*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 26 giugno 2012

Portare la carta igienica alla BCE: vi darà denaro contante

di Paolo Cardenà

E no signori....! Voi non siete una banca. Siete solo  dei comuni mortali che dovete scoppiare e quindi, per voi, no money no party.
Se invece siete una banca e avete della carta igienica nei vostri bagni, portatela alla BCE che vi daranno soldi contanti.
E' questo il senso dell'allentamento delle condizioni di finanziamento che la BCE ha disposto a favore delle banche dell'eurozona.
In altre parole, dopo la scorpacciata di 1000 miliardi dati alle banche al tasso dell'1%, la nostra BCE ha deciso di accettare come collaterale a garanzia di prestiti (a favore delle banche), titoli (si fa per dire) di qualità inferiore e anche con notevole grado di rischio.
Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore la Bce potrà accettare a garanzia di prestiti concessi anche i c.d. Mortage Backed Securities, ovvero titoli  "con sottostante in prestiti immobiliari di cui le banche spagnole hanno quantità ingenti, che vengono ormai considerati alla stregua di titoli '"spazzatura" dalle agenzie di rating"

Stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, la BCE potrà accettare come collaterale:
"Ammessi alle aste di rifinanziamento della Bce come collaterale saranno anche i titoli con sottostante in mutui residenziali (Rmbs), titoli con sottostante in prestiti a pmi, nonché Abs e Cmbs con sottostante in prestiti per l'acquisto di auto, leasing e prestiti al consumo con un rating "second-best" almeno di "tripla B" secondo il sistema armonizzato di valutazione del credito dell'Eurosistema (almeno "Baa3" per Moody's, "BBB-" per Fitch e S&P, "BBB" per Dbrs). Questi Rmbs e Abs subiranno un taglio del valore del 26% mentre per i Cmbs l'haircut sarà del 32%. Gli Abs ammessi al rifinanziamento come collaterale con questa decisione dovranno soddisfare, inoltre, ulteriori requisiti che saranno specificati quando l'atto legale sarà approvato il 28 giugno prossimo"
Insomma, quasi carta igienica.
Ora però, una domanda sorge spontanea: visto che il bilancio della BCE si è gonfiato in maniera spropositata e che i suoi attivi sono garantiti da titoli di pessima qualità e in costante deterioramento,  cosa accade  se queste garanzie dovessero diventare inesigibili o peggio,  le banche o gli stati risultassero insolventi?

 Semplice darsi una risposta:  se il denaro in circolazione è garantito da titoli di soggetti insolventi, ne deriva che anche le banche centrali saranno insolventi poiché private dalla possibilità di riscuotere i loro crediti. E i debiti da chi saranno pagati? Altrettanto semplice rispondere: saranno pagati dalla collettività e dagli individui attraverso l’imposizione fiscale che i singoli stati possono o meno esigere. Stando così le cose, il vero prestatore di ultima istanza è il cittadino in quanto il denaro e il debito, ormai, costituiscono un tutt’uno inscindibile  e inseparabile.





fonte: vincitorievinti.com



Nome

Email *

Messaggio *