*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 22 febbraio 2012

LA TASSA OCCULTA DI MONTI: CARRELLO SPESA +4,2%

L'ANSA ha reso noto che il costo del "carrello della spesa" è aumentato del 4,2% su base annua. Non c'era bisogno di un super-economista per capire che il risultato della fallimentare politica di Tremonti prima, e di Monti poi, sarebbe stata questo. Uno dei principali motivi di questo salasso è il "caro gasolio", che è aumentato di circa 30 centesimi nel giro di sei mesi. In un paese dove il trasporto delle merci avviene per l'85% su gomma, non poteva essere altrimenti; questo ovviamente ha fatto lievitare le spese di trasporto delle merci, ripercuotendosi su tutta la filiera. I pensionati con "la minima", i disoccupati e tutti coloro che già vivevano momenti difficili prima dell'avvento dell'uomo del bilderberg, ora sono letteralmente alla fame, e il "bello" è che qualcuno si ostina a parlare di "rilancio", una vera e propria offesa spudorata all'intelligenza dei cittadini...

... noi di nocensura.com ve lo avevamo detto subito che la fine sarebbe stato questa: incollate in bacheca questo articolo a coloro che - nonostante tutto - credono alla favola di "Monti salvatore della patria"... io piuttosto che credere a questa cazzata colossale, torno a credere a babbo natale come quando avevo 5 anni...

Alessandro Raffa per nocensura.com
-------------------
di seguito l'articolo dell'ANSA:


ROMA  - Il tasso d'inflazione annuo a gennaio segna un lieve rallentamento, passando al 3,2% dal 3,3% di dicembre. Lo rileva l'Istat nei dati definitivi che confermano le stime provvisorie, indicando un aumento dei prezzi su base mensile dello 0,3%.

A gennaio il rincaro del cosiddetto carrello della spesa, cioé i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti), è del 4,2% su base annua,

un rialzo ben superiore al tasso d'inflazione (3,2%). Secondo i dati Istat, che confermano le stime provvisorie, su base mensile la crescita è dello 0,8%, ai massimi da un anno.
A gennaio la benzina aumenta del 17,4% (dal +15,8% di dicembre) su base annua e del 4,9% su base mensile. Lo rileva l'Istat nei dati definitivi sull'inflazione di gennaio, aggiungendo che il prezzo del gasolio per i mezzi di trasporto sale del 25,2% in termini tendenziali (dal 24,3% di dicembre), il rialzo più alto dal luglio del 2008, e del 4,7% sul piano congiunturale.




Nome

Email *

Messaggio *