Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

venerdì 13 luglio 2012

Il gruppo giapponese ha venduto a un prezzo simbolico il suo stabilimento olandese, che aveva già cessato a febbraio la sua attività di produzione di vetture e suv. La cifra irrisoria è per salvarlo dalla chiusura e per non far perdere il lavoro ai suoi dipendenti. L'acquirente è la Vdl Groep che sarebbe già in trattativa con la Bmw per riconvertirlo

TOKYO - Salvare l'azienda, e i propri dipendenti, praticamente regalandola. È quanto ha pensato di fare Mitsubishi, l'importante holding finanziaria giapponese, che ha annunciato la cessione del proprio impianto automobilistico in Olanda a Vdl Groep, produttore locale di autobus e macchine industriali, al prezzo simbolico di 1 euro, a condizione che siano salvati i 1.500 posti di lavoro dei suoi dipendenti.

La decisione, diffusa con una nota, è maturata a seguito delle valutazioni sulla apparente convenienza a disfarsi della struttura - anche di fatto a titolo gratuito - piuttosto che a licenziare i dipendenti e a demolire l'impianto. La società nipponica, a completamento della transazione di fine agosto, stima l'iscrizione della perdita di "circa 28 miliardi di yen (quasi 280 milioni di euro) nell'esercizio fiscale 2012".



L'acquirente olandese, secondo fonti di mercato, sarebbe da parte sua nelle fasi finali delle trattative con la Bmw per la firma di un accordo sull'assemblaggio della popolare Mini grazie alla parziale riconversione dello stabilimento.

Mitsubishi, sospendendo a febbraio l'attività di costruzione di auto presso la fabbrica, ha concluso la sua esperienza in Europa, alle prese con la crisi del debito sovrano, spostando l'attenzione verso le economie emergenti, quali la Thailandia, dove le vendite sono vivaci. Lo stabilimento olandese, specializzato nella produzione di vetture compatte e suv, era stato inaugurato nel 1991 come joint venture tra Mitsubishi e la svedese Volvo, finendo poi nel controllo totale del costruttore giapponese nel 2001.


fonte Repubblica




0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi