Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 14 luglio 2012
Filippo Rossi

Esprimiamo viva solidarietà al direttore de "Il Futurista" Filippo Rossi, a cui auguriamo una pronta guarigione e lo esortiamo a sporgere denuncia e portarla avanti, in quanto il dibattito politico non può essere contaminato da episodi di violenza e di intimidazione, dettati più dalla scarsa intelligenza di certe persone che dalle differenze ideologiche. Schermaglie come questa, con militanti di una fazione politica che invadono gli spazi di una kermesse organizzata da chi ha idee differenti, credevamo fossero stati consegnati ai libri di storia, ma evidentemente non è così, ed è grave che coinvolgano addirittura il leader di un movimento: leader che dovrebbero non dare certo esempi come questo ai militanti, al di là delle idee, che anche quando non sono condivise devono essere sempre rispettate.
Staff nocensura.com
- - - - -
Di seguito l'articolo de "Il Fatto Quotidiano". Foto da Google immagini
Il giornalista, direttore del Futurista e ideatore della kermesse "Caffeina", è stato attaccato nella notte a Viterbo e  ha indicato il leader neofascista Iannone tra i responsabili. "Con lui dibattito inutile. Invaso uno spazio di confronto"
“Parlo di tutto tranne che di Iannone. Dopo questa notte credo sia inutile qualsiasi confronto politico”. Filippo Rossi, direttore del quotidiano on line “il Futurista” e direttore artistico di “Caffeina”, kermesse culturale che si conclude oggi a Viterbo, è stato picchiato nella notte da alcuni militanti di CasaPound, il movimento dei “fascisti del terzo millennio” capeggiato da Gianluca Iannone. E proprio il leader del gruppo di destra questa notte intorno all’1,30 ha aggredito il giornalista che si era fermato con alcuni membri del suo staff nello stand della segreteria operativa della manifestazione, in piazza san Pellegrino, per fare il punto della serata, quando sono arrivati alcuni esponenti dell’associazione di destra.

Gianluca Iannone
“L’aggressione non è stata soltanto contro di me – spiega Rossi al fattoquotidiano.it- perché hanno invaso la segreteria, dove erano presenti ragazzi e ragazze dai 15 ai 18 anni, volontari che hanno collaborato alla realizzazione del festival. Hanno violato uno spazio di vitalità e dibattito politico, con uno spirito di odio che non mi appartiene”.  Tra Rossi, collaboratore anche del presidente della Camera Gianfranco Fini, e Casapound negli ultimi tempi ci sarebbero rapporti molto tesi, testimoniati anche da scambi di idee molto accesi anche su alcuni social network. Ieri sera uno dei militanti di Casapound avrebbe spinto Rossi, facendolo cadere, e un altro lo avrebbe colpito con un calcio mentre era a terra. Rossi, medicato al pronto soccorso per alcune contusioni al volto guaribili in pochi giorni, stamattina si è presentato in questura a sporgere denuncia. 
Il giornalista ha indicato in Gianluca Iannone, fondatore e presidente di CasaPound Italia colui che lo ha colpito con un violento pugno al volto. Un altro militante del movimento neofascista, non ancora identificato, gli ha sferrato dei calci mentre era disteso a terra. Il gruppo di militanti che ha preso parte al raid era composto da una quindicina di giovani e tutti indossavano un maglietta nera con il logo dell’organizzazione. Ma all’aggressione avrebbero preso parte in quattro o cinque.
Per parte sua Iannone si difende e minimizza. “Quante storie per uno schiaffone futurista – dice-. Da Filippo Rossi, che si ispira a coloro che volevano esaltare ‘l’insonnia febbrile, il passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo e il pugno’, non ce lo saremmo aspettato”.  Poi spiega la sua versione: “Uno schiaffone, come quello di Umberto Boccioni a Ardengo Soffici, che il direttore de ‘Il Futurista’ dovrebbe conoscere bene, niente di più, altro che spedizione punitiva”. Questo, per il leader di CasaPound, è stato “il senso di quanto è accaduto ieri notte a Viterbo”, ovvero “una discussione tra vecchi amici che amici non sono più, in cui la ricerca di un chiarimento verbale è finita in un gesto di marinettiana memoria, dopo che Rossi, che più volte è venuto a CasaPound a parlare, ha ripetutamente diffamato il nostro movimento in maniera del tutto pretestuosa. Uno schiaffone può far male, ma un occhio nero passa in fretta. A Rossi voglio dire che altrettanto male possono fare la penna e le parole, ma gli effetti delle ingiurie durano più a lungo”.
“Ma quale schiaffo futurista”, replica Rossi, che non si aspettava l’aggressione dei neofascisti. “Iannone si è avvicinato dicendomi che mi doveva parlare. Visto che il festival era pieno di ragazzi, credevo si fossero creati problemi di ordine pubblico. Ero molto stanco e non mi sono neanche accorto che erano in tanti. Poi mi è arrivato il cazzotto”. Da lì si è creata una situazione di tensione che “mi ha messo anche paura. Più che lo schiaffo, la violenza è stata nell’invasione del nostro spazio”. I volontari del Caffeina hanno provato ad allontanare i militanti di CasaPound che, al termine della spedizione punitiva, hanno lasciato senza fretta la segreteria del festival.
Solidarietà da parte di Gianfranco Fini, che condanna “la vile aggressione” ed esprime “l’augurio di un pronto ristabilimento”. Il presidente della Camera osserva come il dibattito politico “non possa essere turbato ad opera di chi solo nella violenza e nell’intolleranza sa trovare argomenti per affermare la propria esistenza”.



x



1 commenti:

LaMeteora ha detto...

Casapound deve chiudere, aggredisce i giornalisti e cerca di intimidire le redazioni che scrivono articoli critici nei suoi confronti
http://giornale-indipendente-la-meteora.blogspot.it/2012/07/le-intimidazioni-di-casapound.html

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi