*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 31 luglio 2012

Agricoltori e calciatori colpiti dalla stessa terribile malattia

Agricoltura e calcio: due mondi completamente diversi. Se non fosse per il prato verde, sembrerebbero non avere nulla in comune. E invece, secondo la Procura della Repubblica di Torino, un altro aspetto – stavolta terribile – potrebbe appartenere a entrambi. E ha a che fare proprio con quei prati verdi che per molti ragazzini sono un sogno e per molte persone rappresentano un duro lavoro. Contadini e allevatori si ammalano di sclerosi laterale amiotrofica come e più dei calciatori forse a causa del contatto continuo con i pesticidi. Questa è l’ipotesi sulla quale sta lavorando da tempo la Procura di Torino, la stessa che indaga sui casi di Sla tra i giocatori di calcio. La teoria spiegherebbe il meccanismo per cui l’incidenza della terribile malattia, la quale annulla tutti i movimenti muscolari compresi quelli della parola e della respirazione per portare inesorabilmente alla morte, sia così elevata tra le persone che stanno a contattol’erba dei campi di calcio.
Il quotidiano di Geova, Il Secolo XIX, riporta alcuni dati piuttosto inquietanti: la Sla colpisce i calciatori 24 volte di più rispetto alle altre persone. Nel solo Piemonte, nel 2011, sono stati censiti 123 agricoltori che sono stati dimessi dagli ospedali con la stessa diagnosi. Se confermata dal prossimo ampliamento dello studio scientifico (che riguarderà altre regioni e prenderà in considerazione gli anni precedenti), l’incidenza del morbo su contadini e allevatori sarebbe addirittura maggiore rispetto a quella rilevata tra i calciatori. Per il pm di Torino Raffaele Guariniello, il quale sta coordinando le indagini, la correlazione tra le due professioni sarebbero i pesticidi usati nei campi agricoli e in quelli sportivi allo scopo di salvaguardare le colture e i tappeti verdi. Il dramma, come sta emergendo dagli studi scientifici, è che gli stessi pesticidi potrebbero avere conseguenze devastanti per l’uomo. Fra gli ex calciatori colpiti dal morbo ci sono l’ex capitano del Genoa, Gianluca Signorini, morto nel 2002 all’età di 42 anni; l’ex capitano dell’Avellino, Adriano Lombardi, morto nel 2007 a 62 anni, e l’ex ct della nazionale Fulvio Bernardini, morto nel 1984 a 79 anni. Fra gli ex calciatori che combattono contro la Sla c’è Stefano Borgonovo, 48 anni, ex di Milan, Como, Pescara, Udinese e Fiorentina. Borgonovo ha annunciato di essere stato colpito dalla malattia nel 2008.




fonte: Controcopertina.com



Nome

Email *

Messaggio *