Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 17 maggio 2012

di Rosa Serrano


Pignoramenti immobiliari in costante, drammatica crescita in Italia. Se 37.472 famiglie avevano perso la casa nel 2010, nel 2011 il doloroso destino si è abbattuto su altre 44.027. E le cose sarebbero andate addirittura peggio senza l´accordo salva-famiglie fra Abi e associazioni consumatori. Il paracadute ha scongiurato il pignoramento per migliaia di altre persone colpite da eventi traumatici come la perdita del lavoro o la cassa integrazione, che ne hanno ridotto la capacità di rimborso del mutuo. Queste persone hanno sospeso – per un anno – il pagamento delle rate.
L´ultima moratoria scade alla fine di luglio di quest´anno e difficilmente sarà prorogata. «Le prospettive reddituali delle famiglie – spiega Luca Dondi, responsabile settore immobiliare di Nomisma – non sono certamente positive e il sistema bancario, che finora ha riconosciuto una serie di moratorie, non potrà certamente rimandare sine die il momento del pagamento delle rate».

Ma pochi numeri sono sufficienti per confermare l´attuale momento di difficoltà economica delle famiglie: il numero delle richieste di sospensione del pagamento delle rate è passato dalle 55 mila di fine novembre 2011 alle oltre 60 mila attuali, con un debito residuo di circa 7,5 miliardi.
La contrazione della capacità reddituale delle famiglie è confermata dai dati Crif, secondo cui le richieste di mutuo nel primo trimestre di quest´anno sono calate del 48%, mentre Assofin segnala nel primo bimestre 2012 una vera e propria emorragia di operazioni di finanziamento concluse con un secco meno 58,5%.
Il dimezzamento dei finanziamenti immobiliari è anche l´effetto dell´inasprimento dei criteri di concessione del credito da parte delle banche e che ha colpito, in particolare, i mutuatari con reddito medio-basso. A questo fattore bisogna poi aggiungere il forte aumento dello spread. L´applicazione da parte delle banche di spread elevati, di fatto, vanifica fortemente le riduzioni dell´Euribor.
Basti pensare che – rispetto al 7 ottobre 2011 quando l´Euribor a un mese quotava 1,36% – venerdì scorso il valore si è posizionato sullo 0,40% ( – 0,96%) e l´Euribor a 3 mesi è passato nello stesso periodo dall´1,57% allo 0,69% (-0,88%).
Al contrario, dati elaborati da MutuiOnline propongono questo scenario: i ricarichi applicati dalle banche per i mutui a tasso variabile sono mediamente passati dall´1,43% del primo semestre 2011 al 3,57% del primo bimestre di quest´anno. «Il calcolo rigoroso dei tassi di interesse – segnala Dondi – rappresenta uno degli strumenti preferiti dagli istituti per alleggerire i propri costi. In altre parole, si trasferiscono sulla potenziale clientela l´onerosità dei costi di approvvigionamento a medio-lungo termine».



fonte



4 commenti:

Anonimo ha detto...

No comment...E poi quella faccia da C_ _ O di Bruno Vespa si permette anche di fare una puntata al suo programma per dimostrare che, poverina, Equitalia è solo una vittima del sistema, che in realtà non è vero che applica tassi e more da strozzini! Come si dice dalle mie parti, che òm de merda!

Anonimo ha detto...

non so cosa di scrivere,xke ho una rabia dentro di me.no sono italiano x questo scusate come scrivo.io sono dacordo ,e giusto che si devono pagare debiti personali.
equitalia esiste(come mi hano spiegato)di aiutare le persone che hano dificolta, che in realta non ne vero.prima mi minaciano x il furgone x la casa.po ti fano rate x tuo debito.pago 8,9 rate inverno no ho lavoro non paogo qualche rata loro cancelano tutto.
poi ti minacano ancora,fano foto di casa di furgone x pignorameno e tuto si ripete,fino a 2010.
mia madre e venuta da me per operarsi,abbiamo stabilito data di operazine.in fra tempo ha visto mia vita,mie paure,stres e depresione ke avevo, ogni volta quando sentivo motorno da postino,avevo panico e nn aprivo porta.vedeno questo madre era tropo preocupata x me,ma invece prima di operarsi doveva esere tanquia x che aveva presne tropo alta.
un gorno vine uno da eq,talia ci fa foto di futgone e casa dicendomi o minacanomi che tuto sara pignorato e che ci va a lasta.
ho decio di mandare mia madre in paese afinche non provo di sistemare qulqosa perche dopo operazine lei doveva stare in leto tre mese.
quando son andato da responsabile di eq.t x chiedere di risolvere broblema, mi ha deto:se no hai casa e furgone,loro non ti minaciano, sarebero contenti di portare 50e al mese,cosi se vuoi aiuto devi portare 10% e ti faciamo rara di quasi 300e,e tutto quelo che gia ho portato sara eliminato(na cifa di 4,5000e).
dovevo esere dacordo x salvare furgone casa x che mi minaciavano.ho portato il 10% che ano chiesto,aspetandole rate,invece sorpresa,volevno quazi altri 10%.li odeto se vi porto ncora quale garanzia ho ke non chedete ancora? ci siamo mesi dacordo ke se firmo una carta incaso di portare soldi,loro mi fano le rate.sperndo che questa volta ci andra bene,altra sorpresa,mi chiamano e dicono devi portare meta di quanto vale il furgone che ha 2 ani quasi novo.ho risposo che none posibile xke no ho soldi.alora ci va a lasta ti vendimo primafugone e s non copre il dbito nche caasa. ho dciso di prendere mio pasaporto con mia familia gia stresata, moglie e due figli andare fori da italia.e pegio che pio di due mesi dopo mia madre e morta da infarcto.
ho perso madre 10 ani in italia i figli hano perso la scula amici,ho perso 10 ani di vita e vivo con depresione.
ueso e solo un pezo di eq.talia

Anonimo ha detto...

Mi spiegate perchè le banche, con i soldi delle BCE, con tasso all 1%, investe nei fondi italiani con rendimento del 6,5%. Guadagno netto per le banche con i soldi che dovevano aiutare noi poveri lavoratori che non possiamo rubare per vivere..

Anonimo ha detto...

Uomo di merda (Bruno Vespa) non è la definizione giusta e ti spiego il perchè: Con la merda ci concimi quindi è utile! Direi che la definizione più consona è: uomo di fango che almeno quello (il fango) sappiamo che non serve a nulla.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi