Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

venerdì 27 luglio 2012

La senatrice Finocchiaro: "Il PD vuole che i cittadini scelgano gli eletti, ma se qualcuno vuole una legge elettorale con le preferenze sappia che non siamo disponibili". E per difendere l'attuale sistema, in cui a decidere chi sarà eletto sono i capibastone dei partiti, inventano teoremi incredibili, come che il sistema delle preferenze "foraggiava il voto di scambio mafioso". La verità è che i dirigenti del partito democratico vogliono mantenere il ferreo controllo sulle candidature, in modo da essere rieletti senza problemi e rischi, ed in modo da esercitare potere sui dirigenti di rango inferiore che sperano di essere candidati, costretti a colossali leccate di culo per entrare nelle grazie dei capi; anziché rispondere agli elettori, devono rispondere a loro. 

Staff nocensura.com 

Dopo mesi di trattative, incontri, proposte, la riforma del Porcellum è ancora bloccata dai veti incrociati dei partiti: a differenza degli altri paesi del mondo dove il sistema elettorale è qualcosa di inemendabile quasi come i trattati costituzionali (da qui le definizioni "modello tedesco", "modello francese", "modello spagnolo"), qui in Italia i signori della casta manomettono il sistema elettorale a distanza in media anche di meno di 10 anni. 
Lo squallore di questi personaggi è che il loro impegno riformistico-elettorale è volto non certo al bene del paese e al benessere dei cittadini, ma solo a pianificare il miglior modo per fregare la gente.
Eccoli dunque a studiare a tavolino quale è il miglior congegno elettoralistico in grado di garantiere più seggi con meno voti.
Quelli che rivestono ultimamente il ruolo più viscido e meschino sono i signori delle tessere del PD: rifiutano come la peste le preferenze perchè, da alcuni sondaggi commissionati dal loro ufficio elettorale, hanno verificato l'incapacità pur minima di ragrannellare qualche migliaio di cittadini disposti a mettere il loro nome sulla scheda elettorale.
Gli stessi sondaggi dimostrano che, con il sistema dei collegi, essendo all'elettore preclusa ogni scelta se non il nero e il bianco, ed essendo loro nella possibilità di scegliersi per loro stessi i collegi più garantiti e sicuri (come ad esempio quelli della Toscana e dell'Emilia rossa), i vari Walter Veltroni, Massimo D'Alema, Enrico Letta, Giuseppe Fioroni, verrebbero tranquillamente rieletti, senza nemmeno doversi scomodare più di tanto.




0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi