Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 4 novembre 2011
L'indigenza minaccia una parte considerevole della popolazione tedesca. Quasi un sesto dei cittadini, il 15,6%, secondo criteri statistici è a rischio povertà. Lo rivela oggi un'indagine dell'Ufficio federale di statistica di Wiesbaden che si riferisce a dati raccolti nel 2009.

Secondo lo studio, a correre il maggiore pericolo di scivolare nella povertà in Germania sono i disoccupati, con una percentuale pari al 70%. Ma anche tra chi un lavoro ce l'ha, il 7,2% è risultato a rischio. Particolarmente deboli sono state valutate inoltre il 43% delle famiglie con un unico genitore, e il 30% delle persone che vivono da sole.

Dal punto di vista statistico sono considerati a rischio povertà tutti coloro che hanno entrate complessive inferiori a 940 euro al mese.

fonte

In Italia, è considerato "povero" - ovvero rientra nella "soglia di povertà" chi vive con meno di 599.80 Euro al mese, e i nuclei familiari di due persone che vivono con meno di 999.67 Euro. 

Il criterio tedesco è sicuramente più appropriato: con il costo della vita odierno una persona è povera anche se ha a disposizione qualche centinaio di euro in più dei 599.80 del criterio italiano. Un tedesco è considerato povero se ha meno di 940 Euro, mentre una famiglia italiana di 2 persone, lo è se vive con meno di 999.80 Euro: il dato parla da se.


Teniamo presente che il costo della vita in Germania non è molto superiore al costo della vita in Italia, mentre il "welfare" è decisamente migliore, sopratutto per le famiglie con figli.


Se in Italia si adottasse il criterio tedesco, probabilmente quasi mezza Italia sarebbe considerata dentro la soglia di povertà: e probabilmente sarebbe giusto. In Italia una famiglia di 2 persone che ha a disposizione 1.000 Euro al mese, non è considerata povera... ma di fatto lo è.

Clicca qui per consultare il file PDF  della definizione della soglia di povertà in Italia.


Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

sicuramente in germania la vita e' piu ' cara quindi il rapporto e diverso per questo, ma da noi chi guadagna 500E e' povero lo stesso perche' in considerazione di chi ha lavorato tutta la vita e dopo 25 anni si vede dimezzare lo stipendio a causa della crisi e vergognoso non solo povero e poi senza considerare che l'assistenza sanitaria provvede a tutto mentre in italia da solo la possibbilita' di fare una visita , quando va bne in un mese o due senno deve pagare , in germania chi e' riconosciuto povero ha diritto alla casa, qui le costruiscono e poi non danno casa a nessuno insomma non c'e paragone e scusate , ma in germania si sta bene anche per la politica solo due partiti politici qui in questo paese ci sono troppi partiti e troppi polotici che riempiono le pagine e telegiornali di cose inutili grazie italia.....

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi