Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 12 settembre 2012

Da quando Monti ha sostenuto di “aver visto la luce in fondo al tunnel”, non c’è categoria professionale che non lo sbugiardi con numeri, studi, previsioni e – in conclusione – finisca col sostenere che anche l’anno prossimo sarà peggio di quello in corso.
Così, per l’Italia il 2013 sarà ”il sesto anno negativo”, secondo le previsioni del rapporto Confesercenti-Ref. Con il calo del Pil del 2,3% nel 2012 e dello 0,4% nel 2013, avremo perso dall’inizio della crisi il 7% del prodotto interno lordo, il 23% degli investimenti e il 3% degli occupati, pari a 800 mila persone.
Secondo l’associazione, per i lavoratori autonomi la contrazione occupazionale continuerà a essere ”molto piu’ forte” che nel lavoro dipendente. Nel 2011 c’erano oltre 100 mila microimprese in meno rispetto al 2008.
La Confesercenti rileva che anche i consumi continueranno a calare, del 2,3% quest’anno e dello 0,9% il prossimo mentre il tasso di disoccupazione salirà al 10,2% nel 2012 e all’11,1% nel 2013. Un segnale positivo per ”invertire questa tendenza”, afferma il presidente Marco Venturi, e’ nell’avanzo primario intorno al 6% al netto degli interessi. ”Bisogna andare avanti con una spending review ancora piu’ decisa e coraggiosa – aggiunge Venturi – per liberare risorse per far ripartire investimenti, occupazione e consumi”.

Per la cronaca, anche a ottobre gli impiegati degli Enti Centrali di Mirafiori andranno in cassa integrazione. Lo si apprende da fonti sindacali. Il provvedimento, che l’azienda ha motivato con la crisi del mercato dell’auto, scattera’ sei giorni: dal 10 al 12 e dal 17 al 19 ottobre. In tutto saranno interessati circa 5.000 lavoratori, la maggior parte impiegati. Senza l’aiuto dell’Europa, se ne vedranno di brutte.

fonte: lindipendenza.com


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi