Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 13 giugno 2012
«Una telecamera distrutta, un iPhone rubato, pugni e calci»: e' questo, secondo la denuncia dell'inviato de Le Iene Filippo Roma, il trattamento riservato da Luca Barbareschi a una troupe del programma di Mediaset entrata questa mattina sul set del film'Mi fido di te' sulla Tiburtina a Roma. Ancora adesso sul set ci sono alcuni carabinieri, che la troupe dice di aver chiamato per riavere indietro il cellulare. L'inviato 'Moralizzatore' dice di ignorare completamente i motivi dell''ira funesta' del regista.
«Nessuna domanda strana o cattiva. Quello che posso immaginare - racconta in una lunga intervista disponibile su Ansa.it - e' che molti politici avendo la coda di paglia appena vedono le Iene impazziscono e hanno una reazione smodata, perche' chissa' che pensano. Oppure ha qualcosa da nascondere. Io gli ho fatto una semplice domanda: 'Complimenti stai portando il cinema italiano in Cina...'. Una domanda per cui e' giustificabile un'aggressione fisica cosi' veemente?». Tanti i particolari forniti dall'inviato: ''Questa mattina io e l'autore nonche' operatore del nostro programma siamo entrati in una fabbrica dove si sta girando il film dell'onorevole Barbareschi. Abbiamo trovato le porte spalancate, non abbiamo trovato nessuna resistenza e abbiamo fatto alcune domande alle maestranze che ci hanno risposto assai tranquillamente. Poi e' arrivato l'attore e regista del film. Non abbiamo fatto in tempo a fargli due domande che Barbareschi e' letteralmente impazzito''.
La giornalista di 'Servizio Pubblico', Giulia Innocenzi, sfoga sulla sua bacheca di Facebook, l'indignazione per il comportamento di Luca Barbareschi, che avrebbe avuto una violenta discussione con due 'Iene' sulle sue numerose assenze dal Parlamento. Questo è lo status pubblicato dalla Innocenzi sul social network:
«Il mio amico Marco Occhipinti e la iena Filippo Roma sono stati aggrediti da Luca Barbareschi, colpevoli di avergli fatto notare che e' un parlamentare con il 90% di assenze che gira film a spese nostre. Ora Barbareshi e' insieme ai carabinieri, e dopo aver dato spinte e pestato la telecamera, si rifiuta di restituire l'Iphone rubato al mio amico Marco. Fosse stato un marocchino l'avrebbero già arrestato, invece i carabinieri sono sul posto da circa 3 ore ormai senza risultati. Fate il passaparola e svergogniamo l'arroganza di questi politici!».

E la diretta via social network dell'episodio da parte della Innocenzi continua con un aggiornamento: "Da via Monti Tiburtini sarebbe partita l'auto di Barbareschi e dentro potrebbe esserci l'Iphone rubato alla iena Occhipinti con dentro il filmato dell'onorevole che da' i calci alla telecamera. I carabinieri sono impotenti: in oltre 3 ore comandante, capitano e colonnello di Casalbertone non sono ancora riusciti a farsi ridare il telefono rubato dal parlamentare, e il filmato potrebbe essere già stato distrutto dallo stesso. Già presenti sul campo ANSA e altri giornalisti. Fate passaparola e svergogniamo l'arroganza dei potenti!" E infine ecco l'ultimo aggiornamento: "i carabinieri dicono alle Iene che non hanno potuto perquisire Barbareschi in cerca dell'Iphone rubato causa immunità parlamentare. Domani l'onorevole parte per Hong Kong: con o senza il cellulare con il video della sua aggressione alla Iena Occhipinti? Che questo episodio ci sia da lezione: basta privilegi alle caste".
Sulla pagina facebook di Barbareschi si scatena la protesta, con oltre 500 commenti di cittadini incavolati per il suo atteggiamento arrogante, violento e presuntuoso.




fonte



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi