Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 8 aprile 2012
Ecco....appunto...si riparla di stangata bis...In realtà sarebbe la stangata n. 4 o n. 5 (ormai ho perso il conto...)

Il FT fa due conti "in tasca" all'Italia....
(e se sommiamo anche quelle di Tre-Monti....beh...ho perso il conto....)

Del resto quando si cresce da almeno di 10 anni di uno 0,0xxxx...se va bene...
altrimenti ci si contrae anche a botte da -2%/-3% all'anno....
vedi in questo blog
Con sul groppone uno stock di debito pubblico da quasi 2.000 miliardi
che non si riesce mai ad abbassare in modo decisivo...ma che ci ammazza d'interessi e che continua a salire anche per semplice auto-alimentazione...
Beh....è come camminare con una palla al piede da 100Kg, è come non avere più carte in mano da giocarsi
vedi il mio post di inizio 2010: Effetto "Pietra al Collo": Debito+Deficit

Se poi aggiungi che non abbiamo più nè la nostra valuta nè la nostra Banca Centrale
ma che praticamente, come giustamente ha detto il Premio Nobel per l'Economia Paul Krugman.......Italy voluntarily reduced itself to the status of third-world countries that have to borrow in a foreign currency (the euro)
Voilà...les jeux sont faits.....

All'orizzonte ci aspettano solo misure di austerity che peggioreranno la recessione già in corso, diminuiranno le entrate fiscali, creando altri buchi e dunque causando altri provvedimenti di austerity....
Avete presente la spirale depressiva ellenica?...........
Ecco...molto simile...
solo un po' più lenta e con qualche possibilità in più di poterne uscire...
perchè per fortuna l'Italia non è la Grecia....
o meglio....non è ancora la Grecia....

L'unica speranza che vedo è che tutto il Mondo parta a +10% di PIL all'anno...
ed allora anche l'Italia come sempre succhierà la ruota e riuscirà a tirarsi fuori dall'avvitamento verso l'abisso...
Oppure prima o poi arriverà una bella mega-patrimoniale+vendita di beni pubblici da almeno 400 miliardi, che abbatta il rapporto debito/PIL per qualche anno
e poi, con le storture del sistema feudale Italia, il deb/PIL tornerà a salire...
ma la 2° volta non avremo più nulla da interporre tra l'Italia ed il suo Default...
e le cose faranno il loro corso naturale...
come era scritto da tempo nei nostri numeri economico-cabalistici...:-)

Difficile infatti che l'Italia abbia la forza di implementare un Cambiamento radicale e decisivo...
Niente APOCALISSE ma un lento Declino, con ogni tanto qualche accelerazione significativa....
così goccia a goccia ci sembrerà più sopportabile questo lento morire....questo lento declinare...piacevolmente insensibili...confortably numb....
Non perdere questo stralcio di video tratto da "La Meglio Gioventù" di Marco Tullio Giordana




Ma alla fine della fiera...
poco alla volta il popolo italiano
si sarà fumato i risparmi accumulati
e si sarà impoverito in modo sudamericano (con polarizzazione ricchi/poveri)
a meno che uno non si sia difeso globalizzando/delocalizzando parte dei propri risparmi nei paesi più solidi e/o a maggior crescita...come fanno le multinazionali...;-)
beneficiando così della crescita e del benessere che si stanno generando ALTROVE...
od a meno che uno non abbia delocalizzato se stesso....
Monti verso la stangata bis
Ft: «Il governo pronto a varare nuove misure di austerity». 

L'ambizioso obiettivo di riduzione del debito pubblico italiano potrebbe essere compromesso dalla recessione e dagli alti tassi di interesse.
Dunque, nuvole nere si addensano nel cielo del Paese: potrebbero essere necessarie ulteriori misure di austerità da parte del governo tecnico di Mario Monti.
CITATO UN DOSSIER CONFIDENZIALE.
A riportarlo è il Financial Times, citando un documento confidenziale - intitolato Budgetary situation in Italy (La situazione di bilancio in Italia) - presentato ai ministri delle finanze dell'Eurozona nel recente vertice di Copenhagen.
Il 'warning' è contenuto in un testo di quattro pagine circolato nel meeting di venerdì 29 marzo e messo a punto dalla direzione generale per gli Affari economici e finanziari della Commissione europea.
Il dossier, in ogni caso, ha lodato i tagli alla spesa già varati dal Paese: Roma ha varato misure «davvero notevoli» per consolidare il bilancio, pari a più di 100 miliardi di euro ed equivalente al 7% del Pil.
PAREGGIO DI BILANCIO NEL 2013.
Tutto questo le ha permesso «di riguadagnarsi la fiducia dei mercati e ora è in rotta verso l'obiettivo del pareggio di bilancio nel 2013, dopo aver segnato un deficit pari al 3,9% del Pil nel 2011».
Ma, prosegue il rapporto citato dal quotidiano londinese, «gli sforzi dell'Italia per raggiungere gli obiettivi di bilancio potrebbero essere messi a rischio da prospettive deprimenti».
Quindi «il governo dovrebbe essere pronto a evitare ogni ritardo nell'esecuzione delle misure e intraprendere ulteriori azioni se necessario».
Martedì, 03 Aprile 2012
Ah...dimenticavo....
naturalmente è già stato tutto smentito....o quasi tutto...
Crisi, Monti: «Le misure correttive non servono»
Ridimensionata l'ipotesi di nuove manovre di austerity riportata su Ft.
fonte



1 commenti:

Anonimo ha detto...

che la situazione non sia semplice mi è divenuto chiaro quando l'ultimo Governo presieduto da Berlusconi ha deciso di contrastare più efficacemente l'evasione / elusione fiscale.
Tutti ad insultare Berlusconi, anche il suo Governo, anche ad insultare il PdL. Lui che fa? sceglie di contrastare chi non paga le tasse???
Nell'articolo non si dice quale efficacia potrebbe avere se gli italiani si mettessero a pagare tutti, realmente onestamente le tasse. Forse, addirittura, quelli che finora si sono distratti pagando di meno dovrebbero sforzarsi di pagare qualcosa in più.
In Italia mi sembra che non abbiamo giacimenti minerari o altre ricchezze naturali se non il turismo e le opere d'arte. E pagare le tasse potrebbe aiutare. Chissà.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi