Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 16 maggio 2012


- Stefania Rossini a ‘Italia sul due’ - tratto da cremonaoggi.it

La storia sta facendo il giro dei media nazionali. Trasmessa a Italia sul 2, trasmissione pomeridiana di Rai2, e pubblicata sul quotidiano on-line Affari Italiani. Vivere in cinque con 5 euro al giorno, uno a testa. E’ ciò che fa da due anni una famiglia di Robecco d’Oglio. Mamma, papà e tre figli, di 9, 4 e 2 anni. Coltivano frutta e verdura nell’orto, fabbricano in casa pane, pizza, sughi, addirittura creme e detersivi. La mamma è Stefania Rossini, casalinga di 37 anni, il papà è un operaio meccanico e di anni ne ha 39. «Fino a due anni fa lavoravo come commessa part time al supermercato – racconta Stefania ad Affari Italiani – Ma per motivi familiari mi sono dovuta licenziare. Mi sono ritrovata a casa con tre bambini e un mutuo da pagare. Io e mio marito abbiamo capito che solo con il suo stipendio non riuscivamo ad andare avanti visto che era con quello che guadagnavo io che pagavamo la casa. Quindi mi sono reinventata la vita, proprio pensando a come facevano i nostri nonni e bisnonni».

La regola principale è fare tutto in casa. Cibo, detergenti e detersivi artigianali. Ma anche vestiti (“li modifico e li riutilizzo”), borse e tappeti. «Cerco di riciclare piuttosto che buttare e cerco di comprare il meno possibile», dice ancora Stefania nell’intervista.
Il tutto al prezzo di cinque euro al giorno. «Sì ho fatto un calcolo di spesa – continua Stefania su Affari Italiani - e questa è la cifra media quotidiana che è venuta fuori. Comprende il cibo, i vestiti, i detersivi, il materiale scolastico per i bambini e anche le spese sanitarie. Per fortuna fino ad ora siamo sempre stati tutti bene ma penso che anche l’alimentazione e lo stile di vita aiutino a non ammalarsi. I 5 euro al giorno non comprendono invece il mutuo, la benzina e le bollette. Lo specifico perché c’è anche chi mi critica: con la mia esperienza voglio solo dimostrare che si può vivere più felici spendendo meno».
Le prospettive? Andare a vivere a Pontevico, in provincia di Brescia, nella casa appena comprata e in fase di ristrutturazione (ora sono in affitto). Ovviamente con lo spazio per l’orto e la possibilità di allevare delle galline. Un ‘fai da te’ talmente economico e affascinante che Stefania ha deciso di aprire un blog (vai al blog) per raccontare l’arte dell’autoprodursi e dell’arrangiarsi. Dai sofficini, alla farfalla da realizzare a filet, fino al detergente piatti e lavastoviglie fatto in casa. “Consigli pratici di una ecomamma tris”.

fonte: cremonaoggi.it


7 commenti:

Anonimo ha detto...

per chi ha la fortuna di vivere in una casa dove ritagliarsi un orticello, spazio per galline e conigli e tutto il resto potrebbe anche essere facile..... i detersivi in casa li faccio anche io, e devo dire che si risparmia. Ma fare il pane col forno elettrico non è poi così conveniente. Chi vive in condominio è penalizzato da questo punto di vista. E non parlo solo del pane. Ho provato ad allestire un orticello sul balcone ...... ma non è fattibile. Raccogli una melanzana o una zucchina.... e che ci fai? Oppure aspetti un mese per un cespo di lattuga? Facile dire si può fare quando si vive in campagna o in periferia.

Anonimo ha detto...

e te che ci sei andato a fare a vivere in città scusa? a godere delle "comodità" della vita industriale seguendo un fallimentare ideale borghese e progressista perpetrato nell'ultimo secolo dove si è deriso la vita onesta di campagna. sai che ti dico, cazzi tuoi! assumiti le responsabilità delle tue decisioni e stai zitto con onore. altrimenti vendi casa e compra in campagnia, sarà sempre peggio per chi vive in città. auguri.

Anonimo ha detto...

Benissimo, aspettiamo che Monti e compagnia bella lo venga a sapere, faccia sua questa idea e che la applichi a tutti gli italiani, chissà come saremo felici tutti!
Questa ricetta ve la potevo dare pure io...peccato che non funziona per tutto e per tutto.Anche i terreno su cui fare l'orto viene tassato e in questi anni il valore catastale è pure triplicato... ma siamo realisti per piacere!

luna d'argento ha detto...

se lei è soddisfatta della vita da contadina va benissimo anch'io preferirei coltivare l'orto e star dietro alla casa anziche stare in un supermercato peccato però che non a tutti vada bene!non tutti sono adatti a sto tipo di vita e soprattutto ci sono donne molto piu ambiziose a cui non basta coltivare un orto ed allevare figli! e poi ricordiamoci che dalle 5 euro al giorno ha escluso il mutuo la benzina e le bollette! le spese sanitarie e scolastiche? con 5 euro al giorno 3 bimbi a scuola e all'asilo non ce li mandi quindi che non dica che vivono con 5 euro al giorno perche non è vero!certo è un ottimo esempio di risparmiatrice anzi direi che sia esagerata!va bene non sperperare soldi ma di riciclare i vestiti e andare in giro con la roba di 10 anni fa x risparmiare non me lo sogno nemmeno! ah: le tasse non le paga? aspettate che vada in campagna vedrete come li costa mantenere casa terreno e allevamento!

Anonimo ha detto...

già è facile parlare quando si ha la possibilità di fare determinate cose e poi è facile risparmiare quando non si mangia carne ,ne pesce ma sempre le solite cose carboidrati,legumi e verdura ,questo nell'intervista non viene detto che ha imposto hai propri figli uno stile di vita che ha scelto lei di fare non loro!!!penso che bisogna offrire di tutto a dei bambini anche una merendina ogni tanto che male c'è??saranno loro poi da adulti a scegliere che tipo di alimentazione fare!!!

Anonimo ha detto...

Non capisco perchè criticare. Lei ha fatto quello che dovrebbe fare un buon economista:ha guardato quanto le entra in casa,ha suddiviso secondo le spese e quello che le avanza lo usa per vivere quotidianamente.Per giunta riesce ad avere verdure fresche dal proprio orto coltivato senza schifezze ma con tanto amore,passione ed impegno da parte sua. Tanto di cappello!!! Mi sembra anche di capire che le sue scelte non siano fatte per mera tirchieria,ma per necessità,per cui si nutre e nutre i suoi familiari con quello che può,esattamente come facevano i nostri nonni ed i nostri genitori quando il consumismo era ancora nel cervello di Zeus e dovevano fare i conti con ciò che avevano a disposizione. Io stessa,da bambina(ho 57 anni),mangiavo pochissima carne e molti carboidrati e legumi,perchè i miei avevano limitate possibilità ed eravamo tre figli. Non mi sono nemmeno mai posta il problema e sono qua sanissima. Stefania(che non conosco assolutamente!!,ci tengo a precisarlo),racconta la sua esperienza ma non impone a nessuna di accettarla come una Bibbia!! Uno legge,non gli interessa oppure trova ridicolo,passa oltre e se ne va!! Io,da parte mia,la ammiro!!
Marinella

Serena ha detto...

A parte che conosco l'autrice perchè ci ho scambiato oggetti e parlato attraverso le mail, ma anche io sono come lei, cerco e devo risparmiare su tutto. E se si vuole si può.
Neanche io ho la possibilità dell'orto, ma ci sono i GAS e ho trovato dei super mercati dove vendono la frutta e la verdura a cassette a prezzi bassissimi perchè a km0! Cercate!
E poi il pane : io lo faccio con la macchinetta o faccio l'impasto con la macchina e poi faccio il filone da me e lo cuocio in forno. Farina a 30 cent al chilo e buona. Basta cercare!
E così per gli altri prodotti, ce ne sono di buoni e a prezzi convenienti oppure basta comprare prodotti che abbiano più di un uso oppure farli da sè : spendo pochissimo per fare le marmellate o altre cose!
Per gli abiti: io spesso ne ho scambiati per la bambina oppure abiti che erano della bambina, loro crescono a vista d'occhio e ne hanno più bisogno.
Per noi grandi basta fare gli acquisti giusti (un cappotto ti dura solo tre mesi?) nei posti giusti e, se come me e l'autrice, sai usare le mani a rimodernare un abito ci vuole poco! Basta qualche piccolo cambiamento,delle applicazioni e sono come nuovi!
Ovvio che non andiamo in giro con le pezze o i pantaloni stinti e laceri!
Fatevi un giro sul suo blog , sulla sua pag facebook o sui siti di scambio, verrà voglia anche a voi di salvare il portafogli e la natura!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi