Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 28 febbraio 2012
Razionalizzare il riscaldamento in maniera economica, ecologica e funzionale si può!

Gli attuali metodi basati su fonti di energia non rinnovabili e spesso non compatibili con l’ambiente, non sono più sostenibili sul lungo periodo. Meglio cominciare fin da ora a guardarsi intorno e, nel nostro piccolo, ad attrezzare gli ambienti domestici con soluzioni alternative.Soprattutto se abbiamo intenzione di ristrutturare la nostra abitazione. Ne proponiamo cinque che con un piccolo investimento iniziale, permettono di climatizzare la casa risparmiando energia, diminuendo le emissioni e soprattutto contenendo i costi. Il tutto senza abbassare i nostri standard di vita.
1) Quadri a parete riscaldanti
Uno degli ultimi ritrovati sono i quadri a parete riscaldanti, un innovativo sistema eco riscaldante che assicura grandi vantaggi economici e un efficace riscaldamento ecologico. Grazie alla loro innovativa tecnologia, in meno di 2 minuti sono già in grado di riscaldare senza problemi locali di circa 20 -25 metri quadri, consumando molto meno dei tradizionali sistemi di riscaldamento.



Quadri a parete riscaldanti
un esempio di quardri a parete riscaldanti
2) Collettori solari
Dei collettori solari utilizzati negli impianti termici per la produzione di acqua calda sanitaria ne avevamo già parlato. In generale per il riscaldamento domestico, ne esistono di due tipi, i collettori piani, più usati e più economici che si possono usare anche se il cielo è nuvoloso, e i collettori a concentrazione, che sfruttano solo la radiazione diretta ma producono temperature più elevate. Di primaria importanza è però poter mettere a confronto il vecchio sistema caldaie/termosifoni e pannelli solari/termoconvettori e radiatori di nuova generazione. In quanto a risparmio, emerge che un impianto a pannelli radianti di nuova generazione abbatte i costi di combustibile del 50% circa, mentre accorgimenti più oculati, quale il solo utilizzo nelle zone vivibili (o zone di lavoro) possono abbattere i costi fino al 70%.


3) Riscaldamento a pavimento
sistemi di riscaldamento a pavimento sono facili da installare ed estremamente economici, sia per la posa che per la gestione. Con questi sistemi, l’intero pavimento diventa una superficie riscaldante la cui ampiezza permette di abbassare la temperatura dell’acqua fino a 30°C. Inoltre le nuove tecnologie in materia di riscaldamento stanno trovando valide risposte anche negli impianti che sfruttano l’energia solare a costo nullo e perciò garantiscono temperature confortevoli in pieno rispetto dell’ambiente.
Esempio di sistema di riscaldamento a pavimento
4) Caldaia a legna
Altra soluzione, specialmente nei luoghi isolati, è utilizzare le stufe a pellet, a legna o a mais, che hanno raggiunto un livello abbastanza elevato di efficienza e affidabilità, ed inoltre non producono fumi tossici, dato che bruciano solo combustibili naturali.
Caldaia a pellets
5) Riscaldamento a infrarossi
Il riscaldamento infrarossi è un nuovo sistema che permette di scaldare senza disperdere il calore.
I normali caloriferi scaldano l'aria, e questa scalda l'ambiente circostante. Con gli infrarossi praticamente si elimina un passaggio, scaldando direttamente persone ed oggetti presenti nella casa. Il riscaldamento per irraggiamento emette calore sotto forma di radiazioni infrarosse, simili al calore dei raggi del sole, producendo un comfort termico direttamente sul corpo.
Il calore così prodotto è assolutamente pulito, ecologico e addirittura benefico per il corpo, riducendo notevolmente i consumi e quindi anche i costi.

fonte


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Vi siete dimenticati un altro sistema fondamentale ... il bue e l'asinello ;) Sara

Anonimo ha detto...

il riscaldamento ad infrarossi, è di quanto meno economico... riscalda solo se è acceso, e una volta spento fa di nuovo freddo... meglio i termoconvettori a gas, riscaldano l' aria, e lo fanno in fretta... l' unica pecca è che l' aria di raffredda con la stessa velocità con cui si riscalda...

Anonimo ha detto...

le informazioni riportate non sono tecnicamente corrette e complete...purtroppo non ritengo che così si possa fare proseliti sul risparmio energetico, ahimè.

Anonimo ha detto...

Io ho una termostufa a pellet, consuma una sacchetta al giorno e lo pago 3,60 euro a sacchetta.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi