Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 17 settembre 2012

Le dichiarazioni shock del giornalista freelance Jim StoneLe dichiarazioni shock del giornalista freelance Jim Stone


La notizia è stata diffusa dal quotidiano online IbTimes. Il giornalista freelance Jim Stone, sostiene con convinzione che l’attacco all’ambasciata di Benghazi non sia mai avvenuto. Lo scrive sul suo blog. Il giornalista, si legge su IbTimes, “afferma la non esistenza di un’ambasciata Usa a Benghazi in quanto, secondo il sito ufficiale del Dipartimento di Stato Usa, l’unica ambasciata in Libia risulta essere quella di Tripoli“.
L’ambasciata di Benghazi, quindi, non esisterebbe. La prova è anche su Google Maps, dove non è possibile individuare ambasciate americane a Benghazi. Anche su Wikipedia, la lista delle ambasciate Usa confermata la presenza dell’unica ambasciata a Tripoli.
A Benghazi, secondo il giornalista, non esisterebbe neanche un consolato e nessun edificio diplomatico americano.
"THERE IS NO U.S. EMBASSY, CONSULATE, OR ANY U.S. REPRESENTATION OF ANY SORT IN BENGHAZI LIBYA. EMBASSY KILLINGS NEVER HAPPENED."
Le foto che circolano in rete, e che ritrarrebbero l’edificio di Benghazi distrutto, sarebbero, secondo il giornalista, false. Nessuno ne può confermare la veridicità.
Sarete preoccupati di ciò che potrà succedere in futuro. Questa menzogna è talmente ovvia che potremmo distruggere la credibilità di Cnn, Fox, Abc e quant’altro. Non perdiamo questa occasione.” Queste le pesanti parole che il giornalista ha pubblicato sul suo blog.

Il freelance ha poi pubblicato gli articoli di alcuni autorevoli quotidiani che parlano dell’attacco a Benghazi: entrambi danno due location differenti per l’ambasciata. Si tratta del Guardian e del Daily Mail. Questo va ad avvolarare la tesi della non veridicità della notizia.


fonte

Vedi anche: Bengasi, attacco a consolato Usa. Ucciso l’ambasciatore


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha controllato le notizie? Ho fatto una breve verifica. Wikipedia riporta la notizia in modo abbastanza approfondita (a pochissimi giorni dall'attacco), su Google maps non ho trovato nessuno consolati ne ambasciate americane (in realtà nemmeno di altri paesi, ma magari non ho cercato in maniera approfondital).Cercando su Google, le notizie dei quotidiani più famosi sono sempre le stesse e concordanti, tranne sul fatto che ad essere stata attaccata fosse un ambasciata o un consolato. Alcuni quotidiani infatti si riferiscono all'ambasciata americana a Bengasi, con la morte dell'ambasciatore Stevens(anche su di lui c'è una voce aggiornata su Wikipedia), altri al consolato americano.
Insomma, il notizia è tutta da verificare, ma non va nemmeno liquidata in modo superficiale.

Paola ha detto...

Accipicchia !!! E' proprio vero che il diavolo fa le pentole e si dimentica i coperchi, così che dai dettagli ( neanche tanto piccoli )lo si può scovare.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi