Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi animali infanzia chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio disoccupazione Russia tasse militari poteri forti UE trilaterale ucraina geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel canapa meritocrazia umberto veronesi vaticano armi bambini cancro fini suicidi PD terrorismo BCE clinica degli orrori equitalia privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS droga Putin acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino crimea edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 5 agosto 2012
Nei giorni scorsi, il fatto che Mitt Romney ha milioni di dollari parcheggiati nelle Isole Cayman, ha fatto notizia in tutto il mondo. Ma quando si tratta di banche off-shore, quello che Mitt Romney sta facendo è insignificante. La verità è che l'elite globale nasconte una quantità quasi incredibile di denaro nelle banche offshore. Secondo una scioccante ricerca fatta dal Fondo monetario internazionale, l'elite globale possiede un totale di 18.000 miliardi di dollari nelle banche offshore. E questa cifra non tiene conto neppure dei soldi che hanno in Svizzera.

Questa è una quantità impressionante di denaro. Tenete presente che il PIL degli Stati Uniti nel 2010 era solo di 14.580 miliardi di dollari. Allora perché l'elite mondiale si da tanto da fare a nascondere i soldi nelle banche offshore? Beh, ci sono due ragioni principali. Una è la privacy e l'altra è la bassa imposizione fiscale. La privacy è un grosso problema per quelli che sono coinvolti in imprese illegali come il traffico di droga, ma il  motivo principale per cui le persone spostano i soldi nelle banche offshore è per evitare le tasse. Alcuni conti bancari vengono aperti in nazioni straniere per minimizzare legalmente le tasse ed altri conti bancari vengono aperti in nazioni straniere, per evitare illegalmente le tasse. Restereste assolutamente stupiti di quello che alcune grandi corporazioni e individui ricchi fanno, per evitare di pagare le tasse. Purtroppo, la maggior parte del resto di noi non ha le risorse o le conoscenze per fare questi giochi, così veniamo tassati fino all’estremo.
Allora, perché le chiamano "banche offshore"?
Ebbene, il termine originariamente fu coniato perché le banche delle Channel Islands erano "al largo" del Regno Unito. La maggior parte delle "banche offshore" si trovano ancora oggi sulle isole. Le Isole Cayman, Bermuda, Bahamas, e l'Isola di Man sono esempi di questo. Altri "centri bancari offshore" come Monaco in realtà non sono del tutto "offshore", ma il termine viene applicato ad essi comunque.
Tradizionalmente, questi centri bancari offshore sono stati molto allettanti sia per i criminali che per l'elite globale (inclusi i governi), perché non raccontavano a nessuno dei soldi che qualcuno aveva parcheggiato lì.
In questi giorni alcuni governi (in particolare il governo degli Stati Uniti) stanno cercando di cambiare questa situazione, ma certamente non vedremo la fine delle banche offshore in tempi brevi.
La quantità di denaro che passa attraverso queste banche offshore è assolutamente stupefacente.
E' stato stimato che l'80 per cento di tutte le transazioni bancarie internazionali avviene attraverso queste banche offshore. 1400.000.000.000 di dollari sono fermi in banche off-shore solo nelle isole Cayman.
Un articolo sul Guardian ha stimato che un terzo di tutte le ricchezze di tutto il globo è detenuto nelle banche offshore, e altri credono che almeno la metà di tutti i capitali del mondo ad un certo punto passa attraverso le banche off-shore.
Ovviamente, tutta questa evasione fiscale significa che i governi di tutto il mondo stanno perdendo un sacco di soldi.
E' stato stimato che il governo americano sta perdendo 100 miliardi dollari l'anno a causa di queste banche offshore. Altri direbbero che questa cifra è significativamente più alta.
Evitare le tasse è un gioco cotrollato dall'elite globale. Giocano una partita completamente diversa rispetto a voi e me. Non si limitano a stare lì come idioti a farsi distruggere dalle tasse. Invece, assumono i migliori esperti che impiegano ogni trucco nei libri contabili per preservare quanto più denaro è possibile.
Oggi, approfittare dei paradisi fiscali offshore non è così complicato. Di seguito quello che viene riportato da un recente articolo di Politico ....
Uno scenario plausibile potrebbe essere questo: io assumo un ragioniere. Facendo il suo lavoro, il mio commercialista mi dice che se firmo alcuni documenti legali e instrado i miei soldi in una piccola isola dei Caraibi, potrei mantenere più del mio stipendio e pagare un'aliquota fiscale più bassa. Potrei aver guadagnato i miei soldi negli Stati Uniti, ma legalmente posso affermare che, in effetti, sono stati guadagnati in un paradiso fiscale.
Se è legale, forse molti di noi dovrebbero approfondire questa cosa.
Dopo tutto, se fare questo tipo di giochi è abbastanza buono per Mitt Romney, allora perché non è abbastanza buono per tutto il resto di noi?
Nel corso di una recente pausa della sua campagna, Romney ha detto quanto segue ....
"Posso dirvi che noi ci atteniamo alle leggi fiscali"
Io certamente gli credo quando dice questo. Ma è quello che ha detto dopo che è preoccupante ....
"E se c'è l'opportunità di risparmiare sulle imposte, seguiremo questa opportunità come chiunque altro in questo paese".
Io certamente gli credo anche quando dice questo.
ABC News ha recentemente rivelato che Bain Capital ha istituito un incredibile 138 fondi off-shore diversi nelle isole Cayman.
Deve essere andata abbastanza bene per volerlo fare 138 volte.
Ma Bain Capital, era molto impegnato anche in altri centri bancari offshore.
Una delle più grandi società di comodo che Bain ha istituito nei Caraibi si chiamava Sankaty High Yield Asset Investors Ltd. Non aveva una sede alle Bermuda e non aveva personale nelle Bermuda. Ma aiutava i clienti di Bain Capital ad evitare un sacco di tasse.
Di seguito un estratto da un articolo del 2007 del Los Angeles Times ....
Nelle Bermuda, Romney è stato presidente e azionista unico per quattro anni della Sankaty High Yield Asset Investors Ltd. Ha incanalato soldi nella famiglia Sankaty di hedge fund di Bain Capital, che investono in obbligazioni e altri titoli di debito emessi da società, così come in prestiti bancari.
Come migliaia di analoghi enti finanziari, Sankaty non ha alcun ufficio o personale nelle Bermuda. La sua sola presenza consiste in una targa presso uno studio legale nel centro di Hamilton, capitale del territorio dell'isola britannica.
"In sostanza, è solo un recapito postale" ha detto Marc B. Wolpow, che ha lavorato con Romney per nove anni in Bain Capital e che ha costituito la Sankaty Ltd nell'ottobre del 1997, senza mai visitare le Bermuda. "Non c'è nessuno che lavori laggiù tranne gli avvocati."
La quantità di denaro che oggi viene incanalato attraverso Sankaty è assolutamente incredibile ....
Oggi, Bain Capital gestisce 60 miliardi in attività, secondo un portavoce. Il totale include 23 miliardi di dollari di debito di Sankaty e fondi di credito. Una mezza dozzina di affiliati Sankaty oggi sono attivi nelle Bermuda, come mostrano i registri contabili dell'azienda.
I fondi speculativi del debito Sankaty sono organizzati come società nel Delaware che producono reddito d'impresa imponibile  investendo in titoli a reddito fisso e altri strumenti di debito. Secondo la normativa fiscale, anche le istituzioni degli Stati Uniti esenti da impostepossono affrontare una tassa del 35% se  investono direttamente in hedge fund del genere.Investendo invece attraverso una società delle Bermuda, le tasse sono legalmente bloccate, dicono gli esperti.
Naturalmente tutto questo è perfettamente legale.
Così nessuno si mette nei guai per qualcosa del genere.
Mantenendo i soldi offshore, anche coloro che gestiscono questo tipo di fondi possono evitare di essere tassati.
Victor Fleischer, professore fiscale presso la University of Colorado Law School, ha recentemente spiegato come funziona ....
"L'idea alla base di alcune delle strategie delle Isole Cayman è che il reddito che i manager ricevono per la gestione del denaro viene mantenuto offshore nelle Isole Cayman - e il principale vantaggio è che si può rimandare riconoscendo quel reddito in una data successiva e si può reinvestire il denaro proveniente dalle isole Cayman e nessuno di questi fondi reinvestiti viene tassato finché non vengono restituiti"
Romney sta facendo questo?
Non lo sapremo mai a meno che non ci mostri la sua dichiarazione dei redditi.
Quello che sappiamo è che Romney ha milioni di dollari del suo patrimonio personale investito in paradisi fiscali off-shore.
Quello che segue viene da ABC News ....
Oltre a pagare l'aliquota più bassa sui suoi redditi da capitale, Romney ha  8 milioni di dollari investiti in almeno 12 fondi registrati nelle Isole Cayman. Un altro investimento, che Romney riporta come un valore tra i 5 e i 25 milioni di dollari, mostra un record su titoli di stato domiciliati alle Cayman.
Ma Romney non ha investito denaro solo nelle Isole Cayman. A quanto pare il suo denaro è investito in una serie di paradisi fiscali off-shore.
Cita un articolo della Reuters ....
I fondi Bain in cui ha investito Romney sono sparsi dal Delaware alle Isole Cayman e  Bermuda, Irlanda e Hong Kong, secondo un'analisi Reuters dei titoli depositati.
C'è qualcosa di sbagliato in questo?
Beh, dipende da come si definisce "sbagliato".
Quello che Romney sta facendo è perfettamente legale.
Però puzza. L'avvocato di Washington Jack Blum ha recentemente detto sulle finanze di Romney ad BC News quello che segue  ....
"Le sue finanze personali sono un manifesto di ciò che c'è di sbagliato nel sistema fiscale americano"
Così ora possiamo avere qualche idea sul motivo per cui Romney non può decidere di rilasciare le sue vecchie dichiarazioni dei redditi.
Ma, come osservato in precedenza, quello che Romney sta facendo sono sciocchezze rispetto a quello che fanno gli ultra-ricchi.
Il Congresso degli Stati Uniti ha cercato di reprimere le banche offshore, ma gli ultra-ricchi sono sempre due o tre passi avanti a loro.
Gli ultra-ricchi raggiungerebbero praticamente qualsiasi estremo per evitare di pagare le tasse.
Infatti, il Washington Post ha riferito che un numero crescente di individui ricchi stanno in realtà decidendo di rinunciare alla loro cittadinanza piuttosto che affrontare l'ira dell'IRS.
Gli ultra-ricchi non sono realmente interessati più di tanto alla cittadinanza nazionale in ogni caso. Se vogliono influenzare le elezioni, possono avere molta più influenza donando qualche milione di dollari per un "Super PAC" che non lanciando i pochi voti che hanno.
In un precedente articolo, ho descritto come gli ultra-ricchi utilizzano le banche offshore come un "sistema bancario ombra" che gioca con regole che la maggior parte delle persone non sa nemmeno che esistono ....
Si tratta di un sistema bancario ombra di cui la maggior parte degli americani non sa nulla.La maggior parte degli americani non ha le risorse per essere in grado di creare società di comodo in una mezza dozzina di paesi diversi in modo da "filtrare" i  profitti. La maggior parte degli americani non sa nulla dei complicati piani di evasione fiscale che gli avvocati fiscali utilizzano, come il "Doppio irlandese" e il "sandwich olandese". La maggior parte degli americani non avrebbe alcuna idea su come far finire la maggior parte dei soldi che guadagna alle Bermuda in modo da evitare le tasse.
Alla maggior parte dell'élite globale semplicemente non importa che il debito degli Stati Unitistia arrivando alle stelle. Tutto quello che a loro interessa è come mantenere la maggior  parte del loro denaro nelle loro tasche il più possibile.
Naturalmente ci sono sempre delle eccezioni a questa regola. Warren Buffett recentemente ha firmato un assegno al Tesoro degli Stati Uniti per poco più di 49 mila dollari per contribuire a pagare il debito nazionale.
Ma considerando il fatto che il debito nazionale degli Stati Uniti aumenta di più di 100 milioni di dollari l'ora, questo non è servito molto ad aiutare.
Il nostro sistema è profondamente corrotto e l'elite globale la fa franca con sanguinosi delitti. Nel corso dei decenni, hanno costruito accuratamente le regole in modo che quanta  più ricchezza possibile venga incanalata nelle loro tasche, e hanno costruito accuratamente le regole in modo che quanta più ricchezza possibile rimanga nelle loro tasche.
Naturalmente se ci sbarazzassimo completamente dell'imposta sul reddito personale  e dell'imposta sul reddito delle società e li sostituissimo con un sistema completamente nuovo, potremmo sbarazzarci di tutti questi giochi una volta per tutte.
Ma quante probabilità pensate che ci siano che questo accada?


Fonte: The Economic Collapse traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein




1 commenti:

Anonimo ha detto...

mi sono ben documentato sto genere di pratiche, vi assicuro che sono alla portata di tutti e non eccessivamente onerose.

niente di tutto questo e illegale, infatti le tasse vanno pagate, certo in un altro stato dove hanno minore incidenza, ma alla fine vanno sempre pagate "ma con lo sconto" e nessuno può dirvi niente.

questo non succede solo ai conti correnti ma anche alle attività produttive, per questo sia le banche che le grosse industrie delocalizzano la produzione, ma nessuno vi dice che queste pratiche sono alla portata di tutti, anche della piccola bottega sotto casa, basta sapere dove mettere le mani...

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi