Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta esteri governo economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi infanzia animali chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel bambini canapa cancro meritocrazia umberto veronesi vaticano armi fini suicidi PD equitalia terrorismo BCE clinica degli orrori privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 28 gennaio 2012
I golpisti finanziari che hanno terminato la nostra democrazia dopo 63 anni di vita sono stati condotti al Palazzo italiano da Mario Draghi e dal Group of Thirty. Ad attenderli dentro il Palazzo vi era Giorgio Napolitano, da 35 anni uomo di punta in Italia del Council on Foreign Relations degli USA e amico delle loro multinazionali, come da lui stesso dichiarato molti anni or sono su Business Week.

Si consideri quanto segue:

1) La sovranità legislativa italiana, quella economica ed esecutiva, già compromesse dai Trattati europei e dall’Euro (si legga Il Più Grande Crimine 2011), sono state terminate del tutto. Ciò è evidente persino nei titoli del Corriere di questi giorni, non c’è bisogno di leggere Barnard o altri.

2) Le misure di austerità - si legga la rapina della pubblica ricchezza e del futuro di milioni di famiglie italiane attraverso un collasso pilotato dell’economia che tali misure portano senza dubbio - non hanno ora più ostacoli, e sono espressione del volere di poteri finanziari non eletti dagli italiani. Il Parlamento non ha avuto voce in capitolo, ha dovuto obbedire di corsa, cioè è stato esautorato di fatto da forze straniere.

3) Saranno decenni di sofferenze e lacrime e sangue per i cittadini, un impoverimento mai visto dal 1948 e tanti morti anzi tempo a causa della demolizione dei servizi.

I punti 1, 2 e 3 formano i contenuti sufficienti per un’accusa di alto tradimento della patria da parte di Mario Draghi e di Giorgio Napolitano, che devono essere incriminati e arrestati. Se pensate che questa sia retorica di un esagitato, si legga la letteratura economica americana sulla crisi dell’Eurozona per fugare ogni dubbio, e si visiti l’Irlanda o la Grecia, vittime prima di noi di questi golpisti. Questo è un colpo di Stato.

Mario Draghi è membro del Group of Thirty (GOT), dove la sua presenza segna il più scandaloso conflitto d’interessi della storia italiana, alla luce del disastro democratico che stiamo vivendo (prendano nota i demenziali travagliati dipietrosi che per anni sono corsi dietro al conflitto d’interessi del presunto ladro di polli e hanno ignorato quello dei veri ladri planetari). Il lavoro dell’eccellente Corporate Europe Observatory ha denunciato il GOT e ciò che vi accade. Fondato nel 1978, è una lobby dove impunemente i grandi banchieri si mischiano a pubblici funzionari di altissimo livello. Ecco i principali membri: Jacob A. Frenkel, di Jp Morgan Chase - Gerald Corrigan, Managing Director del Goldman Sachs Group - Jacques de Larosière, Presidente del Gruppo UE sulle risposte alla crisi finanziaria - William C. Dudley, ex Goldman Sachs oggi alla Federal Reserve di NY - Mervyn King, governatore della Banca Centrale d’Inghilterra - Lawrence Summers, ex ministro del Tesoro USA, oggi al Bilderberg Group - Jean-Claude Trichet, uno dei padri dell’Euro, ex governatore della BCE - David Walker Senior Advisor, Morgan Stanley International - Zhou Xiaochuan, governatore Banca Centrale Cinese - John Heimann, Istituto per la Stabilità Finanziaria - Shijuro Ogata, Vice Presidente, Commissione Trilaterale - inoltre vi sono passati Tommaso Padoa-Schioppa (ex Min. Finanze) e Timothy Geithner (attuale Min. Finanza USA). Ripeto: Draghi ne è membro oggi.

Cioè, in esso si mischiano i lobbisti della finanza bancaria più criminosa della Storia e i pubblici controllori delle medesime banche.

Mario Draghi arriva alla BCE fra il 31 ottobre e il primo novembre. Il colpo di Stato finanziario contro l’Italia si svolge nella settimana successiva, il governo eletto ne è spazzato via. Mario Draghi poteva fermare la mano degli speculatori golpisti semplicemente ordinando alla BCE di acquistare in massa i titoli di Stato italiani. Infatti tale acquisto avrebbe, per la legge basilare che li regola, abbassato drasticamente i tassi d’interesse di quei titoli, il cui schizzare in alto a livelli insostenibili  stava portando l’Italia alla caduta nelle mani degli investitori golpisti. Essi sarebbero stati fermati, resi inermi di fronte al fatto che la BCE poteva senza problemi mantenere a un livello basso costante i tassi sui nostri titoli di Stato. Ma Mario Draghi siede alla BCE e non fa nulla. Non siate ingannati dalla giustificazione standard offerta per questo rifiuto di acquistare titoli italiani da parte della BCE. Vi diranno che le è proibito per statuto, ma non è vero: infatti clausole come la SMP Bond Purchases lo permettono, e anche le regole sulla stabilità finanziaria del trattato d Maastricht, come scritto di recente da Marshall Auerback e da altri. Draghi poteva agire, eccome.

Risultato: il golpe. Da ora le elite finanziarie sono col loro aguzzino Mario Monti al governo a Palazzo Chigi. Fine della democrazia italiana fondata nel 1948. Comandano i mercati, non il Parlamento.

Tutto ciò è stato ampiamente discusso da Mario Draghi con i suoi camerati al Group of Thirty, secondo un copione che trapelava da anni sulle pagine della stampa finanziaria anglosassone. Silvio Berlusconi era stato avvistato più volte dell’esistenza di quel copione: “L’Italia ha problemi gravissimi, ha bisogno di una iniezione di libero mercato con riforme economiche neoliberali… fra cui ridurre le tasse, tagli all’impiego pubblico e alle pensioni, rafforzare il settore dei servizi privati, e rendere più facili i licenziamenti”, cioè esattamente quello che sta accadendo in queste ore nelle riforme che il golpe ci ha imposto, facendosi beffe, come già detto, del Parlamento non più sovrano. La prescrizione in corsivo è del Neoliberista fanatico Alberto Alesina nell’Aprile del 2006. Lo stessa anno in cui Draghi prendeva il comando della Banca d’Italia, dopo aver lasciato la banca d’investimento più criminosa del mondo, Goldman Sachs, in cui resse una posizione di comando nel settore Europa proprio mentre la Goldman aiutava la Grecia a truccare i propri conti pubblici nel 2002. Draghi mentì negando di essere stato in carica a Golman Sachs nei mesi della truffa, ma fu smascherato dalle audizioni del Senato USA, nientemeno.

Tornando al golpe. Le conseguenze sociali, le sofferenze per milioni di italiani per decenni, la scure che si abbatte sul futuro dei nostri piccoli, sui pochi preziosi anni che rimangono agli anziani indigenti, sull’ambiente, e sulla democrazia, saranno tragici. Nell’ordine di migliaia di volte peggiori di qualsiasi danno le mafie regionali abbiano mai potuto infliggere all’Italia, e col concreto pericolo di prostrarla per intere generazioni. Alla luce di tutto ciò, e mentre si fatica a non emigrare di fronte all’idiozia epica di masse di italiani che festeggiano l’arrivo dei golpisti (sic), è doveroso chiedere l’incriminazione e l’arresto per alto tradimento di Mario Draghi e di Giorgio Napolitano in quanto cittadini italiani. Prego quindi l’eventuale giurista che leggesse queste righe di informarmi sulla procedura per inoltrare una denuncia in tal senso. Se, come temo, essa non esiste, nulla cambia della sostanza morale di quanto scritto.

fonte


Condividi su Facebook

6 commenti:

Anonimo ha detto...

OK DOPO TUTTO QUELLO CHE HO LETTO, COSA DEVE FARE IL POPOLO ITALIANO CHE SI VUOLE RIBELLARE A TUTTO QUESTO?
COME CI POSSIAMO UNIRE ......?
COME ?
OK FATE VEDERE IL PROBLEMA, MA DATE ANCH UNA SOLUZIONE......!!!!!!

Anonimo ha detto...

In questa vera e propria scena del crimine,restano ancora da svelare il MOVENTE ed i MANDANTI.
ISRAELE sta usando gli Usa e l'Occidente per pianificare la 3 GUERRA MONDIALE A BASSA INTENSITA':la preparazione dell'attacco all'Iran prevede la sottomissione ODIERNA E PREVENTIVA di tutto il MEDITERRANEO attraverso la CREAZIONE di GOVERNI FANTOCCIO espressi dall'Alta Finanza Internazionale o dai Militari locali controllati dagli USA e CRISI FINANZIARIE (che tolgono denaro dal basso per trasferirlo in alto:oggi alle banche,che domani lo potranno scambiare in prestiti e finanziamenti alla Criminalità Militare).Infatti,Italia,Grecia e Spagna sono i principali utilizzatori di greggio iraniano nell'area.Tutto TORNA.ISRAELE è la MENTE,USA ed EUROPA le BRACCIA,di una Guerra che è prima di tutto di RELIGIONE (Ebraismo e Cristianesimo alleati contro l'Islam),in secondo grado di RAPINA INTERNAZIONALE (Risorse energetiche e Danaro liquido),di DIFESA TERRITORIALE FISICA dello Stato di Israele (già protagonista di Crimini contro l'Umanità).
Libia,Egitto,Libano,Afghanistan,Siria,Grecia,Italia,Spagna,Portogallo:GUARDATE..tutti i Paesi che vivono ad anello di Israele e del Mediterraneo risultano sfondati da Guerre e Crisi.Tutto era stato preparato perchè accadesse in questo momento.Il Mondialismo (aspirazione di Israele ed Usa a realizzare un Governo Mondiale Unico)dispone,a tal fine,di molti DIPENDENTI REGOLARI in Italia:essi fanno e faranno gli interessi di tale Potere fino all'ultimo,perchè sono stati collocati ai vertici del Paese NON per lavorare alla crescita del Paese,ma alla sua distruzione controllata.Nessuno continua a vedere che,nel 1945,l'Italia è stata INVASA dagli Americani dopo continue stragi di civili operate dagli aerei;riempita di basi militari ed ordigni di distruzione di massa;privata di ogni possibilità di CONTROLLO sugli affari e l'impiego delle Forze Armate e i Servizi Segreti.Non vedete che si ripete la stessa strategia di OCCUPAZIONE e SFRUTTAMENTO COLONIALE operata su tutte le colonie nella storia?? L'Italia è un possesso di Israele ed Usa,DOVRA' fornire DANARO,MEZZI, E UOMINI per le guerre del Padrone.Ogni uomo di Governo dal 1945 in poi è collocato ai vertici della Nazione per servire questi compiti.Il primo obiettivo utile potrebbe essere l'USCITA DALLA NATO.Su questo occorre battersi e fornire chiarimenti ed informazioni.

Anonimo ha detto...

Ma perché invece di trovare una soluzione tu, pendi sempre dalle bocche altrui?
Cerca di diventare cosciente, conscio e informato su tutto quello che succede veramente.
Senti sempre 100 o 1000 campane.
Mai fermarti ad una o due campane.
E questo su tutto.
Informati, leggi, studia, ricerca.
E fa in modo che anche gli altri che ti stanno affianco, facciano altrettanto.
Solo il sapere è potere.
E solo gli ignoranti lo prendono sempre in quel posto.
Quando molti avranno preso coscienza della realtà, solo allora sarà possibile fare qualcosa per invertire la rotta.
Ma finché la gente se ne frega, pensa solo a se stessa e si limita a sopravvivere, nulla sarà possibile. Eccetto quello di aprirgli gli occhi, stimolandoli ad andare oltre il loro naso e il vivere in maniera passiva.
Ma smettiamola dal dipendere dagli altri.
Ognuno ha una sua verità.
A ciascuno il compito di cercare la verità più vera.

Anonimo ha detto...

Ma perché invece di trovare una soluzione tu, pendi sempre dalle bocche altrui?
Cerca di diventare cosciente, conscio e informato su tutto quello che succede veramente.
Senti sempre 100 o 1000 campane.
Mai fermarti ad una o due campane.
E questo su tutto.
Informati, leggi, studia, ricerca.
E fa in modo che anche gli altri che ti stanno affianco, facciano altrettanto.
Solo il sapere è potere.
E solo gli ignoranti lo prendono sempre in quel posto.
Quando molti avranno preso coscienza della realtà, solo allora sarà possibile fare qualcosa per invertire la rotta.
Ma finché la gente se ne frega, pensa solo a se stessa e si limita a sopravvivere, nulla sarà possibile. Eccetto quello di aprirgli gli occhi, stimolandoli ad andare oltre il loro naso e il vivere in maniera passiva.
Ma smettiamola dal dipendere dagli altri.
Ognuno ha una sua verità.
A ciascuno il compito di cercare la verità più vera.

Rosa ha detto...

Io sono siciliana,nelle scorse settimane abbiamo assistito e partecipato con tutti i disagi che ne ha comportato al blocco degli autotrasportatori......la mia impressione su quanto letto e che se continuiamo ad abbassare la testa non si risolverà mai nulla....lo sciopero o movimento non era solo nostro ma per tutta l'italia.....ditemi un pò quante regioni si sono unite?....vergogna!!!!..questa è l'unità d'Italia.

Anonimo ha detto...

La democrazia italiana è finita con lo sdoganamento della mafia in parlamento ad opera dell'Innominabile....grazie a lui abbiamo parlamento e incarichi pubblici pieni di zoccole, faccendieri, mafiosi, arraffoni e quant'altro. Grazie a lui e alla sua incompetenza (così come quella di tutta la nostra politica che non è riuscita a mandare a casa un mafioso) ora ci ritroviamo in questa situazione....20 anni di malgoverno e ruberie a man bassa.
Abbiamo gente in parlamento che pensa solo ad arraffare il più possibile, grazie anche alla compiacenza di milioni di poveri imbecilli che li hanno votati per il proprio tornaconto...un posto assicurato qua, un condono di là, uno scudo fiscale dall'altra parte

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi