimolina e i suoi benefici dagli anni 70, lo spray è l'unico modo per ottenere effetti rapidi. Ci sarebbe anche l'iniezione lombare, ma in situazioni concitate non è il metodo ideale", spiega Kucek al quotidiano The Daily, aggiungendo che i farmaci tuttora in dotazione all'esercito sono efficaci "ma troppo lenti".
Quando lo spray entrerà a far parte del kit medico dei marine probabilmente l'artificiosa euforia impedirà a molti di compiere gesti autolesionisti, ma il problema sarà solo rimandato perché i danni mentali provocati da una guerra sono molti più duraturi dell'effetto di un aerosol.




fonte


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi