*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 24 gennaio 2012

Il punto della situazione sull'Ungheria di Orban

UNGHERIA - Da quando ha posto sotto il controllo del parlamento la banca centrale ungherese, attirandosi gli strali di Draghi, Barroso e gli altri "paladini" dell'Europa, che lavorano nella direzione opposta (vedi http://bit.ly/zNvBlF) la popolarietà del neopremier Orban - eletto con il 70% dei consensi - sembra essere in ulteriore aumento; Sabato a Budapest sono scese in piazza 400.000 persone, praticamente un cittadino su tre residente nella capitale ungherese era presente (vedi http://bit.ly/xHAjfY) - Nonostante Orban sia senza dubbio il leader  europeo che può vantare il maggiore consenso dei cittadini, la stampa europea (quella italiana compresa) ha iniziato a dipingerlo come un DITTATORE (vedi http://bit.ly/w7JRus) senza dare il MINIMO SPAZIO alla IMPORTANTISSIMA riforma che ha avuto il CORAGGIO di approvare, (quella sopra citata) strappando ai banchieri PRIVATI (vicinissimi a BCE & soci) il controllo della banca centrale ungherese, con tutto quello che questo comporta (vedi http://bit.ly/zNvBlF). Il neo premier Orban sembra - nei FATTI e non solo a parole - dimostrarsi vicinissimo ai cittadini, visto che ha avuto - lo ripetiamo - un CORAGGIO ammirevole, mettendosi contro la lobby di banchieri che guida UE e BCE, organi come sappiamo bene legati a doppio filo al FMI, alla FED e alle altre potentissime lobby dell'alta finanza che controllano gli USA e stanno estendendo il loro dominio all'Europa e al mondo, i quali uomini di spicco sono riconducibili quasi tutti al Bilderberg group e alla Commissione Trilaterale, che come sappiamo bene sono i "burattinai" che "filoguidano" anche Mario Monti.



Una cosa negativa a riguardo di Orban che dobbiamo rilevare, è il fatto che ha fatto approvare una legge che di fatto ha "imbavagliato" la stampa ungherese (vedi http://bit.ly/wmEUSf). Secondo i sostenitori del premier - che avallano anche questa "mossa" - le restrizioni che Orban ha imposto alla stampa sarebbero legittimate dal fatto che questa è controllata da persone che coltivano gli interessi dei "poteri forti sovranazionali" vicini alla BCE, alla UE & Co. e non dei cittadini ungheresi; in pratica, la misura servirebbe per evitare la disinformazione. Una questione tutta da verificare, anche se non ci sorprenderebbe apprendere che la stampa si è schierata in difesa - per esempio - della banca centrale gestita dai PRIVATI, come avviene in tutta europa, ad iniziare dalla BCE che è di proprietà dei vari istituti privati...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook

Nome

Email *

Messaggio *