Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 20 marzo 2012
Angela Celentano
Dichiarazioni shock di Vicenza Trentinella, Presidente della Onlus "Gli amici del risveglio":
"Angela Celentano (la bambina rapita nel 1996 sul Monte Faito) è viva ed è in Turchia, dove vive con un uomo che crede essere suo padre, sono andata in Turchia e l'ho vista e fotografata (...)"
Sulla vicenda investiga la DDA di Napoli. 


Articolo + video-intervista di RadioIES, che ricorda come in Italia, dal 1974 al 2005 si è perso le tracce di circa 10.000 bambini. 


Vincenza Trentinella conferma la sua clamorosa verità: “sono andata a cercarla, vive con una persona potente
Un altro capitolo nella triste e irrisolta vicenda della scomparsa di Angela Celentano. La bambina. come tutti sanno, è scomparsa il 10 agosto 1996 sul Monte Faito e da allora non è mai stata ritrovata.
Adesso una persona, la signora Vincenza Trentinella, sostiene di averla trovata e dunque vista.
Una versione dei fatti certamente clamorosa e sconvolgente, alla quale però non crede la famiglia della bambina che ha querelato la Trentinella.
Noi di Blogtaormina, per dovere di cronaca, riportiamo le recenti dichiarazioni rese, con gli aggiornamenti sul caso, da parte proprio di Vincenza Trentinella, nel corso di un programma telefonico.
La DDA (Direzione Distrettuale Antimafia) di Napoli non avrebbe ancora chiuso il fascicolo aperto sulla base della testimonianza della signora, direttore generale della Onlus “Gli amici del risveglio” che si occupa delle persone in coma.
“La bambina è viva - afferma Vincenza Trentinella - l’ho fotografa e filmata il 10 marzo 2009 in Turchia. sono andata lì sapendo cosa cercare. Una persona molto importante mi ha fatto questa confidenza e sono andato a verificare. ma non posso fare il nome. è una figura istituzionale importante, che è venuta a mancare qualche tempo fa
Ho trovato la ragazza e mi sono rivolta alla DDA di Napoli. La credibilità sul mio racconto c’è, altrimenti avrebbero già chiuso il fascicolo. sono state fatte delle indagine e ci saranno stati dei riscontri. Il mio più recente interrogatorio da parte dei Ros risale al giugno scorso sugli ultimi dettagli che avevo da dire. Poi sono stata querelata ma mi astengo da qualsiasi commento.
Per quello che mi risulta la bambina sta benissimo e vive con una persona che lei crede essere suo padre e lui la tratta come una figlia a tutti gli effetti. Ha studiato e conosce diverse lingue ma non ha frequentato le scuole.
Angela sarebbe stata scelta, voluta, pagata. E’ stata consegnata e già la sera stessa stava con questo signore. Chi ha operato il rapimento l’ha fatto su commissione e chi ha riscosso il denaro è l’organizzazione malavitosa che ha compiuto il crimine.
Secondo il programma “Quarto Grado” sarei uno “sciacallo” che vive sulle disgrazie degli altri, ma lo sciacallo non mette i propri soldi e soprattutto non rischia la vita per andare in Turchia, in un Paese che non è facil. E per di più sono andata da una persona che da 15 anni tenta in tutti i modi di guardarsi le spalle”.
Non sappiamo quale sia la verità e se questa versione dei fatti sia davvero fondata. Certamente va rispettato  il dolore della famiglia. Altrettanto importante è ascoltare il racconta della signora Trentinella, che ha anche voluto precisare la totale estraneità della famiglia al rapimento, dichiarando che il rapimento sarebbe stato operato “da persone del luogo”. Vincenza appare determinata, in ogni caso, a sostenere e portare avanti la sua versione dei fatti.
Le indagini della DDA stanno andando avanti. Non c’è al momento un decreto di archiviazione su questa ipotesi investigativa.  La verità potrebbe arrivare se venisse eseguito l’esame del dna. “In Turchia – aggiunge la Trentinella - , al momento di un controllo, la bambina è stata sostituita con un’altra per impedire che si accertasse che la persona fotografata e ritrovata è Angela. Prova ne è la messa in scena che è avvenuta lì”. “Angela è in mano ad una persona potentissima”.  
Bisogna continuare a parlare del mistero di Angela, per dare linfa alla speranza di ritrovarla, comprendere e tentare di far luce su questi giallo sinora “inespugnabile”.
L'intervista di RadioIES a Vincenza Trentinella:
fonte


1 commenti:

*Dioniso*777* ha detto...

ma che cazzate sono dopo 3 anni??? NON abbassate il vostro livello di informazione per favore

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi