Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 10 luglio 2012

Se vi dicono che il governo ha stanziato 33,4 milioni di euro per il terremoto, probabilmente vi viene da pensare all'Emilia... (dove i soldi non sono ancora arrivati e i sindaci sono costretti a rivolgersi alle banche...) NO. Allora al sisma che ha colpito l'Abruzzo? NEMMENO. Hanno stanziato 33.400.000€ per il terremoto IN IRPINIA, del 1980! E a dirla tutta, ce ne sarebbe bisogno, perché ci sono ancora persone che vivono in baracche, container e case di fortuna. Il vero problema sta nel fatto che per la ricostruzione dell'Irpinia è stata stanziata una vera e propria fortuna, finita nelle mani di chissà chi. Sui soldi stanziati per il terremoto negli anni sono state aperte numerose inchieste, sempre finite nel nulla. 

"La ricostruzione fu, però, anche uno dei peggiori esempi di speculazione su di una tragedia" si legge sulla scheda riservata al terremoto da Wikipedia: "Il numero dei comuni colpiti, fu alterato per losche manovre politiche e camorristiche lievitando nel corso degli anni. Alle aree colpite, infatti, venivano destinati numerosi contributi pubblici" ne viene parlato "al passato" ma forse è il caso di parlarne al presente. La scheda di Wikipedia descrive molto bene le manovre speculative sul terremoto in Irpinia, dove criminalità organizzata e politici corrotti hanno "mangiato" un vero e proprio tesoretto.

ECCO QUANTO RIPORTATO DALLA GAZZETTA UFFICIALE DEL 4 LUGLIO 2012:
Per la prosecuzione degli interventi di cui all’art. 3, comma 2, della legge n. 32/1992, concernenti la ricostruzione delle zone terremotate delle regioni Campania e Basilicata, si ripartisce l’importo pari a 33,4 milioni di euro a valere sulle risorse assegnate al Dipartimento della protezione civile con la legge fi nanziaria 2000, di cui 23,4 milioni di euro per la Regione Campania e 10,0 milioni di euro per la Regione Basilicata, come da tabella allegata, che fa parte integrante della presente delibera.



staff nocensura.com


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi