Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 13 settembre 2012

foto Gonews
Un lettore ci segnala il caso che gli è capitato all'Ospedale di Palermo, pubblicato da livesicilia.it, che vi proponiamo di seguito:

E' la disavventura capitata a Giorgio La Bara, 55 anni, operato all'ospedale Villa Sofia. "Mi hanno chiesto di togliere ogni cosa avessi addosso, compresi gli oggetti di valore" racconta. Ma quando è tornato in camera, dopo l'operazione, della collana non v'era più traccia.

PALERMO- "Avevo lasciato la collana in un cassetto. Ma dopo l'operazione non ce n'era più traccia". E' la denuncia di un uomo, Giorgio La Bara, di 55 anni, che lo scorso lunedì ha subito un intervento al reparto di Chirurgia generale dell'ospedale Villa Sofia di Palermo.
L'operazione è avvenuta tra le otto e le undici del mattino. "Prima entrare in sala - ricorda La Bara - mi hanno chiesto di togliere ogni cosa avessi addosso, compresi gli oggetti di valore". L'uomo si è accorto del furto solamente la sera. Ma nessuno durante il giorno, tra i suoi parenti in visita dopo l'intervento, avevano visto la collana. "Non si tratta di una questione di soldi, anche se quella collana in oro avrà fruttato molto a chi se ne è impossessato. Quella collana mi è stata regalata 48 anni fa, il giorno del mio battesimo. Con quella addosso ho fatto il militare, mi sono sposato, ho viaggiato e lavorato. Il valore è soprattutto affettivo".
La Bara ha subito presentato una denuncia ai carabinieri. "Il personale dell'ospedale - ci tiene a precisare La Bara - si è comportato con estrema professionalità, ma nell'orario in cui sono stato sottoposto ad operazione chirurgica, l'accesso ai visitatori non è consentito e nella mia stanza - racconta l'uomo - c'erano soltanto alcuni anziani, obbligati a stare a riposo, e che quindi non si alzavano mai dal letto".


Credete che sia un caso isolato? I furti in ospedale sono abbastanza frequenti in tutta la penisola, i locali spesso non sono sorvegliati, consigliamo pertanto a chi si ricovera di lasciare a casa collane e oggetti di valore, e portare dietro pochi soldi.

Pochi mesi fa la Polizia ha sgominato una banda che aveva rubato in decine di ospedali di tutta Italia costose apparecchiature mediche per 2 milioni di euro: il caso è descritto qui

staff nocensura.com

Di seguito alcuni articoli: cercando su Google emergono una gran quantità di casi:







0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi