Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi animali infanzia chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel canapa meritocrazia umberto veronesi vaticano armi bambini cancro fini suicidi PD terrorismo BCE clinica degli orrori equitalia privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 31 ottobre 2011

pizza 100 euro napoli
NAPOLI - Da qualche giorno su Facebook circolava la foto di uno scontrino della mensa del Senato: un bel pranzo composto da un primo, un secondo, contorno, frutta e dolce costato al deputato di turno solo 7,50 (più 3,50 di servizio). A Napoli allora hanno annunciato una nuova campagna contro la "casta". Il primo "malcapitato" è statoSergio D'Antoni, parlamentare Pd, che si è ritrovato a pagare una pizza da 100 euro nella pizzeria Sorbillo, in Via Tribunali nel Centro antico di Napoli.
Il commissario regionale campano dei Verdi,Francesco Emilio Borrelli, e lo speaker radiofonico Gianni Simioli, ideatori della nuova campagna contro la casta racontano che "Sabato 29 ottobre intorno alle 22.30 Sergio D'Antoni si è recato nella nota pizzeria ai Tribunali. Forse non sapeva del prezzo per i deputati o forse ha ritenuto giusto pagare di più. Fatto sta che i clienti del locale l'hanno riconosciuto e hanno chiesto al titolare, che non lo aveva notato, di praticare il sovraprezzo per i deputati che è segnalato in grande evidenza all'ingresso del locale". D'Antoni, proseguono Borrelli e Simioli, "non ha battuto ciglio e ha pagato il salatissimo conto per una pizza 'salsiccia e friarielli', che probabilmente gli rimarrà per sempre sullo stomaco. Siamo solo all'inizio".

"Questa vicenda dimostra - secondo Borrelli e Simioli - che se il popolo vuole la casta paghi. In tre giorni già 30 locali hanno messo i sovrapprezzi per i deputati, dai caffè a 90 euro ai panini a 350, fino ai pastori di San Gregorio Armeno a 1.200 euro. Ovviamente, qualora i deputati italiani si riducessero i benefit e gli stipendi, la nostra campagna si fermerebbe subito". Gino Sorbillo, il titolare della pizzeria, ha fatto sapere che donerà i primi 100 euro "a un centro per il sostegno ai poveri. Mi spiace per l'onorevole D'Antoni, ma finchè non si leveranno i privilegi della casta io e tanti altri commercianti li 'bastoneremo' con il conto. Adesso aspetto il ministro La Russa. Se si presenta gli chiedo mille euro per un pizza perchè in piena crisi economica ha acquistato con il suo Ministero 19 Maserati. Questi personaggi vanno fermati perchè non hanno ritegno", ha poi concluso.


fonte

Condividi su Facebook

43 commenti:

Claudio ha detto...

Mi sembra una pirlata... quei 100 euro, alla fin fine, non li paghiamo comunque noi?

Anonimo ha detto...

non è per i soldi è per il principio!
mi sembra un gesto molto giusto, concreto, civile.
è un'azione di protesta che incendiare una macchina!

lello ha detto...

per me io che sono disoccupato raccoglierei tante firme per fare dimezzare il mensile dei deputati, come negli altri paesi europei e nel mondo

Anonimo ha detto...

Fate bene ragazzi avanti così e poi non è vero che li paghiamo noi.....li pagano loro e basta anche perchè noi non possiamo pagare più nullaaaaaaaaa

Vincenzo

Anonimo ha detto...

si però se gli da ai poveri non è una pirlata ma un gesto umanitario bravi dovremmo comportarci tutti così in italia con loro visto che ci sgobbano di brutto incominciando con le pensioni

Anonimo ha detto...

anche se l'avesse pagata 10 euro, l'avresti pagata tu...

Anonimo ha detto...

LE PIRLATE SI FANNO SOLO A MILANO

Anonimo ha detto...

tu intanto gliele togli di tasca

Anonimo ha detto...

ma c***o dici claudio!! DEVONO PAGARE!!!!

katia ha detto...

Si ma almeno rientrano sul mercato e fanno girare l economia al posto di essere usati in beni privati... E cosi capiscono cosa vuol dire spendere in maniera proporzionale allo stipendio. I 100 euro per loro sono come i 10 euro per noi quando andiamo a mangiare la pizza che prendiamo solo 1000 euro al mese, se li prendiamo, e molte volte quei semplici 10 euro ci pesano...

Anonimo ha detto...

Magari.....poi paga 100 euro per farsi fotografare quando li incassa...così è pubblicità gratis per entrambi

Anonimo ha detto...

chiaro.. però sono soldi che entrano nelle loro tasche e risultano essere i loro..anche il tuo stipendio alla fine è un giro di soldi di tutti.. però le bollette le paghi tu dopo!

BAW ha detto...

@Claudio Hai ragione, li paghiamo noi. Ma così ritornano. Complimenti per l'iniziativa, ci vogliono fatti e non messaggi sulle bacheche dei social network.

Anonimo ha detto...

Iniziativa molto lodevole, speriamo la applichino tutti, bisogna toccarli nel vivo.
Saranno soldi che paghiamo noi, ma che in minima parte ... ritornano.

Anonimo ha detto...

Appunto e poi con quelli che hanno risparmiato fin'ora e risparmieranno in futuro sai quanto c...o gliene può fregare !
Le proteste di questo livello proprio non hanno alcun effetto cari signori se non sul popolino che ride e dice " bravi , bravi , giusto " , ma nulla cambia per noi e tanto meno x
Loro !

Anonimo ha detto...

Che idiozia quella di alzare i prezzi per i deputati, beata ignoranza! Siamo noi cittadini che paghiamo perchè loro presentano le fatture e hanno il rimborso fino all'ultimo centesimo e a noi aumentano le tasse per pagarsi i loro privileggi. Ecco perchè questa classe politica è arrivata in parlamento, grazie all'ignoranza grassa del popolo italiano.

Zeke ha detto...

Fate proprio bene comercianti Italiane!
questa potrebbe essere l'inizio di una grande svolta per gl'Italia.. Non Mollate!!!

Anonimo ha detto...

ma chi l'ha detto che li paghiamo noi... loro gli spendono come vogliono, al massimo sono tornati da dove se li sono presi!!

Anonimo ha detto...

é davvero vergognoso che questi (sig.)della politica devono avere tutti questi privileggi,non è possibile tutto questo in quando L'ITALIA sta andando in rovina x colpa loro,bisogna mandarli a casa tutti con la speranza che chi governerà riesce a fare qualcosa di buono............se non peggio.

Anonimo ha detto...

Mi sono rimasti per questo mese le ultime 114,10 euro...della mia pensione. Per la prossima settima posso invitare 10 amici a mangiare dove mangiano i nostri politici..ma poi avete visto che menù?Proviamo anche noi a farci fare lo sconto nei negozi dove andiamo a fare la spesa tutti i giorni oppure vediamo se ci danno le stesse cose con gli stessi soldi.

Anonimo ha detto...

Da qualche parte e in qualche modo,qualcuno deve pur iniziare:invece che criticare,lasciate suggerimenti!!!

Anonimo ha detto...

purtroppo è tutto finto...gino sorbillo non solo non si è fatto pagare 100€ la pizza ma ha anche fatto una riduzione sull'importo del conto all'onorevole...
si sono fatti una bella pubblicità ma la casta resta la casta...e nessuno ha il coraggio di opporsi

Anonimo ha detto...

e adesso anche taxi, treni, metro e aerei maggiorati per gli onorevoli, 2000 euro forfettari!

Anonimo ha detto...

a qualche bisogna pur iniziare, la cosa importante è che inizino ad accorgersi sul serio che noi altri siamo stanchi di essere derubati! Gli dobbiamo stare col fiato sul collo anche con iniziative di questo tipo!

Anonimo ha detto...

sta già cambiando...è una buona iniziativa che spero prenda piede.

Anonimo ha detto...

informatevi su come si comporta Sorbillo con i suoi dipendenti e capirete dove andranno quei soldi...

Anonimo ha detto...

splendida iniziativa spero che tutti i commercianti aderiscono a togliere un pò di soldi dalle tasche dei politici così come fanno loro con noi anche se ultimamente non hanno più niente da toglierci se non le mutande.

Anonimo ha detto...

Ammiro queste persone per il loro coraggio e la loro inventiva, ma sicuramente i politici si faranno riborsare come cena di lavoro, mettiamo un bel cartello con scritto VIETATO ENTRARE AI POLITICI così che capiscano che non li vogliamo più !!!

Anonimo ha detto...

Bravissimi, complimenti, finalmente qualcuno ha il coraggio di aprire gli occhi e iniziare una cosa intelligente, questi ladroni, hanno svuotato le tasche a milioni di Italiani e continueranno a farlo fino a quando noi non ci svegliamo e diciamo basta!!!!!!!!! qui bisogna fare una rivoluzione intelligente, non con le armi ovviamente. sono ormai 10 anni che manco dall'italia, ormai siamo famosi in tutto il mondo per la bellissima fama che ci ha dato il nostro governo schifoso.

Anonimo ha detto...

Non è il fatto che noi paghiamo cmq le tasse claudio.. come fai a non capire? l'unica pirlata è quella che hai detto tu.. Facciamo cosi.. tu hai dei soldi tuoi, 100 euro te li tengo io sul mio conto, sono tuoi eh..! però li tengo io? secondo te a chi fruttuano? ..e qui non si parla di 100 euro.. incominciamo a fargli vedere che non siamo proprio allocchi come vogliono farci sembrare.. facciamogli vedere che siamo un po stufi..

Anonimo ha detto...

A parte il fatto che non ci credo (e mi si dimostri che non è la solita boutade napoletana...) il buon Sorbillo non si era candidato alle "primarie" per la scelta del Sindaco di Napoli qualche mese fa?!
Cos'è... vendetta atroce vendetta?!

Anonimo ha detto...

Secondo me se li scarica come pranzo di lavoro...

Anonimo ha detto...

Vai Così, altro che pirlata..
anche l'acqua devono pagare, 50€ x una bottiglietta d'acqua.
Volevano privatizzarla?bene, ca la paghino..

Anonimo ha detto...

i parlamentari sono una vera offesa nei confronti di quell'italia che lavora.
la colpa e' nostra che gli permettiamo tutte le cose che hanno e che non si guadagnano.
tra incapacita' e menefreghismo e' anche grazie alla loro immobilita' che siamo in questa situazione.

tartassateli !!!!!

Anonimo ha detto...

ti sbagli,cambia eccome!!le grandi proteste sono sempre iniziate facendo piccoli passi come questo!!!intanto con 100 euro un comune mortale come noi ci campa x una settimana!! e poi questo potrebbe essere solo l'inizio!!!la stessa regola si potrebbe applicare su tante altre cose come ad esempio i capi d'abbigliamento,trattamenti benessere(che loro sicuramente conoscono meglio di noi!!)pernottamenti e servizi alberghieri vari,e su tanti altri vizietti che noi tra un po non potremo più neppure sognare!!!

Anonimo ha detto...

BELLISSIMO!!!!! Bisognerebbe fare di più...in fin dei conti sono loro che ci costano quasi come una finanziaria!!!! E i sacrifici li fanno fare solo a noi!A noi servono 40 anni di contributi per la pensione...a loro ne bastano 5. E cosa dire degli stipendi? Non ci sono parole...............

Bruno ha detto...

Bravi,in qualche maniera si deve cominciare e questa è una reale e tangibile forma di toccare la casta,anche se per loro comunque non cambierà molto,sono sicuro che un po gli darà "fastidio"

Anonimo ha detto...

Atto simbolico e nel suo genere significativo. Ma piuttosto che una campagna contro lo stipendio dei politici bisogna fare una campagna di caccia spietata ai privilegi ed agli sprechi, stile gabibbo e Striscia all'ennesima potenza, ogni cittadino sia poliziotto, caccia spietata alla malapolitica, politica ed amministrazione fatta male da incompetenti, incapaci, inetti mandatari della gestione della Cosa Pubblica (Res Publica, Repubblica)

Anonimo ha detto...

Fantastico avanti così BRAVI!!!!!! non violenza ma giustizia!!!!

ILARIA M. ha detto...

Sono una ragazza quindicenne,mi sembra giusto visto che fino ad oggi non hanno mai pagato( in base ai loro redditi) le giuste tasse.. non hanno migliorato le cose e hanno solo aumentato il debito,facendo gli spendaccioni comprando macchine di lusso e altre baggianate. Mi auguro che molti politici incominciano a dare una svolta a questa crisi facendo i fatti spendendo qualcosa per la società. Non è giusto che solo noi, ceto sociale medio, dobbiamo rimetterci e soprattutto che giovani come me e addirittura i neonati debbano trovarsi con un enorme debito pubblico da risanare, rischiando di non avere futuro ; è giunto il loro momento BRAVI!! :D

Anonimo ha detto...

Potrebbe essere anche una pirlata ma..provate ad immaginare la stessa cosa in qualsiasi tipo di negozio, potrebbe essere una pirlata più grande...ma vuoi mettere la soddisfazione...??

Anonimo ha detto...

che cazzata da bassa demagogia

Anonimo ha detto...

Anche se li paghiamo noi come dicono diverse persone meglio farglene spendere 100, magari la pagano pur emeno di quel che costa grazie a sti privilegi quindi paghiamo noi... ma meglio spillargli 100 euro che magari la cena dei 7 euro e qualcosa o quelli che erano non vi sembra? ^^

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi