Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 9 ottobre 2011

Un giorno, tra venti o trent’anni, gli attuali cinquantenni potranno raccontare ai loro nipotini che un tempo esisteva il Tfr, una bella somma di danaro che si riscuoteva a fine lavoro, al momento di andare in pensione, e che poteva servire a comprare la casa a un figlio, o a estinguere il mutuo della propria, o a fare il viaggio dei sogni. Il trattamento di fine rapporto faceva parte di un sistema ormai esaurito, nel quale il lavoratore riceveva un salario decente, che negli anni si rivalutava piuttosto che diminuire, e una pensione adeguata, e non da fame, che non aveva bisogno di essere puntellata dai fondi. Ci eravamo rassegnati a questa prospettiva: il Tfr non più come un atteso e meritato pacco dono a fine carriera, ma un contributo per costituire una pensione d’appoggio a quella Inps, ormai erosa dalle necessarie riforme.

fonte



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi