Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 23 aprile 2012

Casini ha sciolto l'UDC, ma non il "gruppo parlamentare" che lo rappresenta in parlamento. Il "serpente" si prepara a cambiare la pelle, dopo la perdita di consensi dovuta all'appoggio a questo governo che ha messo in ginocchio gli italiani: un sostegno, quello di Casini al governo Monti, praticamente incondizionato, fin dal primo momento ha avallato tutte le decisioni di Monti, o meglio le decisioni di bilderberg-BCE-Trilaterale di cui Monti è praticamente un portavoce. Siamo alle solite: i partiti cambieranno nomi e simboli, ma le "teste" (di c...o) saranno quelle di sempre, quelle che ci hanno condotto nel baratro. Un film già visto, stessi attori, stessa trama, cambia solo il titolo. Speriamo che gli italiani non si facciano fregare questa volta. Errare è umano, ma perseverare..... e qui si è "perseverato" anche troppo!!!!


Alessandro Raffa per nocensura.com
- - - - -

Di seguito l'articolo di "Dagospia"


Come mai Pierfurby ha sciolto l'UDC ma non ha sciolto il gruppo parlamentare dell'UDC ?
Nessuna gelosia reciproca, anzi grande impegno per costruire tutti insieme il soggetto politico destinato a nascere dalle ceneri di Udc, Fli e Api. Lo ribadisce il finiano Della Vedova: «Partito della Nazione è soltanto il nome provvisorio del cantiere», ma l'obiettivo è «costruire rapidamente una forza elettorale in grado di competere ad armi pari con tutti gli altri... Questo è il progetto di Fini, Casini e Rutelli che si sono rimessi in gioco».

Tutto dipende da quante adesioni il progetto saprà ottenere. Significativo che Pisanu, autore di un documento sottoscritto da altri 26 senatori Pdl, prometta di andare verso il centro «con tutto il partito o con una sua larga parte». Anche dal Pd applausi a Casini: Merlo indica nello scioglimento per un progetto più ambizioso «la strada maestra» da cui lo stesso Bersani non dovrà prescindere.

Nel Pd si ragiona a voce alta sulla crisi dei partiti braccati dell'antipolitica. Anche qui, sulla scorta dell'intervista che D'Alema ha rilasciato al nostro giornale. Il presidente del Copasir molto insiste sulla fine del modello ispirato alle leadership populista. E il professor Fisichella ricorda come il tema di una riforma morale e intellettuale fosse già stato evocato prima da Renan e poi da Gramsci, questione antica insomma.

Su cui il filosofo Cacciari ha qualcosa da dire: «Sono d'accordo con D'Alema quando evidenza che una crisi radicale dei partiti equivale a una crisi della democrazia. Ma il problema è come affrontare la crisi dei partiti che sono sempre peggio, non riescono a selezionare la classe dirigente e non fanno le foto riforme». Manca, secondo Cacciari, qualunque accenno di vera autocritica.

E in questo clima prospera Grillo, con i suoi messaggi fuori dagli schemi. Alcuni spunti dai discorsi di ieri: «I controlli della Finanza installano odio sociale, il mio commercialista è in analisi per capire come si deve pagare l'Imu, i poliziotti hanno i co... pieni di dover bastonare la gente» e via martellante con una indubbia vena comica. Lo stesso Di Pietro fatica a reggere il confronto con il fondatore del movimento Cinque Stelle, mentre ormai l'attenzione dei politici è tutta rivolta alle prossime amministrative. Tra due weekend, e rivedremo in campo pure Berlusconi: farà propaganda al suo partito in Brianza.


x


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi