*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 3 luglio 2012

USA: cane eroe salva bambino di 14 mesi dall’annegamento

Il piccolo Stanley con Bear (fonte CNN).

Una bella storia a lieto fine arriva dallo Stato americano del Michigan, dove un cane ha portato fortunosamente in salvo un bambino che stava annegando.
Bear è un Labrador nero di quattro anni e, una settimana fa, ha portato in salvo un bimbo di 14 mesi precipitato dentro la piscina di famiglia.
A raccontare quanto accaduto è la stessa madre del piccolo Stanley: “Bear ha sistemato il dorso sotto la schiena di Stanley per evitargli di finire sott’acqua. Non so dove sarei se Bear non si fosse tuffato prima che potessi fare qualunque cosa per mettere in salvo mio figlio”.
La donna, Patricia Drauch, ha spiegato che il piccolo era caduto in acqua nei pochi secondi in cui lei si era allontanata per prendere qualcosa nel garage.
Quando il cane è riuscito a portarlo a riva, Stanley era blu e non respirava. Immediatamente soccorso e ricoverato in ospedale, il bambino è stato fortunatamente dimesso senza alcun danno permanente dovuto all’incidente.

Secondo il New York Times, l’annegamento è la seconda causa di morte per bambini di quell’età dopo gli incidenti della strada. Secondo un rapporto del Center for Disease Control e Prevention, ogni anno muoiono annegate quasi quattromila persone nei soli Stati Uniti, con una media di dieci al giorno. I bambini sotto i cinque anni di età possono affogare in poche dita d’acqua e talvolta, sopravvivendo, riportano danni cerebrali permanenti.
Grazie alla reazione pronta ed efficace di Bear, questa volta si è evitata una tragedia sicura.
Dice la madre del piccolo Stanley: “Da quando i miei figli sono nati, ho sempre detto a Bear di vegliare su di loro. Di trattarli come se fossero i suoi figli”. È evidente che il cane abbia ascoltato.
“È il mio eroe”, commenta la donna.
Anche il nostro!




fonte: all-4animals.com



Nome

Email *

Messaggio *