Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 1 gennaio 2012


Fusione fredda: come volevasi dimostrare!
Ecco l' anello logico mancante a quanto già supposto ed esposto in articoli precedenti: come ben spiegato in questo video dal prof. Emilio Del Giudice ( collega del defunto Giuliano Preparata nelle prime sperimentazioni italiane sulla fusione fredda ), le scoperte di nuove e rivoluzionarie forme di energia e la loro sperimentazione vengono scientemente occultate ed insabbiate, impedendone la loro conoscenza ed applicazione in ambito civile, solo per poterle usare impunemente a scopo militare.


Ecco così spiegato il fenomeno delle cosiddette "bombe ad uranio impoverito", che altro non sono che "bombe nucleari tascabili" a tutti gli effetti, nelle quali lo sviluppo di energia atomica con bassa massa critica è reso possibile, in modo occultato e non tradizionale, proprio attraverso l' applicazione delle nuove scoperte in campo energetico: fusione fredda ed effetto Bridgman.


Come se ciò non bastasse, la sostanziale presa in giro è che il principio della fusione fredda viene qui applicato proprio per mascherare la reazione atomica ottenuta non tramite il tradizionale arricchimento preventivo dell' uranio, ma attraverso il suo arricchimento "istantaneo" al momento dello scoppio, sfruttando l' emissione di raggi gamma conseguenti al processo di fusione.


Morale della favola, l' impiego di proiettili nucleari "non dimostrabili", in quanto non strutturati come un' atomica classica, nei quali tuttavia avviene una piccola reazione atomica, ottenuta con le tecniche congiunte messe a disposizione proprio dai nuovi studi in campo energetico: ecco nate le bombe ad uranio "impoverito", appunto, che così possono essere classificate come "armi convenzionali", in quanto non necessitano del preventivo procedimento di "arricchimento" dell' uranio.


Armi che il solito Veronesi non si vergogna pertanto a dichiarare "innocue" !

In sintesi: il principio della fusione fredda, che potrebbe fornire se usato in ambito civile energia infinita, economicissima, pulita e sicura, viene usato solo per rendere "politicamente corretto" ( in quanto non strumentalmente dimostrabile ) l' impiego di piccole bombe atomiche ... mentre a noi raccontano le storielle dell' ambiente, del solare, del fantomatico picco del petrolio, e ci fanno muovere col buon vecchio "Matteucci-Barsanti" risalente al 1853, gran bevitore di petrolio, appunto ...


fonte


Condividi su Facebook

14 commenti:

notizie ha detto...

Ma poveri bambini, che crudeli, gli hanno rovinato la vita!

Rancher ha detto...

Ragazzi rendetevi conto che quanto farfugliato in questo 'articolo' è frutto unicamente di una grande quantità di fantasia.

La fusione fredda non ha niente in comune con dei materiali radionuclidi arricchiti o impoveriti.

Dovreste imparare ad assumervi la responsabilità delle cialtronerie che pubblicate, vergognatevi davanti a tutti i vostri (molto boccaloni) lettori.

Anonimo ha detto...

@Rancher: sembri perentorio nel tuo giudizio, io sono un modestissimo ragioniere e confesso la totale ignoranza in questo settore, tuttavia ho letto il curriculum del Signor Emilio Del Giudice (se proprio non vuoi considerarlo Professore), in qualunque caso lui può fregiarsi del titolo di Dottore. Tu di quale?

Anonimo ha detto...

perchè non si è mai verificato che professori dottori hanno raccontato fregnacce per soldi? Comunque credo che non sia da confondere con il processo LENR che molti per sbaglio chiamano fusione fredda... il processo LENR è usato sui nuovi catalizzatori di energia esempio E-Cat di Andrea Rossi che produrra vapore a 250° che potrà riscaldare le case e produrre corrente a casa insieme alle turbine della Siemens. Si prevede la vendita dell'E-Cat a fine anno inizio 2013.

fiofa57 ha detto...

Non è da adesso che i militari effettuano test dai cui risultati poi, nel bene o nel male, vengono tratti risultati che poi, nel corso del tempo vengono "dirottati" o "rimodellati" per il civile. Ripeto, ciò nel bene e purtroppo anche nel male...

Anonimo ha detto...

cialtrone o no,io nn posso giudicare queste sue affermazioni,ma sicuramente è inopinabile che il mondo militare da sempre oscuri scoperte potenzialmente vantaggiose per il mnondo civile ma non vantaggiose per le pobby dell energia,faccio un solo esempio,poortarei e sommergibili a propulsione nucleare,e intanto la benzina e' a due euro il litro...

Anonimo ha detto...

cialtrone o no è sicuro che i militari da sempre insabbiano scoperte potenzialmente vantaggiose per i civili e non vantaggiose per la lobby dell energia,un esempio sono i sommergibili a propulsione nucleare..e la benzina intanto è a due euro/litro

Anonimo ha detto...

Ma no ho capito una cosa!!! Se hai il titolo di dottore puoi scrivere strozzate ....

Anonimo ha detto...

forse dovreste capire prima di emettere sentenze...il prof.Del Giudice,in soldoni,dice che la fusione fredda vine utilizzata come innesco per piccoli ordigni nucleari che altrimenti data la piccola quantità di massa critica arricchita non permetterebbe la fissione.un ultima riflessione:se un domani la fusione fredda riuscisse ad essere sviluppata ciò porrebbe gravi problemi alle multinazionali del petrolio ed ai produttori di tecnologie a fissione nucleare,la fusione fredda sarebbe difficilmente monopolizzabile decretando così la fine dell'economia basata su gli idrocarburi fossili.troppi tanti interessi,Mattei già aveva capito tutto e l'hanno fatto fuori. http://youtu.be/iePU_j-a7X0

Anonimo ha detto...

Parere sull'articolo di un amico ricercatore di fisica. Fermo restando l'esistenza e l'utilizzo militare di armi non convenzionali o conosciute "Sulla fusione fredda ho poco da dire visto che non è uscito nemmeno un articolo scientifico al riguardo, il macchinario che dicono funzioni a fusione fredda è coperto da segreto industriale e l'avvio di una esperimentazione congiunta col Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna è stato interrotto sul nascere per mancato finanziamento. Ma quest'ultimo "inconveniente" è comune a tanti recenti progetti di ricerca italiani. Per il resto la tecnologia dell'Uranio impoverito credo abbia a che fare con gli isotopi dell'U a diversa instabilità e quindi si tratta di fissione nucleare e non fusione..."

fiofa57 ha detto...

Credo che, insultarsi e/o "alzare" la voce per rendere la propria ragione più "vera" delle altre serva a poco. Aprire un dibattito in un contesto pacato e civile potrebbe, dico potrebbe.., servire per individuare un problema e cercarne una soluzione. Siamo oramai obnubilati, zittiti e incattiviti da una società malata, da un potere che di democratico ha solo l'aggettivo, a che prò litigare anche tra di noi? Mettiamo la conoscenza nostra e altrui al servizio del prossimo, questa potrebbe essere la strada per costruire un futuro migliore, se non per noi direttamente magari per i nostri figli o i nipoti o le generazioni che verranno, è utopistico un pensiero simile?
Ciao a tutti e buona settimana....Fabio

Anonimo ha detto...

Rancher. certo che a sputare sentenze si fa presto. ma preferisco ascoltare un Professore di fisica in una conferenza pubblica che ci mette le faccia e dice certe cose, piuttosto che te che manco so chi sei e magari sei pure imbottito di azioni della BP da far rendere, oppure di qualche "finmeccanica" di turno americana produttrice delle armi in oggetto. Va bè, ci hai provato, ora.. schioda...

sandro neviani ha detto...

Buon giorno a tutti, chi scrive un articolo si firma nome e cognome, io dico questo come mai noi che commentiamo non ci firmiamo nome e cognome? perchè dietro ad anonimo ci può essere chiunque, se per questo anche dietro ad un nome, ma diventa più difficile. Cmq io credo al Dottore.
Neviani Sandro

sandro neviani ha detto...

vorrei dire questo: come mai chi scrive l'articolo si firma con nome e cognome? ed altri come anonimo commentano, ed allora prendiamoci le nostre responsabilità firmiamoci, perchè? dietro ad un anonimo ci può essere chiunque, cmq io credo al Dottore.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi