Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

venerdì 10 agosto 2012
di Elena Baldini
E’ ufficiale, siamo un popolo di deficienti. Sì, bisogna riconoscerlo. Per i politici che ci governano siamo dei deficienti con l’anello al naso utili soltanto per mantenere e ingrassare questa casta. Basta. Null’altro. E siamo un popolo di deficienti perché ancora oggi ci permettiamo di ascoltare un Pierferdi Casini vantarsi di essere stato il primo ad accorgersi che Berlusconi era il grande ingannatore degli ultimi vent’anni. Lui, il Pierferdi, fondatore del CCD insieme a Mastella e Ombretta Fumagalli Carulli (mitica sottosegretaria alla Protezione Civile in tailleur e foulard al collo). Tre ragazzi CocCoDé in fuga a gambe levate da una DC agonizzante e subito accolti da Silvio Berlusconi. Lui, il Pierferdi, che sempre grazie al grande ingannatore é arrivato ad occupare la terza carica dello Stato. Lui, il Pierferdi, eterno aspirante alla guida di quel centrodestra che il Cav non vuole mollare.
Deficienti, anche, perché tutt’oggi assistiamo con apprensione al grande dibattito sulle riforme. Accettiamo un governo “di saggi”, senza mandato popolare, al quale é stato affidato il compito di regolare i conti e modernizzare il paese. Dopo quasi vent’anni, ancora inutili parole, dibattiti e discussioni, campagne elettorali tutto in nome e per conto della grande riforma istituzionale.

Ricordate la bicamerale delle riforme? Presidente D’Alema? Relatore Cesare Salvi sulla scelta della nuova forma di governo? Proposta della Commissione: il Semipresidenzialismo. E oggi a che punto siamo? I nostri baldi deputati sono ancora li che discutono e litigano. E siamo ancora al punto di partenza, con un semipresidenzialismo approvato da una parte (solo da una parte), e che non vedrà mai la luce. Tempo perso. Ancora.
Deficienti… un popolo di deficienti che ancora si rode il fegato nel leggere i conti in tasca che Rizzo e Stella fanno ormai da anni al carrozzone Italia. Siamo sempre più poveri e ci raccontano che siamo alla bancarotta. Per colpa di quello o di quell’altro, mai per colpa loro.
Ci chiedono sacrifici e non ne fanno.
Anzi spendono… ancora, buttano i soldi non solo nascondendoli sotto la panca come la Lega ha insegnato e come Lusi ci ha descritto.
No, quel poco che resta lo si butta dalla finestra, e predicando il virtuosismo si finanzia il festival di Arpa celtica tanto caro a quel deputato, oppure per comprare una statua di Giovanni Paolo II a cui tal senatore é molto devoto.
Perché si… é vero: siamo un popolo di deficienti e siamo pure incapaci di mandarvi a quel paese.


fonte


29 commenti:

Anonimo ha detto...

sapete a volte l'ho pensato e più passa il tempo e più penso che fintanto che non toccano il calcio in questo paese non vedremo mai manifestazioni come in Grecia e Spagna.

Anonimo ha detto...

Basta sapere come si fa. Poichè le maggioranze sembra che siano (o siamo) deficienti ed incapaci, non credo che esistano altre soluzioni. Anche le vecchie BR ci hanno tentato; anche loro incapaci e deficienti. Beatificherei un soggetto come Monti, non deve rendere certo conto a tanti se non finanzia le Olimpiadi o se non compra le varie stati. I nostri leader devono rendere conto dal primo all'ultimo deputato o senatore che sia per non farlo pasaare al ...... gruppo misto,

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con quello che hai scritto! Oltretutto sono purtroppo convinto che finirà come ha pronosticato anche Guccini, che cioè alle prossime elezioni vincerà ancora B. perchè si presenterà promettendo di abolire ici imu e balzelli vari, e gli italiani ( deficienti ) gli crederanno ancora... Perlomeno io sarò sempre tra quelli che opporranno la loro RESISTENZA a questa politica e voterò CONTRO.
(ho scelto il nik "anonimo" perchè non c'erano scelte, ma è giusto che mi firmi: Luciano Scambi, Mantova )

Anonimo ha detto...

e verissimo siamo un popopolo di deficenti la colpa e solo nostra questi non cambieranno mai oramai ci resto solo di armarci e partire

Diana ha detto...

E' proprio vero siamo dei pecoroni incapaci di agire e reagire e loro lo sanno ,ne approfittano e ne godono a piene mani. Vorrei essere più capace più brava e vorrei saper trascinare una folla di delusi disgustati e stanchi per ribellarci ma l unica cosa che vedo realizzabile e' dare il voto all unica reale alternativa di questo momento : M5 Stelle!,,,

Anonimo ha detto...

Gentilissima Signora non c'è bisogno che lei ci ricorda ancora che siamo un popolo di deficienti c'è l'anno detto in tanti nel mondo, ma noi continuiamo a votare sempre i soliti incantatori di serpenti.

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno con il tuo pensiero, purtroppo e sono convinto che il peggio debba ancora arrivare... :-(

Anonimo ha detto...

sono completamente d'accordo! infatti me ne sono andato via da questo paese infame. i nomi da Lei citati sono solo la punta di un iceberg che si chiama "stato buromafioso" nel quale il cittadino, imprenditore o meno, è vessato, martirizzato, abbruttito solo per mantenere uno stuolo di faccendieri ubucati in tutti i livelli amministrativi di stato ed enti locali. quando si è costretti a lavorare 10 mesi per pagare altre persone, si è SCHIAVI non cittadini!
al reddito tassato, si aggiunge infatti l'IVA del 20%, indetraibile imposta sui consumi!!!

Trasecolante ha detto...

Ce ne accorgiamo solo ora che i nostri "BALDI DEPUTATI E SENATORI" sono una casta di furbacchioni?
Poco male!
Comunque ce ne siamo accorti.
Occorre, però ricordare che i cari nostri rappresentanti in parlamento sono italiani come noi, e come tali hanno i nostri stessi pregi e difetti.
Voglio dire che se andassimo noi al loro posto, credo che ci comporteremmo allo stesso modo.
Quindi il problema è "CULTURALE" e se si vuole cambiare la società e il modo di governare occorre lavorare sui giovani, sperando che questa società "CORROTTA" sparisca al più presto.
Pretendere che si cambi ora il modo di governare è pia illusione, i fatti dimostrano che oggi si entra in politica solo per ghermire l'arma del ricatto al fine di fare i porci comodi propri e di amici e parenti, non certo l' interesse del popolo che è campione di "IMBECILLITA'".

Ettore ha detto...

Carissima Elena,
penso che sei stata fin troppo gentile, quasi signorile nel descrivere lo sfacelo a cui stiamo assistendo. Sfacelo che io riverso tutto non sui personaggi che compongono la "casta",bens' sul POPOLO ITALIANO. Ovvero un branco di pecoroni, o meglio, anzi peggio un branco si stupidi egoisti e di incapaci che pensa solo a se stesso: Il concetto di società, per l'italiano è una parola astratta. Ci si lamenta, si boffonchia, si ringhia, ma stiamo ben attenti che non ci senta nessuno; perché??? perchè siamo dei vigliacchi, dei poveri di mente. Ognuno pensa a se stesso, ecco perchè quelli della casta che ci conoscono molto bene possono fare quello che vogliono e continueranno a farlo. Sotto molti aspetti c'è proprio da vergognarsi di essere italian.

Anonimo ha detto...

hai pienamente ragione e da tanto che lo dico anchio purtroppo in italia tante persone prendono lo stipendio perchè noi deficienti non ci ribelliamo.ciaod

orlandi renato ha detto...

Come hai ragione,siamo un popolo di vinti,codardi e pultroppo ladroni..........ci vuole una rivoluzione culturale

Anonimo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo. Governare gli italiani e' inutile.

Anonimo ha detto...

Visto che lei si permette di generalizzare, io mi permetto di essere piu' preciso. DEFICIENTE SARA' LEI. Lei che si permette di dare termini inpropi a tutti, salvaguardando solo Lei, senza porsi la domanda elementare che ci sono milioni di italiani che sono stanchi di questa politica, e di chi attraverso i media e gli articoli come il suo si sono fatti ingannare per anni da personaggi squallidi che frequentano il panorama della nostra politica. Stia tranquilla li manderemo a casa, certo che poi cosa scrivera', che un popolo di deficienti ha mandato a casa una casta di inetti?

piero ha detto...

SI Siamo un popolo di deficenti, perchè non solo non mandiamo a casa una categoria di politicanti di mestiere come abbiamo noi, ma non siamo capaci neanche di togliere i grassi emolumenti a quelli che sono in pensione come Adreotti, ci lamentiamo ma quando andiamo a votare lo facciamo a favore dei soliti ladri, l'ho sempre detto io, la politica è una merda che non si secca mai, puzza sempre.

Anonimo ha detto...

purtroppo per noi, hai pienamente ragione.

Maipisensa

Anonimo ha detto...

Finalmente una persona degna del suo nome se ho capuito bene chia ha pubblicato questo articolo e' una giornalista, fa i onorea lla tua categoria.
L'italia purtroppo fin dai tempi del fascio e' stata sempre cosi' e le speranza che cambi oramai sono talmente lontane...
voglio ricordare solo che quando Mussolini aperiva i suo discorsi al popolo iniziava sempre col dire:
" Italiani Popolo di Pecoroni Armiamoci e Prtite" Penso sia Sufficiente.

mariott2 ha detto...

Casualmente ho letto questo post. Sono anch'io di questa opinione ma forse ci siamo solo arresi e non sappiamo reagire. L'unico mezzo che ci resta è andare tutti a votare e mandarli a casa, rottamarli. Abbiamo bisogno di forze nuove e giovani che pensino alla nostra Italia e non al loro tornaconto. L'impressione che ho è che vogliono distruggere il paese Italia, svenderlo. Sono davvero amareggiata! Popolo del web siamo tanti, facciamo passaparola e mandaimo a casa chi ci ha deluso e soprattutto tradito. Bona giornata a tutti

ROSA DI BONAVENTURA ha detto...

CIAO, MI CHIAMO ROSA DI BONAVENTURA, SONO , PERFETTAMENTE IN ACCORDO, SU CIò, CHE HAI SCRITTO,MI METTO ANCHE IO MI METTO NEL GREGGE DI PECORE, IN QUANTO SIAMO SOLO BRAVI A PARLARE, MA QUANDO SI TRATTA DI AGIRE, RIMANIAMO.FERMI, SENZA AGIRE, LASCIANDO A LORO, CHE POI SIAMO NOI CHE LI ABBIAMO NOMINATI, DI FARE TUTTO QUELLO CHE VOGLIONO, E NOI Lì A TESTA BASSA, CURVI, FINO A STRISCIARE PER TERRA E FARCI CALPESTARE, MENTRE, COME VEDIAMO POI, HANNO SEMPRE IL SORRISO, MENTRE CI SPOLPANO VIVI.

Anonimo ha detto...

Sono pienamente d'accordo e sarebbe ora di trovare un sistema per eliminare tutti i politici che fino ad oggi hanno fatto i loro porci interessi e non i nostri. Se Garibaldi con mille uomini ha fatto l'Italia, questi 900 pezzi di merda l'hanno distrutta. Qualcuno ha un'idea di come fare?

Anonimo ha detto...

finalmente qualcuno che lo dice apertamente e senza peli sulla lingua.....anzi ci hai trattati da signoti......DEFICIENTI.....avrei usato qualche altra parola, ma sarei diventato triviale .
ma spero che questa parole risveglino un poco di dignita' nella gente e che mandino a casa ...a calci nel culo tutti i politici italiani e che sia venuto il momento del riscatto

Anonimo ha detto...

"Amico mio", mi auguro che la remissività odierna degli italiani sia solo apparente; la quiete prima della tempesta.
Penso che per i parlamentari odierni e qualsiasi membro istituzionale, utilizzare impropriamente i propri poteri per delinquere e vivere alle spalle dei cittadini comuni, sia un'usanza nata durante la prima Repubblica e consolitatasi durante la seconda, a tal punto da diventare quasi un diritto per Loro.
Sono individui sinistri, privi di moralità e vergogna; bisogna destituirtli TUTTI e provvedere a rimpiazzarLi prima possibile, ma non prima di aver cambiato "le regole del gioco".
Vogliono la "guerra"? ...e "guerra" avranno!

Anonimo ha detto...

hai ragione siamo idioti all'ennesima potenza. Questi cialtroni politici si stanno preparando per le elezioni come nulla fosse capitato. La crisi è un problema del popolo non loro. Mandiamoli via dal suolo italiano questa masnada di ladri e magnaccia da cuppuccino.

Anonimo ha detto...

Sono totalmente d'accordo con l'articolo.

Anonimo ha detto...

Scusami tanto bella de zio il problema lo hai gia' descritto tu nell'articolo se tutte le forze politiche si sono coalizzati cosa pretendi che io oggi dopo aver letto questo prendo un randello e vado a roma? A fare che? A prendere schiaffi? Tanto li a Roma non ci trovo neanche te, in questo momento abbiamo solo bisogno di qualcuno che ci possa in qualche modo coalizzare, se ci fosse un pinco pallino qualsiasi a quest'ora avevamo fatto gia' un gran casino ciao pensaci e comincia a radunare gente.

Anonimo ha detto...

Hai perfettamente ragione.

Francesca Maggi ha detto...

bravissima -- un'articolo che avrei voluto scrivere io...

I problemi sono due:

1) Dopo milleni di sottomissione da parte dei sudditi, (eletti o no), il popolo italiano si alza le spalle, e rimane zitto mentre cerca di tirarsi su nonostante le 1000 ripressioni

2) Gli altri, non vedono l'ora di arrivare o far arrivare i figli, nipoti e amici a far parte della casta, o le veline della casta e cosi' il problema e' risolto...

Bisogna una rivoluzione. L'america fu fondata sulle tasse del te

FMaggi - Autore
Burnt by the Tuscan Sun

Anonimo ha detto...

IL trionfo de L’UTOPIA
Creare uno Tsunami artificiale che spazzi via tutto dai Politici = Cimici ( e compagni di merende che sono le Banche ed i suoi maggiori Azionisti = Zecche) con Le grandi Industrie = Mignatte
Parassiti che ci hanno e seguitano a dissanguarci
Con la scusa del risanamento ci stanno dando il colpo di grazia svendendo L’Italia
se vogliamo salvare il salvabile con le buone dovremmo espropriare i loro beni serviranno a sanare i debiti da loro creati una volta risanati
mandiamo tutta questa feccia in Esilio perpetuo
fatto questo rimbocchiamoci le maniche e come nel dopo Guerra
Diamo vita ad un nuovo Boom economico.

Con la speranza che la nuova classe dirigenziale tragga insegnamento
dà gli errori commessi da chi li ha preceduti.

Facendo valere quel vecchio detto che recita meglio un uovo oggi che una gallina domani
In più aggiungerei per tutti quella massima che dice chi troppo vuole nulla stringe. VITTORIO

18

Anonimo ha detto...

VICOLO CIECO
Ottimo articolo e si nota dal numero dei commenti.
Tutto ciò che ho letto è vero ed è per questo che è un vicolo cieco.
Fino a qualche anno fa mi fidavo nelle possibilità dei giovani,ma oggi che sono stati cresciuti con anni di mala e sporchissima politica come si comporteranno ?
Quindi è una rivoluzione culturale che può tirarci fuori da questa impasse .
Aiuterebbe molto non andare a votare,io non voto da secoli,ma gli altri? Ci andranno oppure no ?
Stiamo subendo troppe vessazioni,dobbiamo fare in modo che ci ridiano il maltolto.
La faccenda è molto ampia,si parte dall'Euro per arrivare all'ultimo usciere del parlamento.
Noi personalmente non abbiamo alcun debito con nessuno eppure arriveranno anche a svuotare le banche con i nostri soldi per pagare i debiti degli istituti finanziari stessi. E' ridicolo.
Abbiamo bisogno di gente che ci aiuti ad organizzarci e sicuramente non deve provenire dagli scranni dei partiti.
Per un problema del popolo ci vuole gente del popolo.
Forse questa è l'unica soluzione. Ci stanno levando tutto.
Alessandro

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi