Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 10 maggio 2012

di Michele Canziani

Una stella viene risucchiata dalla forza gravitazionale di un buco nero: appare nello spazio una lingua brillante - visibile a tre miliardi di anni luce - che sparisce inghiottita nel centro di una galassia. L’affascinante e raro fenomeno è stato osservato per la prima volta dall’inizio alla fine.
Un gruppo di astronomi della Johns Hopkins University di Baltimora ha reso noto lo studio che li ha visti coinvolti nell’osservazione spettacolare di una stella inghiottita da un buco nero.
"Al centro di molte galassie, compresa la nostra, ci sono buchi neri supermassivi e le stelle vengono inghiottite ogni 10mila-100mila. Tuttavia, - ha detto settimana scorsa Suvi Gezari, coordinatore dell’equipe di astronomi - questa è la prima volta che abbiamo assistito a un evento così drammatico dall'inizio alla fine. Si è trattato di qualcosa di così spettacolare che ci ha permesso di rilevare il tipo di stella e ricostruire la sua storia. Normalmente questa stella, nella costellazione del Drago, sarebbe sfuggita alle osservazioni." Gli esperti hanno potuto calcolare - si apprende sulla rivista “Nature” - il tempo impiegato dalla stella per essere assorbita, circa 15 mesi, e la presenza stessa del buco nero, regione invisibile ma micidiale, oltre che la sua posizione e la sua massa, pari a tre milioni di masse solari. Nel maggio del 2010 i telescopi a infrarossi dello Sky Survey del Regno Unito e dal Galaxy Evolution Explorer (GALEX) della Nasa fornirono le immagini della lingua di fuoco: la stella giunta tanto vicina al buco nero - alla distanza che esiste fra Mercurio e il Sole per intenderci - stava sprigionando le radiazioni mentre veniva attirata e inglobata: lo stillicidio dunque era iniziato. Considerando che quella scia brillante è visibile a tre miliardi di anni luce, significa che gli astronomi hanno assistito a qualcosa accaduto milioni e milioni d’anni fa, quando l’uomo non era ancora comparso sulla terra. 

Per la prima volta è stato osservato in diretta la cattura di una stella da parte di un buco nero. Una volta agganciata per gravità, il buco nero l'ha distrutta e si è inghittito il gas di cui era composta la stella. Il buco nero si trova in una galassia lontana 3 miliardi di anni luce da noi. Nel video vedete l'evento come è stato ricostruito dagli astronomi.


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi