*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 19 aprile 2012

Grecia, ABN Amro rifiuta di ristrutturare 1,3 miliardi di euro di prestiti

Il colosso bancario olandese ABN Amro ha rifiutato una ristrutturazione dei prestiti accordati ad una serie di società greche, e garantiti dallo Stato ateniese...

Il colosso bancario olandese ABN Amro ha rifiutato una ristrutturazione dei prestiti accordati ad una serie di società greche, e garantiti dallo Stato ateniese. Si tratta di un portafogli del valore complessivo di 1,3 miliardi di euro, secondo quanto precisato all’agenzia France-Presse da Jeroen van Maarschalkerweerd, portavoce della banca, che ha confermato senza mezzi termini: «Abbiamo deciso di non partecipare».

L’annuncio è arrivato al termine di una riunione tenuta a Londra tra i rappresentanti del ministero delle Finanze greco e i dirigenti del gruppo.
Si tratta di una brutta notizia non solo per Atene, dal momento che gli asset in questione - che riguardano in particolare alcune società impegnate nei trasporti pubblici - fanno parte delle linee di credito per le quali si contava sulla partecipazione dei privati al piano di ristrutturazione della nazione europea.

L’intesa, raggiunta lo scorso 9 marzo, è infatti fondamentale per consentire al governo greco di raggiungere gli obiettivi che si è prefissato: in particolare il contenimento del debito pubblico al 120,5%, in rapporto al prodotto interno lordo, di qui al 2020 (il dato è attualmente al 160%, ossia 350 miliardi di euro). Per questo, come osservato ieri dalla televisione pubblica olandese NOS, il rifiuto di ABN Amro potrebbe portare ad un contenzioso giudiziario tra la banca e il governo di Atene.


fonte


Nome

Email *

Messaggio *