Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 8 agosto 2012
AP/La presse

Gli stipendi dei politici italiani sono tra i più alti d’Europa, ma anche quelli dei dipendenti di Montecitorio sono molto elevati. Cifre astronomiche per tutti gli italiani, che farebbero incavolare anche il cittadino medio (ormai in via di estinzione). Ebbene sì secondo il quotidiano “Libero”, che ha pubblicato i dati, il costo totale dei dipendenti di Montecitorio supera i 280 milioni di euro l’anno! In tutto i lavoratori sono 1620: falegnami, idraulici, barbieri, telefonisti, baristi, guardarobieri e autisti. L’aumento di stipendio scatta ogni due anni e si aggira tra il 2,5 e il 5%. La progressione di carriera e di salario scatta dunque automaticamente e nel giro di 30 anni dall’assunzione riescono a portarsi a casa uno stipendio medio di 5mila euro netti al mese! Ma a noi cittadini quanto ci costano?

Stipendi d’oro che ci costano a testa ben 27,15 euro. Più del triplo di ciò che versano i nostri cugini francesi (8,11 euro) e quasi sette volte di più rispetto agli inglesi (4,18 euro). Se poi facciamo un confronto con gli spagnoli il divario è davvero abissale: 2,14 euro pro capite. Ma non è tutto. Ai dipendenti vengono retribuite quindici mensilità, più una mezza come premio di produttività. E come se non bastasse al compimento del 17esimo e del 23esimo anno di servizio ricevono un altro premio bonus: l’assegno di anzianità elargito sulla base del 10% della paga tabellare. A tutto ciò si aggiunge un’indennità pensionabile del 2,5% delle competenze lorde dell’anno precedente.

Con sei o al massimo otto ore di lavoro giornaliero il martedì, mercoledì e giovedì i lavoratori di Montecitorio arrivano a incassare annualmente oltre 75mila euro netti! A chi invece copre ruoli dirigenziali oltre agli stipendi d’oro ricevono anche un’indennità di funzione: 410 euro netti mensili per l’assistente superiore, 1.198 per il consigliere caposervizio e 2.207 per il segretario generale. Dopo 30 anni di servizio, i ruoli dirigenziali percepiscono stipendi che oscillano tra i 6mila e i 12mila euro netti al mese. La voce di spesa del personale ha inciso l’anno scorso sul bilancio diMontecitorio per oltre 235 milioni di euro (senza calcolare i contributi previdenziali e gli altri oneri accessori) e l’anno prossimo supererà i 246 milioni di euro! Visto che il nostro Paese sta vivendo un periodo di crisi economico-finanziaria davvero difficile perché il Governo e il Parlamento non intervengono per ridimensionare gli stipendi d’oro del personale e per tagliare tutti questi benefit e bonus? Perché la crisi deve avere conseguenze negative solo sui cittadini, e in particolar modo deve pesare sui lavoratori, giovani e precari?
Un altro spreco di denaro pubblico è rappresentato dalla Fondazione Camera dei deputati, nata nel giugno 2003 “per realizzare una più ampia conoscenza e divulgazione dell’attività della Camera e promuoverne l’immagine”. Attualmente presieduta dall’ex leader di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti (che non percepisce compenso), questa Fondazione non ha praticamente fatto nulla in questo decennio ma ottiene dalla Camera un contributo faraonico: 400mila euro all’anno! Praticamente un’altra fondazione politica “fantasma”. Una montagna di soldi per fare cosa? Che benefici comporta? Quali attività sono state portate avanti in questi anni? E’ davvero necessario tenere in piedi un altro baraccone dell’oziosità politica? I costi per tenere in piedi questo carrozzone sono per di più molto alti. Calcolando le spese per utenze telefoniche, elettriche e di riscaldamento e il costo per il personale (consigliere caposervizio, direttore generale e il suo staff), la Fondazione viene a costare due milioni di euro! Ecco altri tagli utili ai costi della politica!



fonte: politica24.it


4 commenti:

ramozar ha detto...

MA.Xé ABBIAMO IL SENATO?.A KE SERVE???....KI HA DECISO 630 PARLAMENTARI?????...........Xé COSI TANTI?....SIAMO LA BARZELLETTA DEL MONDO NOI OPERAI........LORO I PIU FURBI..VISTO KE POSSON FARLO................MA KI LHA PERMESSO?

Anonimo ha detto...

non esiste la vergogna a roma ....

Anonimo ha detto...

scusa come hanno fatto i calcoli ?
facendo semplicemente uina media...stupida blanda...

600 "onorevoli" scalda sedia x 15 mila euro mese = 9.000.000 € (9 milioni di euro /anno)

+ 70.000 € / anno autolavaggio

+ costo di N auto blu

+ costo dipendendenti palazzo madama + costi accessori....

beh mi sa che superiamo i 10 milioni di euro non di poco!

ma la domanda è un altra...a chi stiamo aspettando ?

Paz!

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo sulla poca decenza dei nostri dipendenti parlamentari ed addetti vari, 280 Ml ripartiti su 1620 dipendenti sono pari a circa 175000 € a testa, non comprendo però chi siano 7520816,546 contribuenti che pagano i 27,15€ ciascuno, potreste specificarlo?


gianni

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi