*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 30 marzo 2012

La Regina d'Inghilterra accusata di traffico di droga


L'Autorità di vigilanza sulla finanza della Gran Bretagna multa la banca della regina per riciclaggio di denaro e un candidato alle presidenziali francesi dichiara che parte della fortuna della regina "deriva dal traffico di droga".
 
La Financial Services Authority (FSA) ha condannato la banca della regina britannica, Coutts Bank, ad una multa di 8,75 milioni di sterline per non aver effettuato i controlli corretti su "persone politicamente esposte" e non aver prevenuto il riciclaggio di denaro.
 
Le carenze di Coutts erano gravi, sistemiche e la loro permanenza è stata autorizzata ufficialmente per tre anni. Hanno portato ad un rischio altissimi, da parte di Coutts, di gestire dei proventi di reato", ha detto la FSA in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale.
 
La notizia arriva meno di una settimana dopo le affermazioni di un candidato alle elezioni presidenziali francesi di aprile, secondo cui la regina britannica dovrebbe la sua fortuna ai proventi dei traffici di droga riciclati dai "banchieri ebrei della City."
 
Il 21 marzo, Jacques Cheminade, che corre per l'Eliseo come candidato indipendente, ha affermato che "una parte della fortuna della Regina d'Inghilterra proviene dal traffico di droga."
 
"No, non tutta la sua ricchezza, ci sono diverse altre fonti. Ma si tratta di una serie di traffici tra cui, sì, c'è il traffico di stupefacenti ", ha sostenuto Cheminade, intervistato dalla rete televisiva francese LCP.
 
Nota come la banca della regina britannica, Coutts è stata criticata per guasti "significativi, diffusi ed inaccettabili", come descritto da Tracey McDermott, a capo delle indagini contro la criminalità finanziaria.
 
"La dimensione della sanzione pecuniaria dimostra quanto seriamente vediamo le sue scelte fallimentari", ha detto McDermott.


fonte: PressTV [http://www.presstv.ir/detail/233402.html ]
Traduzione di Jacopo Castellini



Nome

Email *

Messaggio *