Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 1 novembre 2011

Vorrei fare alcune precisazioni sul fatto che abbiamo dedicato diversi post a Renzi:

Lo staff di nocensura non è "per Berlusconi", e non nutriamo alcun rancore/antipatia nei confronti di Renzi, tuttavia siamo dispiaciuti nell'assistere all'ennesimo "teatrino della politica", che tramite i mass media "fa e disfà", costruendo ad arte l'immagine dei politici.

Come possiamo starcene zitti quando vediamo un figlio di papà (il padre di Renzi è l'On. Tiziano Renzi, ex parlamentare della DC) che fa il paladino dei precari?!? Uno che probabilmente, in vita sua non ha mai presentato un curricula, uno che a trentanni era già Presidente della Provincia di Firenze... (e cosa è cambiato? Cosa è migliorato? Apparte il fatto che - grazie a una fitta rete di autovelox - Firenze è la città più multata d'Italia?)

Ognuno ha il diritto di osannare chi preferisce, ma è TRISTE vedere che qualcuno sceglie le persone alla quale mettere in mano la nazione in base alla "faccia", in base a tanti bei discorsi, senza nemmeno conoscere a fondo la persona.

Persone che quando devono assumere un dipendente "gli fanno le lastre", informandosi sulle competenze e sui trascorsi, affidano il paese in mano a persone di cui sanno veramente ben poco, magari appreso da fonti PROPAGANDISTICHE - e non di informazione - la differenza è immensa...

Tra l'altro, anche le opposizioni, quasi "inspiegabilmente", sembrano rinunciare ad evidenziare certi aspetti riguardanti Renzi, come se non gli dispiacesse affatto: certo, un elettore di centrodestra, assistendo a certe sortite di Renzi può restarne affascinato, ma non certi i "leader", che dovrebbero identificarlo come una "minaccia" per il proprio "serbatoio di voti"...

Ma il primo obiettivo della casta ovviamente è quello di "dare continuità al sistema": un sistema accreditato e alimentato non solo da tutti coloro che fanno la tessera del partito, ma anche da coloro che vanno a votare. Fino a quando la classe politica sarà questa, lobby caste e poteri forti vari, dormiranno sonni tranquilli, NESSUNO TOCCHERA' I LORO INTERESSI.

Se l'Italia fosse una casa, e "centrodestra" e "centrosinistra" fossero chiamati a costruirla, si scannerebbero sugli aspetti secondari:

"La facciata dipingiamola di blu" - "No di rosso!" - "è meglio di verde"...
"Sala e cucina in un locale unico" - "No facciamo due stanze distinte"...
"arrediamo la sala in stile liberty" - "no è meglio arredarla in stile classico!"
"Mettiamo Sky" - "no è meglio mediaset premium"

etc etc...

Sugli aspetti IMPORTANTI ED ESSENZIALI invece, come l'importo e la durata del mutuo, la banca dove contrarlo, l'azienda alla quale affidare i lavori, invece, VANNO PIENAMENTE D'ACCORDO...

Il vero POTERE in occidente - e in Italia ancor di più - è in mano a poche lobby, che hanno in mano l'economia, i mass media, la finanza... a loro non gli interessa "chi vince", a loro interessa che nessuno gli dia fastidio, e anzi che i governanti agevolino i loro affari. Chi non si piega alle loro logiche, non fa strada. Se si tratta di un partito, fanno in modo che rimanga a margine. Se si tratta di una persona invece la "convincono" a sostenerli. Oppure lo "fanno fuori"... nella migliore delle ipotesi, "solo" politicamente... (Kennedy Docet)

Alessandro - collaboratore nocensura.com



Condividi su Facebook

1 commenti:

filibard ha detto...

Nelle proposte di Renzi, mi pare ce ne siano varie che vanno nella direzione di riduzione dei privilegi della casta. Viene da chiedersi se tu li abbia dato almeno una occhiata sommaria. Saranno anche chiacchiere propagandistiche, ma almeno mette nero su bianco quello che vuole fare. Gli altri mi pare non si scomodano neanche in questo senso, cosi nessuno dirà: avevi detto e non hai fatto. Per l'abolizione delle provincie e sequela di poltrone varie sono invece proprio contrari.
Quanto al fatto di essere figlio di papà, mi pare che abbia vinto le primarie del PD, convincendo la gente nelle case del Popolo, dove il pedigree di figlio di un democristiano non mi pare tanto spendibile. Non mi pare neanche che Renzi abbia mai nascosto le sue origini politiche e non vedo l'utilità di portare il fatto come cosa di cui scandalizzarsi.
Mi pare che tu parta da dei buoni presupposti ma poi ti perdi nel massimalismo. Attento che per conseguire l'obiettivo massimo della demolizione delle lobby etc non tu faccia come i regimi sovietici, che dovevano portare al potere il proletariato e invece ci hanno portato la mafia di Putin. Per adesso ci basterebbe qualcuno che riporta un po' di credibilità nella politica, ovvero faccia quello che dice e sia una persona seria.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi