Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 25 aprile 2012
Torniamo a parlare di 11 Settembre, in quanto negli ultimi giorni diversi utenti ci hanno chiesto cosa lumi circa la teoria secondo la quale "le torri gemelle siano state colpite da missili cruise", una panzana che a mio modesto parere non merita nemmeno di essere considerata una "teoria", una bufala basata su non si sa bene cosa, alimentata dai complottisti più beceri e ridicoli, che con le loro elucubrazioni riescono a ridicolizzare persino le questioni più serie.

Nota: questo non significa che secondo noi le cose siano andate come sostiene il governo americano. Anzi è fin troppo palese che la "versione ufficiale" faccia acqua da tutte le parti. Sulla vicenda delle "twin towers" sono tanti i "punti oscuri", ad iniziare dal crollo delle torri, venute giù, secondo numerosi esperti nelle modalità tipiche della "demolizione controllata". Gli aspetti poco chiari sono moltissimi: evitiamo di elencarli per non dilungarci e perché sarebbe ripetere discorsi ampiamente dibattuti. Sulle pagine di nocensura.com abbiamo dato sempre ampio spazio alle varie indagini sui fatti dell'11 Settembre, solo di recente abbiamo pubblicato il documentario "11/9 September clues" (uno dei documentari più accurati) e il video delle "velocità impossibili" realizzato da Massimo Mazzucco, autore del documentario "11 Settembre l'inganno globale". Video inchieste, quelle sopra citate, che nonostante qualche strumentalizzazione e imprecisione hanno senza dubbio evidenziato molte stranezze e "incongruenze" della versione ufficiale. Non sono sufficienti per chiarire come sono andati i fatti, ma lo sono per capire che le cose non sono andate come vogliono farci credere: e ben venga qualsiasi ricostruzione/ipotesi che sia plausibile e fondata. Trattandosi di materiale censurato dalle TV, siamo ben lieti di proporlo sulle nostre risorse, anche se precisiamo che il nostro "punto di vista" non è necessariamente quello espresso negli articoli/video che pubblichiamo, puntualizzazione valida per tutti gli argomenti.

Ben vengano le indagini, l'analisi dei fatti, la ricerca di incongruenze e di eventuali falle della "versione ufficiale", se effettuate con professionalità, competenza e "cognizione di causa", un'opera senza dubbio positiva, che non ha niente a che vedere con il "sensazionalismo" di chi avanza teorie talmente ridicole che si "smontano" con un semplice ragionamento logico. Pensare che le torri gemelle siano state colpite con dei "missili cruise" è PURA FOLLIA, e per capirlo non è necessario essere in possesso di una laurea. Probabilmente anche coloro che fanno queste "sparate" se ne rendono conto, ma talvolta la voglia di esibirsi, di richiamare l'attenzione, prevale sulla razionalità e pur di ritagliarsi "cinque minuti di celebrità" qualcuno è disposto anche a coprirsi di ridicolo. Dopotutto, una "bomba" di queste dimensioni sicuramente suscita curiosità, attira l'attenzione, e per qualcuno è questo è quello che conta.


Credo di poter affermare con una certa sicurezza che New York - con i suoi 8.175.333 abitanti, con una densità demografica di ben 6.731 abitanti per km² - non sia una "landa desolata"; e come si evince anche dalle foto scattate prima di quel giorno maledetto, le "Twin Towers" erano visibili da buona parte della città, tra cui il celebre, trafficatissimo "Ponte di Brooklyn".



Dopo l'impatto del primo aereo è facile immaginare come migliaia di cittadini, turisti, giornalisti, cameraman, cani e gatti non staccassero gli occhi dalla Torre colpita, dalla quale uscivano fumo e fiamme. Decine di telecamere erano puntate sulle torri, ai cui piedi si stavano ammassando centinaia di curiosi, soccorritori, persone uscite dalle torri. Migliaia di persone che guardavano le torri dalle più disparate angolazioni. SE PENSARE DI SPARARE UN MISSILE SULLE TORRI E FARLA FRANCA SAREBBE DEMENZIALE ANCHE IN CONDIZIONI NORMALI, DITEMI VOI CHI LO FAREBBE DOPO AVER COLPITO LA PRIMA TORRE!


Ma una persona capace di sparare un simile sfondone certo non si farebbe remore a sostenere che "i testimoni avrebbero potuto scambiare un missile per un aereo" o che "i testimoni sono stati messi a tacere" e chissà quale altra fantasiosa ipotesi riuscirebbe a partorire la loro fervida immaginazione...

Peccato che un missile da crociera Tomahawk sia lungo 6,40 metri contro gli oltre 70 metri di un Boeingsenza pensare poi che i missili hanno un diametro modesto contro una larghezza alare di quasi 70 metri di un aereo di quelle dimensioni.
Notare le differenze... 
Qualcuno (i difensori dell'indifendibile che si arrampicano sugli specchi per sostenere le proprie esileranti teorie) potrebbe osservare che "ci sono missili bianchi, di colore simile agli aerei" peccato che le dimensioni però restano quelle sopra citate... poco più di 6 metri contro gli oltre 70 metri di un aereo. Per non parlare della differenza in termini di larghezza...

Ma forse, per i nostri luminari, depositari delle verità nascoste al popolo, i migliaia di cittadini che erano nella zona, come quelli che hanno assistito alla scena da lontano erano tutti "complici", magari pagati dalla CIA. Così come lo erano gli uomini che lavorano ai radar e hanno visto gli aerei deviare la loro rotta. Giusto, gli aerei... che fine avrebbero fatto gli aerei, se contro le torri ci fossero stati lanciati dei missili? Al ridicolo di certe teorie (e di certe persone) non c'è fine. Potrei dilungarmi proponendo altre valutazioni, ma credo che non ce ne sia alcuna necessità, in quanto la situazione, è fin troppo chiara; come credo lo sia stata anche prima di questo articolo.

In una vicenda come quella dell'11 Settembre, con decine di aspetti poco chiari, qualcuno vuole mettere in dubbio persino le (poche) certezze. Chi alimenta queste ridicole teorie non solo non aiuta la ricerca della verità (cosa di cui sicuramente non avrebbero le capacità) ma sono i primi alleati della "versione ufficiale" che vorrebbero "sbugiardare", che rispetto alle loro fantasie è certamente molto più credibile. Queste assurdità non fanno altro che portare nell'ambito del ridicolo una discussione seria, perché che le cose non siano andate come ha dichiarato il governo USA, lo ripetiamo, è evidente.

Molto interessante, in tema 11 Settembre, il confronto tra Massimo Mazzucco e Paolo Attivissimo, rispettivamente un "convinto complottista" il primo, e un accanito sostenitore della "versione ufficiale" il secondo (vedi confronto a radioies: parte 1 - 2 -3 - 4) dove a nostro giudizio, entrambi peccano nel voler "tenere la parte" ad ogni costo. Mazzucco cerca con ogni mezzo di dimostrare incongruenze e falsità nella versione ufficiale, strumentalizzando e interpretando i fatti in modo utile al proprio scopo: la stessa impressione che ci da Paolo Attivissimo, sul versante opposto. Il dibattito a nostro avviso manca di obiettività, in quanto in alcuni casi ci sembra che le teorie di Mazzucco siano più credibili di quelle proposte da Attivissimo, mentre in altri casi sembrano più credibili le osservazioni di Attivissimo. Invece nonostante il confronto affronti molteplici questioni non succede una singola volta che uno dei due ammetta che l'altro ha ragione.
Precisiamo che nella maggioranza dei casi siamo propensi a dare ragione a Mazzucco, almeno fino a quando sostiene "che le cose non sono andate come ci hanno detto": le "ricostruzioni" invece, sono da considerare solo "ipotesi".

Come siamo contrari al "gioco delle parti" ("destra" contro "sinistra") in politica, lo siamo in questi ambiti ("complottisti" contro "debunker"). L'unico "metro di giudizio" che riteniamo utile e opportuno è quello basato su obiettività e buon senso. Come in politica ci sono coloro che sostengono a spada tratta la propria "fazione", difendendola anche quando sbaglia palesemente, attaccando sempre e comunque la "fazione rivale" anche nel caso che ne combini una giusta, ci sono i "complottisti" che vedono ovunque cospirazioni e sabotaggi, anche laddove non ci sono, che si scontrano contro coloro che prendono per buono qualsiasi dichiarazione venga rilasciata da una TV e dalle autorità.

A queste persone, ripetiamo due parole: buon senso e obiettività!!!

Alessandro Raffa per nocensura.com
(Sottoscritto da tutto lo staff)


2 commenti:

Anonimo ha detto...

forse ci stiamo dimenticando delle persone morte a causa dello schianto con le torri prensenti negli aerei. Se fossero stati missili le persone risultanti passeggeri degli aerei dove son finiti ?

Unknown ha detto...

...quindi cos'è stato? mi pare che le ultima novità fossero che quegli aerei non potevano essere stati, per una questione di leggi fisiche.
a me basta anche sapere questo. non è che se scopro che è stato un drone anzichè un missile mi cambia molto.
nell'articolo si fa la domanda "dove sarebbero finiti gli aerei". ...beh, gli aerei sono scomparsi per diverso tempo dai radar...possono aver fatto qualsiasi fine!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi