Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 28 dicembre 2011

La notizia shock arriva dall'Arabia Saudita, feudo USA in Medio Oriente. Amina bint Abdulhalim Nassar,  accusata di aver “praticato stregoneria e magia” è stata decapitata. La magia e la stregoneria sono severamente vietati nel Paese in base a quanto stabilito dalla legge islamica (la sharia) ossia dalla “via da seguire”o “legge divina”. E nella provincia settentrionale di Jawf hanno deciso di uccidere la donna saudita che a loro avviso non aveva rispettato la legge: l’hanno decapitata. La terribile notizia è stata resa nota tramite comunicato stampa rilasciato dal Ministero degli Interni.

Amnesty International rivela che ci sono 140 esseri umani in attesa della pena capitale. Nel 2011 sono già state decapitate 73 persone.

Condividi su Facebook

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Come mai sono due giorni che non riesco a condividere i Vostri articoli??? Vi hanno boicottato?

Anonimo ha detto...

non ho parole
ritenere una donna strega è solo la paura di trattare le donne con ripetto, quando questo succede non solo la donna è un oggetto, ma l'intera societa è maschilista in modo estremo, e se questo è fatto con la scusa della religione e allora meritano di morire questi religiosi...

Anonimo ha detto...

in cosa consisteva questa "stregoneria? aveva un gatto nero? aveva i capelli rossi? che pratiche faceva e sopratutto chi la scoperta? stava sulle scatole a qualcuno in alto? O forse non seguiva la religione Saudita?

Anonimo ha detto...

La continua violenza che subiscono nel mondo le donne mi ferisce come donna e come individuo. Provo un'immensa rabbia per l'impotenza che m'impedisce di reagire per difendere i diritti umani di persone spogliate della loro dignità. Continuo a lottare nel mio piccolo per la difesa dei nostri diritti ma, fino a quando le donne non saranno consapevoli della loro situazione e delle continue privazioni cui sono soggette non ci potranno essere evoluzione, giustizia,cambiamenti. Le donne musulmane non hanno gli strumenti, dobbiamo essere noi occidentali con le nostre azioni quotidiane e cercando di far eleggere quante più donne possibile al potere politico affinchè forti pressioni internazionali possano annientare lo strapotere di questi assassini senza scrupoli. E poi...le religioni, anche qui...riflettiamo, che cosa insegnano? Chi le segue maggiormente? Non siamo, forse, noi donne, quelle contro cui le stesse si accaniscono? Riflettiamo donne, riflettiamo anche noi in Italia!!! Sabrina

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi