Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 30 aprile 2012


Migliaia di cittadini si rovinano grazie ai videopoker, infilando nella fessura tutti i loro risparmi e infine la loro vita. Se ti viene da dire che "sono degli sciocchi", sappi che si tratta di una vera e propria dipendenza, paragonabile a quella provocata dalle sostanze stupefacenti: "cosa c'è di male a spendere 5 euro per tentare la fortuna?" Niente. Ma per qualcuno diventa una mania compulsiva fuori da ogni razionalità, alcuni anziani dilapidano la pensione, i lavoratori il loro stipendio, qualcuno l'intero conto corrente e persino la casa. Viaggio in questo dramma silenzioso. Guardate anche il servizio delle Iene "malati di slot machine". EDITORIALE

Da qualche anno in quasi tutti i bar sono presenti i videopoker; un mercato in continua espansione, fino alla recente creazione di vere e proprie "sale Casinò" dedicate alle moderne slot machines; un vero affare per lo Stato e per i fornitori del servizio, mentre al locale che ospita l'apparecchi spetta una percentuale risibile degli introiti.



Nel 2007 le 10 aziende produttrici di videopoker, che hanno distribuito nel territorio nazionale ben 200.000 slot,  finirono al centro di uno scandalo di dimensioni epocali, (che i mass media hanno praticamente nascosto) quando la GdF ha scoperto evasione fiscale per ben 98 miliardi di euro (qui l'inchiesta) soldi che l'erario ha recuperato solo in minima parte, 2,5 miliardi - uno sconto del 96,5% - mediante un condono. Ma nelle maglie della giustizia sono finiti anche giri di evasione di dimensioni minori, numerosi casi di truffa con slot machine manomesse, che erogavano vincite "a comando", e altri illeciti, questione che ha affrontato Francesco Martini su "La7"

Ma il fenomeno più preoccupante è come negli ultimi anni il fenomeno delle slot machine, abbia ridotto sul lastrico migliaia di italiani di tutte le età e ceti sociali, vittime del "gioco compulsivo", una vera e propria forma di dipendenza che non ha niente a che invidiare alle sostanze stupefacenti. 

Un'inchiesta sui "rovinati dal videopoker"

Mentre in passato per "giocare" era necessario recarsi ai Casinò, essendo oggi i videopoker diffusi capillarmente nei locali pubblici, che ormai offrono anche i modelli che consentono di effettuare grosse puntate, da 2-5€ per ogni "tiro", il numero di persone che ha problemi di dipendenza dal gioco è in costante aumento, e la grande diffusione della "macchinette" rende più difficile la terapia, rendendo frequenti le ricadute.Per guarire esistono apposite terapiecentri d'ascolto, gruppi di terapia collettiva, persino i Ser.T. (Servizio Tossicodipendenze) se ne occupano, ma spesso, quasi sempre, chi arriva a chiedere aiuto ha dilapidato veri e propri capitali. Effettuando una breve ricerca su Google si trovano numerosi casi, da tutte le parti d'Italia, che alcune volte sfociano in suicidi o episodi criminosi: dall'infermiere che dopo aver dilapidato tutti i risparmi si è dato alle rapine, la storia di un imbianchino e un cameriere che si sono rovinati, la storia di un minorenne videopoker dipendente. Addirittura un agente di polizia, finito sul lastrico a causa dei videopoker, per procurarsi i soldi ha sequestrato il figlio di un amico. Qualcuno pur di continuare a giocare si è spinto a costringere un barista a non chiudere il locale, eventualità quella delle persone che non vogliono smettere di giocare (dopo aver speso una bella somma, con l'illusione di "essere vicini a una vincita") che non deve essere infrequente, visto che sono molti i gestori che esibiscono un cartello che informa che dopo una certa ora le macchinette vengono spente. 


La cosa migliore è EVITARE DI GIOCARE, in quanto - come avviene con la droga - è difficile "controllarsi" e se avete problemi di gioco, o conoscete qualcuno che li ha, non esitate a chiedere aiuto! Vergognarsi di farlo è deleterio, in quanto in seguito potreste essere costretti a farlo, dopo aver dilapidato un patrimonio! Si tratta di una MALATTIA, che può colpire chiunque: restarne vittima forse è da ingenui, ma può capitare a chiunque e non c'è niente di cui vergognarsi.

staff nocensura.com


Per conoscere TUTTI I REGALI e benefici concessi dai governi alla "casta delle slot machine" leggi l'articolo ECCO TUTTI I REGALI ALLE LOBBY DELLE SLOT... 

Aggiornamento 02/03/2014: Anziani e gioco d'azzardo, "si rischia una vera patologia sociale" 


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi