Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 18 gennaio 2012


Fino a qualche giorno fa il SITO DI COSTA CROCIERE esponeva il video "dell'inchino" di Schettino all'Isola di Procida, che oggi definiscono "pratica non autorizzata"... e hanno cancellato il materiale dal loro sito, dichiarandosi persino parte lesa! Fino a quando va tutto bene, godono del riflesso pubblicitario; quando poi le cose si mettono male, alzano le mani al cielo... questo non significa che Schettino è esonerato da responsabilità (inqualificabile lasciare la nave) ma che anche la potente lobby delle crociere si DEVE ASSUMERE LE RESPONSABILITA'...
---
da Repubblica (vedi qui)


Il saluto a Procida dell'agosto 2010, tuttavia, è speciale. In questo caso infatti il clima di festa per l'incontro ravvicinato viene raccontato, con grande entusiasmo, addirittura sul blog ufficiale di Costa Crociere. La compagnia che negli ultimi giorni ha preso le distanze da Schettino, che ha dichiarato la sua manovra al Giglio "non autorizzata" e che, in seguito al disastro, si considera "parte lesa". "La Costa Concordia [...] il 30 agosto 2010 prima dell'arrivo a Napoli, previsto intorno alle 13.00, ha omaggiato con il suo saluto, e con la sua breve sosta nella rada della Corricella, l'isola di Procida. Tutto ciò grazie al Comandante Francesco Schettino, di Meta di Sorrento".


E' questo quanto si legge su una pagina web che, oggi, sopravvive soltanto nella "cache" di Google, la grande memoria del motore di ricerca che permette di consultare siti non disponibili temporaneamente o rimossi dal server originale. Quel post del 26 settembre 2010, dal titolo "Costa Concordia festeggia davanti a Procida", sul blog ufficiale della compagnia infatti non c'è più. Forse è andato offline ben prima della tragedia del Giglio. Forse è stato rimosso opportunamente nelle ultime ore. Fatto sta che la scia della Concordia vicina a Procida, grazie alla Rete, è ancora ben visibile.
"L'arrivo della nave è stato annunciato da 10 colpi di mortaio ai quali Costa Concordia ha risposto con 3 fischi di sirena, rituale di saluto" si legge ancora nel piccolo articolo di circa un anno e mezzo fa. E poi: "Una grande emozione non solo per i procidani ma anche per i numerosi turisti presenti che hanno accolto la grande e possente nave con applausi, striscioni, musica trombette e vuvuzelas, a bordo di motoscafi, pescherecci, natanti di ogni genere".


I colpi di mortaio, gli striscioni, le trombette: tutto, dunque, era stato organizzato. E tutto rientrava in quella che, stando ora anche al blog di Costa Crociere, sembra essere una vera e propria usanza. Lo conferma la dichiarazione di un primo ufficiale di coperta della Concordia - originario di Procida - riportata alla fine dell'articolo: "E' stata una festa, un atto d'amore e un omaggio alla tradizione marinara che procidani e sorrentini hanno nel Dna''.


fonte





Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi