Una birra fresca in compagnia? Non nella Parma di Pizzarotti


Una birra fresca in compagnia di amici? Non a Parma, dove il sindaco grillino Pizzarotti, con un'ordinanza addirittura "urgente" ha proibito la vendita di bevande alcoliche dalle ore 21.00 alle 07.00 nelle zone della movida di Parma, dove si ritrovano i giovani. Motivo? Migliorare la sicurezza. Il provvedimento sembra eccessivo e repressivo, inoltre finirà per penalizzare le attività commerciali delle zone "colpite" dall'editto. In altre città, come Firenze, il divieto della somministrazione di alcolici scatta dopo le ore 02:00 e sembra decisamente più ragionevole. Per i trasgressori, previste multe dai 100 ai 500 euro;

Sono davvero queste le priorità di Parma?

Francesca Tavanti per nocensura.com





Commenti

Anonimo ha detto…
la vendita a parma non è vietata. è vietato l'asporto. la vendita ripeto non è vietata dopo le 21. è addirittura permesso l'asporto nelle rosticcerie se si compra una pizza in accompagnamento. basta leggere l'ordinanza.
davide
Anonimo ha detto…
Ricordiamo che l'alcool altera le funzioni del cervello, percezioni quali lo SPAZIO-TEMPO, una legge che lo vieta dopo le 2:00 non ha senso perchè uno e gia sbronzo da un pezzo, poi non lamentatevi se tuo figlio muore in strada da un pazzo ubriaco, forse le 21 e un po presto me per le 23:30 sarebbe ideale
Anonimo ha detto…
Scusate ma vi state sbagliando, informatevi bene, i locali possono, ma non i venditori ambulanti! Sveglia!
Anonimo ha detto…
Il divieto e' limitato alla vendita da parte di chioschi o bar con vendita a portar via, per limitare schiamazzi e garantire più sicurezza per le strade, non e vietato nei locali da quello ke ho capito

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

E anche Bonanni ha comprato casa con lo sconto: solo 200mila euro per 8 vani sul lungotevere 4 volte meno del prezzo di mercato

Censura del web in arrivo?