Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 16 novembre 2011
Per valutare la faziosità di un programma TV, o di un giornale, c'è un "esercizio" davvero interessante: leggere cosa dicono entrambe le campane: dopodiché approfondire gli argomenti, anche sul web, e valutare con obiettività, traendo le proprie conclusioni. Invece no: nel paese dove la politica è vissuta come una partita di calcio, dove collocarsi in una delle due "curve" e mandare a quel paese quell'altra, la maggioranza delle persone leggono i giornali e guardano i programmi vicini esclusivamente alla loro "fazione":

"Il Giornale di Feltri? Io non lo tocco quella stampa fascista" - "Repubblica? Nemmeno per incartare il pesce!" etc.

Tralasciando il fatto che i giornali - praticamente tutti - sono organi di propaganda (l'informazione è un'altra cosa) senza prendere per "oro colato" niente, ma per farsi un'idea ed eventualmente approfondire, può essere interessante leggere i vari giornali e confrontarli, traendo le proprie deduzioni. Sentire "entrambe le campane", 2 punti di vista che in alcuni casi si accusano a vicenda - oppure uno dei due fa le veci dell'avvocato difensore (minimizzando, giustificando...)  mentre l'altro la "pubblica accusa": (aggravando i fatti, ed esponendoli con maggiore dovizia di particolari, al limite del morboso) è una sorta di "completezza di informazione", e aiuta a farsi un'idea di come stanno effettivamente le cose.

Se siete vicini al "centrosinistra", non schifate "Libero" o "Il Giornale" perché sono dalla parte opposta; se siete vicini al centrodestra, non privatevi per "preconcetto" di valutare come si esprime su certi fatti "Repubblica" o "Il Fatto" o perché no, Liberazione.

Se non riuscite a pensare di "donare" un solo centesimo a una testata, senza acquistare il "cartaceo", dategli un'occhiata sul sito..

Nei "giorni clou" della politica, quando avvengono fatti importanti come quelli accaduti nei giorni scorsi, dalla "caduta" di Berlusconi All' "avvento" di mr bilderberg Monti, confrontare il modo di comunicare nelle varie situazioni è davvero interessante...

staff nocensura.com

Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

tutto giusto, tutto ineccepibile, tranne che hai menzionato il Fatto tra i giornali "comuni",per giunta di sinistra. E' giusto invece secondo me fare un bel distinguo in quanto il Fatto è l'Unico quotidiano che non prende contributi statali, ed è quindi l'unico che da un servizio reale,avendo nelle sue fila giornalisti e non giornalai che scrivono notizie invece che riportare materiale di propaganda...!
Con stima, Giulio

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi