Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura


Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro... FIRMATE!!!
sabato 11 febbraio 2012


Annunciata crociata in tre stadi, primo: eliminarlo da internet. In un video diffuso ieri su YouTube il gruppo hacker accusa TelAviv di “crimini contro l’umanità”. "Non vi sarà permesso di attaccare un paese sovrano (Iran) sulla base di una campagna di bugie”. Già il mese scorso vi era stata una sorta di cyber battaglia fra hacker filo israeliani e filo palestinesi

Gli hacker del gruppo ‘Anonymous’ hanno minacciato di scatenare “un regno del terrore” contro Israele. Un video diffuso oggi su YouTube annuncia una crociata in tre stadi, aggiungendo soltanto che il primo punterà ad eliminare sistematicamente Israele da Internet.

Nel video, Anonymous accusa Israele di “crimini contro l’umanità”. “Dite di essere democratici, ma siete lontani dalla verità. Il vostro unico obiettivo è una vita migliore per pochi eletti, calpestando le libertà delle masse”, continua il messaggio.

Il testo si riferisce anche ad un possibile attacco contro l’Iran, affermando che Israele “ha intrapreso passi per assicurare un olocausto nucleare”, ma che non gli sarà permesso “di attaccare un paese sovrano sulla base di una campagna di bugie”.

Il sito di Haaretz ricorda che in passato la minaccia di Anonymous di attaccare il sito della Knesset, il parlamento israeliano, non ha avuto seguito. Tuttavia il mese scorso vi è stata una sorta di cyber guerra fra hacker filo israeliani e filo palestinesi con brevi attacchi a diversi siti. Un misterioso gruppo X-P ha anche diffuso sul web i dati di circa 15mila carte di credito della Banca d’Israele.


fonte


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi