Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 23 gennaio 2012

Erano divenute rinomate località turistiche anche le case delle famiglie Scazzi e Misseri, figuriamoci se la gente rinunciava a recarsi all'Isola del Giglio. Il malcostume generale ormai ci ha assuefatto a scene come questa. Ma nel caso della Concordia, l'indecenza ha superato ogni record. Lo show televisivo sta dando il meglio di se, e se "ricostruire" i fatti è lecito, ridurre ad argomento di gossip una tragedia non lo è. A vedere i video dei "turisti" giunti sull'isola per farsi fotografare con il relitto, il mio pensiero è andato alla madre della piccola di sei anni, dispersa insieme al padre. Chissà cosa prova a vedere quelle scene, gente che - intervistata dalle emittenti televisive - ha dichiarato persino "che un giorno potrà raccontare di esserci stato ai propri figli", come se fosse stato protagonista di chissà quale evento. Persone che si adagiavano sugli scogli, in un clima quasi festoso, per mangiare un panino "vista-naufragio". Che tristezza! E in rete la satira si spreca; gruppi e pagine satiriche dedicate, che raccolgono migliaia di iscritti che scherzano sull'accaduto con una normalità disarmante; video e immagini satiriche di ogni tipo; e quello che mi dispiace, e di cui sento l'esigenza di scusarmi con tutti i lettori di Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com, è che un amministratore di nocensura.com le ha postate persino su questa pagina. Quando le ho viste, ci sono rimasto male, personalmente ho espresso la mia contrarietà al collega admin, che mi ha risposto, quasi sorpreso dalle mie rimostranze, che secondo lui non c'era niente di cui contrariarsi, visto che "anche Il Fatto Quotidiano ha pubblicato un post satirico che affianca Schettino al PD" (vedi http://bit.ly/AhfGKj) - e in effetti, non solo "Il Fatto", ma in pratica TUTTA LA STAMPA EUROPEA ha fatto satira sulla vicenda della Concordia (l'immagine della Merkel che abbandona sulla scialuppa la nave affondata postata anche su nocensura.com è stata creata dal tedesco "Spiegel") questo ovviamente, non significa che sia di buon gusto farlo. Con questo, preciso che non intendo ne fare il bigotto, ne polemizzare/criticare pubblicamente il collega admin, che non ha fatto niente di "scandaloso", visto come vanno le cose. Ma il fatto che scherzare su una tragedia che ha prodotto decine di morti (ormai i "dispersi" difficilmente saranno ritrovati vivi) sia considerato non solo "accettabile", ma addirittura "normale" la dice lunga sul degrado morale che abbiamo raggiunto. Non c'è più rispetto nemmeno per i morti.

Alessandro Raffa per nocensura.com


PS: da notare, come proprio "Il Fatto Quotidiano" abbia diffuso il video sui "turisti della discordia" (https://www.facebook.com/photo.php?v=278203455577990) quando il giorno prima ha pubblicato una vignetta satirica su Schettino...
c'è tanta differenza alla fine, tra chi va sull'isola e chi produce tali immagini? Che lo facciano i privati cittadini è ammissibile, ma non lo è da un organo di stampa... per questo sono rammaricato di avere visto qualche post di questo tipo anche su nocensura.com. E non me ne vogliano per questo mio sfogo i colleghi admin, se ho reso partecipe i lettori di queste mie riflessioni, spero sia apprezzata la nostra libertà intellettuale, al punto di criticarci tra noi, cosa che pochi avrebbero il coraggio di fare pubblicamente. Dopotutto, lo staff di questa pagina - come i lettori della stessa - è variegato: c'è chi la pensa in un modo, e chi la pensa in un altro; probabilmente il bello è proprio questo; non c'è un "direttore" che detta la linea, ma un gruppo di persone, con sensibilità e idee diverse tra loro, che pubblica liberamente. Il problema vero, esiste laddove tutti la pensano allo stesso modo...




Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi