Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 27 ottobre 2011


Diciamoci la verità, ieri sera, quando il Ministro Gelmini ha prontamente risposto alla domanda di Maurizio Crozza – “Chi è il Premier norvegese?” … “Stoltenberg!” – abbiamo tirato un grosso sospiro di sollievo. Incredibile, la sa!, ci siamo detti. Silenzio in sala, ospiti esterrefatti, Crozza con gli occhi sbarrati. E già questo sarebbe un dato su cui riflettere. Sorprendersi per una cosa del genere, la dice abbastanza lunga sulla credibilità di questo “Ministro dell’Istruzione“. Assaliti da una sensazione altalenante tra sospetto ed incredulità, siamo passati oltre. La sa. Oh, se la sa, la sa. Ecco, mi sa che non la sa. Ho appena letto sul blog “Indiscreto” che le cose sarebbero andate diversamente.
Quel che solo gli ospiti in studio hanno potuto constatare e oggi raccontare è che a suggerire al volo il nome è stato, alle sue spalle, il nuovo portavoce. E non a caso, essendo un esperto di politica estera di lungo corso. Si tratta di Antonio Bettanini, 65 anni, ex portavoce di Claudio Martelli e fino a pochi giorni fa consigliere del ministro degli Esteri Frattini. Ha preso giorni fa il posto di Massimo Zennaro dimessosi dopo il “caso neutrini”.
Incuriosito, mi sono andato a rivedere gli interventi del Ministro Gelmini, e ho notato che il “suggeritore” alle sue spalle non viene quasi mai inquadrato. Anche perché, furbamente, si è piazzato sì alle spalle della Gelmini, ma nella poltrona alla nostra destra, quella protetta dallo sguardo delle telecamere. Nei primi piani del Ministro, lui non compare mai (prima foto, sotto). Bisogna quindi andare a pescarlo in altre inquadrature, dall’alto, nelle panoramiche, eccetera eccetera. E, udite udite, lo si vede sempre proteso in avanti, verso la Gelmini. E’ proteso in avanti durante l’intervento di Crozza, in apertura di programma, è proteso in avanti durante gli scontri con Fini e Vendola. Lui è sempre proteso in avanti, l’unico della fila, quasi ad appollaiarsi sulla spalla del Ministro. E non mi sembra una posizione comodissima, soprattutto per un uomo di 65 anni. Certo, per avere la certezza della soffiatona norvegese ci vorrebbe il video, oppure un sonoro, ma visti i precedenti, e le immagini che trovate qui sotto, potremmo andare a naso. Sulla fiducia. Non la sapeva.


Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi