Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 30 maggio 2012
Facciamo un po' di chiarezza sulla spinosa questione del rimborso da parte dello stato per i danni subiti dai terremotati. Il governo Monti qualche giorno fa ha stanziato fondi per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto, ma di fronte a nuovi eventi sismici ancora più distruttivi e drammatici, non saranno sufficienti. E nei giorni scorsi è stato approvato un dl che stabilisce che lo stato non risarcirà più i cittadini colpiti da calamità naturali che dovranno provvedere a stipulare una polizza di assicurazione. (Se possono permetterselo, ovviamente)


Luchino Galli, di "Mai più disoccupati", sottolinea che il decreto legge che stabilisce che lo stato non rimborserà più i danni dovuti alle calamità naturali è entrato effettivamente in vigore il 17 Maggio, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ma i suoi effetti sono provvisori; infatti perderà efficacia se il Parlamento non lo convertirà in legge, o ratificherà, entro 60 giorni dalla pubblicazione.  Per questo motivo è necessario tenere alta la guardia affinché il decreto non venga ratificato. 


I mass media inizialmente hanno affrontato la questione dei rimborsi, rassicurando i cittadini emiliani che sarebbero stati stanziati aiuti. Ma da alcuni giorni, nonostante le scosse siano continuate e abbiano prodotto nuovi ingenti danni, della cruciale "questione rimborsi" non ne parla più nessuno. Contestualmente agli aiuti - parziali - alla popolazione emiliana il parlamento potrebbe approvare in via definitiva questo obbrobrio normativo,  abbandonando a se stessi i cittadini che in futuro saranno colpiti da calamità naturali. Terremoti, ma anche alluvioni: eventi che con una certa cadenza sconvolgono la vita di centinaia di migliaia di famiglie italiane.

staff nocensura.com con la collaborazione di Luchino Galli di "Mai più disoccupati"


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi