Codacons, benzina verso 1,7 euro per effetto Iva

L'aumento dell'aliquota Iva ha avuto ripercussioni immediate alla pompa, con incrementi dei listini pari a 1,4 centesimi al litro per la benzina, 1,3 per il diesel e 0,5 centesimi per il Gpl. Ne deriva, secondo il Codacons, che la benzina vola verso un nuovo record attorno a 1,7 euro al litro.

"Gli aggiornamenti dei listini dei carburanti produrranno una maggiore spesa a carico dei cittadini, che a pieno regime sará pari a +19 euro ad automobile su base annua, cifra che, ovviamente, va sommata alla precedente batosta dovuta all'aumento delle accise, pari a 60 euro ad autovettura, per un totale complessivo, su base annua, di +79 euro a veicolo" afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

Il Codacons ribadisce quindi la necessità di escludere dall'aumento dell'aliquota Iva quei beni che, come i carburanti, rischiano di determinare un effetto domino sui prezzi e scatenare una pericolosa spirale inflazionistica.

fonte


Condividi su Facebook

Commenti

Kamikaze 63 ha detto…
Sveglia italiani. Oggi 7/12 con effetto immediato firmato dal Napolitano non dico presidente perchè mi fa schifo. I carburanti per effetto delle accise sono aumentati di ben 0.10 euro per la benzina, e cosa da non credere per il gasolio 0.14 euro, pensare che a febbraio il gasolio costava 1.3 euro, oggi 1.6. Non trovo aggettivi per chi sta a fare i cavoli suoi al governo, dico solo LADRI , almeno i ladri non rubano nello stesso posto, questi hanno preso l' abitudine di rubare nelle tasche di noi italiani. Se a qualcuno da fastidio quello che dico che mi venga pure a prendere.

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

Incredibile, il neosindaco Raggi contesta i debiti del Comune di Roma!

Non si può pensare ai migranti come ad un problema di "degrado" o di spesa!