Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 27 luglio 2012
di Corrado Belli
Cosa ci fa il fondello sorridente in Croazia? Nulla di speciale possiamo dire, solo che durante una conferenza stampa rilasciata alla CNN ha chiaramente aggredito il Presidente Siriano Bashar al-Assad classificandolo un incapace di difendere i propri cittadini: Vai al link
“Il governo Assad non è stato capace di difendere i suoi cittadini, queste battaglie stanno distruggendo il paese”.
Questa cosa insignificante e inutile all’Umanità ha avuto il coraggio di accollare la responsabilità dei massacri esclusivamente al governo di Assad e non come dovrebbe dire ai Ribelli sostenuti da lui, gli USA e i governi appartenenti alla NATO, ma c’è una sorpresa che riguarda l’attenta a Damasco in cui sono rimaste vittime personaggi di spicco del governo Siriano.
L’attentato è di sicuro da attribuire a forze speciali NATO dato che nessun gruppo di ribelli sarebbe stato all’altezza di preparare e piazzare con precisione l’attentato, inoltre si è venuto a sapere che persone vicino ad Assad giocavano sporco e che in quella riunione dovevano essere smascherati per essere portati davanti a un Tribunale Militare.
Il 18 Luglio arrivò la notizia dell’attentato tramite la TV vicina agli Hisbollah nella quale dichiarava che nell’attentato hanno perso la vita il Ministro della difesa Assef Shaukat (Assef Shawkat) il suo soprastante (formalmente) Dawoud Abdallah Rajiha, il consigliere per la sicurezza nazionale Hischam Bechtjar, il ministro dell’interno Ibrahim al-Shaar il capo di della Stato maggiore il generale Hassan Turkmani, nel dare la notizia nei mass media occidentali, il giornale inglese Guardian ha constatato che la notizia fu subito confermata dal Governo Siriano e non smentita come di solito viene fatto quando succedono atti terroristici contro una stato che si trova in guerra aperta per non destare sconforto nella popolazione, lo stesso Leon Panetta non avendo come giustificare l’accaduto ha risposto ai giornalisti con queste parole:

“…questa è una situazione che sta sfuggendo di mano ad altissima velocità, per questo motivo è necessario che la comunità internazionale in comune lavoro con tutte le altre istituzioni internazionali prenda possesso della situazione in quel paese, si consiglia ad Assad di fare ancora di più per assicurare ai suoi cittadini la sicurezza richiesta oppure lasci il campo libero andando in esilio…”.
Poche ore dopo la notizia dell’attentato è partita una massiccia operazione di pulizia da parte delle Forze Siriane che hanno liberato diversi borghi e parti delle città che erano cadute sotto controllo dei ribelli.
Lo stesso giorno Barack Obama ha telefonato a Putin cercandolo di convincere a lasciare di appoggiare il governo di Assad, cosa che non gli è riuscita, cosa si aspettava? Nello stesso periodo di tempo (secondo la BBC in un articolo comparso il 21 Luglio) i ribelli sono stati cacciati via dai cittadini ormai allo stremo della sopportazione e non dall’esercito Siriano, viene da ridere solo a leggere l’articolo.
In un articolo del New York Time viene citato che le forze governative Siriane sono riuscite a riprendersi i posti occupati dai Ribelli dopo aver usato Armi Chimiche (l’Iraq non è lontano) citando come fonte dell’informazione un generale dell’esercito siriano “sconosciuto” che era passato dalla parte dei ribelli, (la solita tattica usata anche in Libia) questo generale che non si conosce il nome ha pure detto che l’esercito siriano è deciso di usare le armi chimiche anche contro i cittadini che manifestano contro il governo di Assad, questo generale NON ha potuto fornire alcuna prova di quello che dice perché non presente sul posto e si riferisce a informazioni provenienti dal Comitato  per i diritti dei Cittadini sito a Londra, cioè da migliaia di chilometri di distanza mentre lui si trova a pochi Kilometri dal luogo dove secondo lui si fa uso di armi chimiche???
Il giorno dopo l’attentato dove muore Assef Shawkat, muore in America anche Omar Suleiman durante una visita di controllo (Routine) Suleiman era il Vice di Mubarak ed anche il capo dei servizi segreti Egiziani che lavorava parallelamente con Assef Shawkat per un “Esercito ombra in Medio Oriente”, fatto stà che in tre giorni la situazione il Siria si è capovolta a favore dei Siriani e contro i Ribelli che hanno dovuto abbandonare in fretta e furia tutte le posizioni occupate nelle ultime settimane.
cid image004 jpg01CD6836
Bush J. E Bandar durante uno dei loro colloqui alla Casa Bianca. 
Cosa stia succedendo realmente nei canali diplomatici non è dato a sapere, si sa solo che Netanjahu è POLITICAMENTE morto, l’attentato in Bulgaria ha di sicuro a che fare con l’evento sopra citato per accelerare una aggressione nei confronti della Siria e per questo che anche Netanjahu si è detto pronto ad aiutare gli USA e la NATO a invadere la Siria pur di scongiurare l’uso di Armi chimiche, guarda caso un altro attentato che ha messo in subbuglio l’America e l’occidente, un attentato è stato fatto nella centrale dei servizi segreti a Riad nell’Arabia Saudita dove è rimasto ucciso il capo degli stessi servizi segreti, il Principe Bandar bin Sultan.
Per conoscenza riporto che Bandar era il Console dell’Arabia Saudita a Washington dal 1983 al 2005 ed era in stretta amicizia con Bush J. tanto che si meritarono la nomina di “Bandar-Bush”, da precisare che Bush e Bandar si incontrarono alla Casa Bianca il giorno dopo l’attentato del 9/11/2001 per discutere in privato su cosa fare e a chi accollare l’attentato, nei documenti della commissione si legge che a compiere l’attentato siano stati 15 cittadini Sauditi e quindi la via per aggredire l’Afganistan era stata spianata e non come normalmente doveva essere, cioè aggredire l’Arabia Saudita, durante quella discussione tra Bush e Bandar fu raggiunto l’accordo per far uscire la Famiglia Saudita dall’America nonostante ci fosse il divieto di decollo per tutti gli aerei che si trovano in USA, nell’accordo erano presenti anche tutti i parenti di Osama bin Laden, Bandar è stato anche il finanziatore del gruppo terroristico Fatah al-Islam, questo è stato possibile ottenerlo dopo che Bandar ha avuto colloquii con Dick Cheney ed Elliot Abrams per poter avere un bilanciamento tra le due fazioni terroristiche che operano anche in Libano “Fatah al-Islam e Hisbolla“.
Lo stesso Bandar è stato uno dei finanziatori del Bombardamento USA a Beirut nel 1985, in quella operazione doveva essere eliminato il Clerico Muhammad Hussein Fadlallah, invece furono uccisi 80 innocenti, prima o poi la giustizia raggiunge chiunque, Bandar era stato nominato Nuovo capo dei servizi segreti “Al MuKhabarat Al A’amah” tre giorni prima, aveva preso il posto di suo zio “Muqrin bin Abdulaziz Al Saud” che per motivi ancora sconosciuti le aveva ceduto il posto, Bandar era un agente della CIA con stretti rapporti con i Sionisti in USA e Israele, era un fissato per attaccare l’Iran militarmente.


fonte: Stampa Libera



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi