Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 25 marzo 2012
Il Presidente del Parlamento Europeo
Martin Schultz, ammette candidamente la
TRUFFA MONETARIA
di Stefano Stefanini

Il presidente del Parlamento Europeo ammette che l’attuale sistema monetario dell’unione europea è la più colossale truffa mai perpetrata ai danni dei cittadini !!!

Incontro del Forum Nazionale dei Giovani con il Presidente del Parlamento Europeo. A questa domanda posta da un giovane (Cristian Licata)

"NON LE PARE CHE TALE SISTEMA SIA UNA DELLE PIU’ GRANDI TRUFFE MAI PERPETRATE A DANNO DEI CITTADINI DA PARTE DELLE CONSORTERIE BANCARIE ???"

Il Presidente il tedesco Martin Schultz risponde (in italiano senza traduttrice) 

"SONO D’ACCORDO!!!"

Guarda il video:


A fronte della pesantissima accusa del giovane, circostanziata partendo dalle interrogazioni parlamentari sulla natura giuridica della proprietà dell’euro ( discussione volutamente evitata da politica e banche), passando per l’illustrazione del funzionamento dell’attuale sistema monetario dove la BCE non può prestare denaro agli Stati , ma lo presta alle banche commerciali al tasso dell’1%, le quali banche poi decidono se comprare titoli di debito degli Stati a tassi dal 4 al 7%, insomma quel sistema di cui ho ampiamente spiegato i disastrosi effetti nel mio precedente articolo, il Presidente del Parlamento Europeo ammette, senza mezzi termini, che è la più colossale truffa mai perpetrata ai danni dei cittadini.

La massima espressione democratica dell’unione europea ammette l’inganno che sta facendo fallire gli Stati, costringendoli a soggiacere alle oligarchie bancarie che in alcuni casi si sono sedute direttamente sugli scranni del comando, vedi Grecia con Papademos e l’Italia con Monti .

Il tedesco Schultz ammette che questo tipo di Banca Centrale è stato imposto come condizione sin equa non dalla Germania per entrare nell’euro, la quale tutt’oggi attraverso la “simpatica” cancelliera Merkl difende strenuamente tale posizione.

Posizione comprensibile per la Germania, che dall’euro è stata una delle poche a guadagnarci, in quanto passata dal super Marco al più debole Euro, ha visto quindi le sue esportazioni crescere a discapito dei paesi con monete più deboli, ma non comprensibile se si guarda dal punto di vista di un Unione Europea.

Ma torniamo alla sostanza, l’ammissione di Schultz, viviamo all’interno di una truffa colossale che porta la maggior parte degli stati ad indebitarsi fino alle estreme conseguenze,  con chiusura o delocalizzazione delle atività produttive, quindi perdita di posti di lavoro, disoccupazione, miseria, tagli continui della spesa pubblica, sanità, istruzione, aumento della tassazione fiscale, dei generi di consumo, suicidi, fino all’estrema ratio, ovvero il default con svendita del patrimonio pubblico e conseguente spartizione del bottino di guerra fra le solite multinazionali e finanziarie, insomma parafrasando un celebre film di Totò “I soliti noti “.

Insomma cosa vogliamo di più per svegliarci, forse che si presenti un funzionario della banca al nostro uscio di casa con l’atto di pignoramento in una mano ed un barattolo di vaselina nell’altra ???


Leggi il precedente articolo di Stefano Stefanini: "Le banche ci fotteranno oltre 1.500 mld, facile come rubare un gelato ad un bambino !!!"

staff nocensura.com


6 commenti:

Virtual Tags ha detto...

Certo che di faccia tosta il gentile Schulz ne ha davvero da vendere. Dopo aver messo in ridicolo l'europa negando al premier di una paese fondante come l'Italia di prendere la propria responsabilità al vertice del consiglio d'Europa, ora non trova di meglio che sgravare le pesantissime responsabilità del suo paese per addossarle sulle banche e quindi, di nuovo, sull'Italia il cui nuovo premiersi reputa essere un loro emissario! mai accettare caramelle dagli sconosciuti, e meno ancora di chi sappiamo che ha interessi contrari ai nostri: per questo l'unica scelta è il boicotaggio dei prodotti tedeschi, se poi si tratta di offerte della Deutsch Bank si colgono evidentemente due piccioni con la stessa fava!
http://www.facebook.com/boycottGermany/

Fabulo ha detto...

Piccolo errata corrige: conditio "sine qua non", invece che "sin equa non".

Anonimo ha detto...

"L'account YouTube associato a questo video è stato chiuso a causa di ripetute notifiche di violazione del copyright di terze parti". Come la mettiamo? Cmq il video lo trovate qui: http://piemontenews.wordpress.com/2012/04/03/dal-presidente-del-parlamento-europeo-la-conferma-le-banche-ci-stanno-truffando/
A parte tutto, Martin Schultz non è responsabile della nascita dell'euro: è socialdemocratico e dunque è all'opposizione, è, cioè, al fianco di quei cittadini tedeschi (il 90%) che per via dell'euro e dei confini aperti hanno perso soldi, sicurezza e lavoro, e si ritrivano precari e schiavizzati all'interno di uno Stato ricchissimo.

Roberto Spina ha detto...

Non si vede più il video

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=jpqSGU-mSaU

lillo ha detto...

Non è la visione giusta, la BCE non può prestare denaro agli stati DIRETTAMENTE, ma è scritto all'art.123.2 che le banche di proprietà degli stati HANNO DIRITTO ad ottenere il denaro dalla BCE allo stesso tasso di interesse delle banche private, (attualmente 0,15% ). Questa la mia scoperta del 2012 che ha rivoluzionato la finanza europea. http://www.palmerini.net/blog/rlo-stato-italiano-paga-il-denaro-al-6-invece-che-all-1-monti-buono-a-nulla/

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi